Home / Recensioni / In sala / RED 2 di Dean Parisot

RED 2 di Dean Parisot

red2-1Tornano gli agenti segreti pensionati di Red, arzilli uomini spietati e pronti a tutto che il governo vuole fuori dai giochi ad ogni costo, pur di insabbiare i propri scheletri nell’armadio.

Stavolta il Frank Moses di Bruce Willis dovrà vedersela con un complicato intrigo internazionale, che lo porterà da una parte all’altra del mondo, in compagnia della sua compagna Sarah [Mary-Luoise Parker] e del collega stralunato Marvin [John Malkovich].

Sul suo cammino incontrerà una serie di volti vecchi e nuovi come l’amica Victoria [Helen Mirren], lo spietato sicario Han Cho Bai [Byung-hun Lee] e la ex-fiamma sovietica Katja [Catherine Zeta-Jones], fino all’incontro con lo smemorato scienziato Bailey [Anthony Hopkins], che si rivelerà fondamentale per l’esito della missione.

Ovviamente, tra una sparatoria e l’altra, ci sarà anche modo di divertirsi. Ed è proprio il divertimento a tutto tondo l’elemento su cui punta maggiormente questo Red 2, sequel richiesto dopo il successo del capostipite diretto dal tedesco Robert Schwentke che ora vede dietro il timone di regia l’americano Dean Parisot [sua una commedia come Dick & Jane – Operazione furto].

red2-2Ma, a dire il vero, l’ironia qua non viene ben miscelata con l’intrattenimento, come nel modestissimo primo capitolo [tratto da un fumetto DC di Warren Ellis e Cully Hammer], anzi Parisot lascia lievitare la parte becera del film a discapito della trama spionistica che fa da collante al tutto.

Vediamo quindi siparietti coniugali tra Willis e la Parker [quest’ultima molto più sopra le righe che sul numero uno], con tanto di scenate di gelosia nei confronti del personaggio interpretato dalla Zeta- Jones, più accenni di follia bizzarra da parte di Malkovich [la cui presenza non è molto motivata] e due tocchi di british style per conto dei due premi Oscar Mirren e Hopkins.

red2-4Con Red 2 si cerca di parodizzare Mission:Impossible nel modo più intelligente possibile, ma in verità l’operazione non riesce a dimostrare fluidità narrativa, e arriva ad annoiare in più di una situazione, rendendo l’intrigo alla base dello script di Jon e Erich Joeber [gli stessi del primo] un elemento fuori luogo per quello che sarebbe dovuto essere un fracassone giostrato con molta più intelligenza.

Si assiste giusto ad un gioco al rialzo, riempendo la visione di volti noti [oltre ai citati anche il ritorno dell’Ivan di Brian Cox e la presenza di Davd Thewlis] e gonfiandola di esplosioni e sparatorie, cercando di nascondere quel vuoto su cui si sorregge questo poco riuscito Red 2.

Purtroppo l’impresa non riesce.

Mirko Lomuscio

RED 2

2 Teschi

Regia: Dean Parisot

Con: Bruce Willis, John Malkovich, Mary-Louise Parker, Helen Mirren, Anthony Hopkins

Uscita in sala in Italia: mercoledì 21 agosto 2013

Sceneggiatura: Jon Hoeber, Erich Hoeber

Produzione: Lorenzo di Bonaventura

Distribuzione: Universal Pictures

Anno: 2013

Durata: 116’

InGenere Cinema

x

Check Also

CURSE OF THE BLIND DEAD di Raffaele Picchio

Raffaele Picchio, regista di Morituris, nel 2020 torna alla regia a quattro ...