InGenere Cinema

ZOMBIELAND – DOPPIO COLPO di Ruben Fleischer

Dieci anni dopo il fortunato Benvenuti a Zombieland, Ruben Fleischer – all’epoca anche sceneggiatore del film – torna dietro la macchina da presa per dirigerne il sequel, Zombieland 2 – Doppio colpo. Nonostante gli attori siano decisamente più maturi, la pellicola prosegue più o meno dove avevamo lasciato i nostri eroi: la banda – composta da Columbus, Tallahassee, Wichita e Little Rock – si è trasferita all’interno della Casa Bianca, dove conduce una routine quotidiana in modo pressoché normale. In seguito a un litigio, Wichita e Little Rock abbandonano il rifugio; ma mentre la prima torna ben presto sui suoi passi, l’altra fugge con un ragazzo conosciuto da poco, Berkeley. A Columbus, Tallahassee e Wichita non resta altro da fare che mettersi ricerca della ragazza in un’America dove gli zombie si sono evoluti rispetto al primo lungometraggio al punto da mettere seriamente in pericolo quel che resta dell’umanità.

Benché le premesse fossero vincenti per un sequel riuscito, Zombieland 2 presenta evidenti problemi strutturali che si estendono ad ogni reparto dell’operazione. La trama scorre senza troppe sorprese e ripetendo lo schema, già di poche pretese, nel suo predecessore; la storia si snoda attraverso una macrotrama, quella della sinossi, costellata di microeventi non solo a volte autoconclusivi, ma anche poco efficaci. Vi basti sapere, infatti, che anche il tessuto comico è talmente fiacco da far ridere per i motivi sbagliati; stereotipi fastidiosi e surreali anche per un prodotto come Zombieland, battute che si ripetono, rendendosi via via meno efficaci – la regola della ripetizione non salva nessuno purtroppo – e situazioni sì grottesche ma prive di qualunque presa sul pubblico.

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.126

Appuntamento con le uscite editoriali distribuite da La Gazzetta dello Sport.

Questa settimana:

  • Albo 16 della collana Dylan Dog – Viaggio nell’incubo, “Quale realtà?”;
  • Albo 137 della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata a X-Men Stranieri in una… terra selvaggia!;
  • Albo 32 della collana Alan Ford a colori, “Quando il cuore fa bi-bim ba-bam”;
  • Albo 22 di X-Men – Le storie incredibili “Xenogenesis”;
  • Albo 98 di Tex – 70 anni di un mito “Il destino di un traditore!”.

Sergio Bonelli Editore con La Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera presentano: Dylan Dog – Viaggio nell’Incubo, la collana di fumetti dedicata all’antieroe nato dalla fantasia di Tiziano Sclavi. Un lungo viaggio tra le angosce, gli orrori, i mostri, le creature spaventose di oltre trent’anni di racconti a fumetti dylaniati.

Continua a leggere

KLAUS di Segio Pablos

Non è un mistero che il cinema d’animazione e i cartoni animati occupino uno spazio speciale nel cuore di chi scrive. La fantasia che si veicola attraverso questa tecnica, vecchia quanto il cinema, è poderosa e riempie la mente e l’anima di ogni spettatore, grande o piccolo che sia. È un puro gesto artistico quello che filmmakers, produttori e animatori compiono per realizzare e donare stupore e meraviglia e quando questo sforzo riesce la soddisfazione è enorme e vincente sul tempo che passa.

La sensazione che si ha guardando Klaus è proprio questa, quella di trovarsi di fronte a un’opera che resisterà resiliente al passare degli anni e che conquisterà il cuore e l’intelligenza di molte generazioni.

Jesper è il peggiore studente dell’Accademia delle Poste. Per redimere la sua pessima reputazione gli viene offerta un’opportunità: consegnare la posta in uno sperduto villaggio, Smeerensburg, sito su un’isola ghiacciata del freddo nord, al di là del Circolo Polare Artico. Qui nessuno ha voglia di scambiare lettere né qualche chiacchiera, anzi gli abitanti del posto sono molto schivi. Jesper sta per desistere nella sua ricerca, quando incontra Alva, un’insegnante locale che gli offre il suo aiuto, e conosce il falegname Klaus, che conduce la sua esistenza in una baita, dove realizza giocattoli. Continua a leggere

PARASITE di Bong Joon Ho

“…Parasite non è un film che dipende solo da un unico grande colpo di scena finale…”

Queste parole sono parte di un’introduzione scritta dallo stesso Bong Joon Ho, autore della pellicola, in cui si chiede di evitare la diffusione di spoiler. Un’impresa ardua quando si tenta di parlare di un film così stratificato e complesso come Parasite, ma a fornirci una base dal quale partire sono proprio le parole del regista.

La fortuna della sua ultima fatica è infatti tutta nella sua capacità di presentare un film doppio, un lavoro che inizia in un modo per poi virare bruscamente e trasformarsi in qualcosa di completamente diverso. La premessa è, difatti, alquanto semplice, pur nella sua lucidissima e cristallina analisi sociologica: l’autore ci presenta il ritratto di una famiglia piuttosto unita ma anche molto povera e dal futuro incerto. La fortuna, però, busserà alla loro porta, sotto le sembianze di un giovane studente universitario che propone al figlio, Ki-woo, un lavoro ben pagato come insegnante privato. Il ragazzo, raccomandato dal suo amico, sarà tuttavia costretto ad imbrogliare sulla sua preparazione scolastica pur di ottenere il lavoro. Dopo il primo e fortunato incontro con la ricca famiglia Park, Ki-woo sarà trascinato in un vortice di bugie che, a loro volta, innescheranno una reazione a catena di disavventure ed incidenti.

Continua a leggere

“La Gazzetta dello Sport”: Bollettino uscite n.125

Appuntamento con le uscite editoriali distribuite da La Gazzetta dello Sport.

Questa settimana:

  • Albo 15 della collana Dylan Dog – Viaggio nell’incubo, “L’insostenibile leggerezza dell’Essere!”;
  • Albo 136 della collana Marvel Super Eroi Classic, stavolta dedicata a Capitan America La rinascita di Bucky!;
  • Albo 31 della collana Alan Ford a colori, “Il giorno della Befana”;
  • Albo 21 di X-Men – Le storie incredibili “Qui per restare!”;
  • Albo 97 di Tex – 70 anni di un mito “Doppio Gioco!”.

Sergio Bonelli Editore con La Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera presentano: Dylan Dog – Viaggio nell’Incubo, la collana di fumetti dedicata all’antieroe nato dalla fantasia di Tiziano Sclavi. Un lungo viaggio tra le angosce, gli orrori, i mostri, le creature spaventose di oltre trent’anni di racconti a fumetti dylaniati.

Continua a leggere

HALLOWEEN FILM COLLECTION: L’OCTALOGIA DI MICHAEL MYERS IN UN COFANETTO DA URLO!

Midnight Classics è finalmente pronta a esaudire i desideri dei fan con la Halloween Film Collection, disponibile in DVD e Blu-ray dal 12 dicembre 2019.

Nel 1978 con HALLOWEEN – LA NOTTE DELLE STREGHE il regista John Carpenter [Grosso guaio a ChinatownLa Cosa] ha rivoluzionato il cinema dell’orrore e inventato il Genere slasher, creando una nuova icona del terrore: MICHAEL MYERS, il male assoluto.

Annunciato al Lucca Comics & Games 2019, l’incredibile box in edizione limitata contiene tutti gli otto film della saga originale, restaurati per la prima volta in alta definizione, e sarà ricco di contenuti extra imperdibili.

I film del cofanetto, in dettaglio:
Halloween – La notte delle streghe (John Carpenter, 1978)
Halloween II-Il signore della morte (Rick Rosenthal, 1981)
Halloween III-Il signore della notte (Tommy Lee Wallace, 1982)

Continua a leggere

IT CAPITOLO DUE – Dal 19 Dicembre in Digitale e in Home Video

IT è tornato … Dal 19 Dicembre IT Capitolo Due arriva in Digitale e in DVD, Blu-rayTM e 4K UHD. Il male riaffiora a Derry quando il regista Andy Muschietti riunisce il Club dei Perdenti per tornare al punto in cui tutto è iniziato con IT Capitolo Due, la conclusione del film horror di maggior incasso di tutti i tempi.

Il film è il seguito di IT del 2017, il successo acclamato sia dalla critica che dal pubblico, che ha incassato al Box Office oltre 700 milioni di dollari in tutto il mondo.

I preordini di IT Capitolo Due sono già disponibili in formato Digitale su Apple TV al link https://apple.co/2MCAnEW e in DVD, Blu-Ray e 4K UHD su Amazon al link https://amzn.to/2qweRJo .

Di seguito la sinossi:
Dopo 27 anni, IT è tornato. Quando le persone iniziano a scomparire a Derry, Mike chiede agli altri membri del Club dei Perdenti di tornare a casa per distruggere IT una volta per tutte. Segnati dal passato, i Perdenti devono superare le loro paure più profonde per sconfiggere Pennywise… che ora è più letale che mai.

Per i più appassionati, IT Capitolo Due è disponibile anche in versione STEELBOOK da collezione in Blu-Ray con disco bonus in un prezioso packaging da collezione.

Continua a leggere

Le Mans ’66: Intervista a James Mangold

Il 14 novembre uscirà nei nostri cinema Le Mans ’66 – La Grande Sfida, ricostruzione accurata ed emozionante della prima epica sfida tra Ferrari e Ford.

Abbiamo avuto il piacere di vedere la pellicola in anteprima e di intervistare il regista James Mangold.

Fallimento, amicizia e voglia di superare i propri limiti sono alcuni dei temi che abbiamo affrontato.

Continua a leggere

GLI UOMINI D’ORO di Vincenzo Alfieri

Torino, 1996. Luigi, impiegato postale con la passione per il lusso e le belle donne, ha sempre sognato la baby pensione e una vita in vacanza in Costa Rica. Quando il sogno si dissolve scopre di essere disposto a tutto, persino a rapinare il furgone portavalori che guida tutti i giorni. Un colpo grosso, un piano perfetto. Niente armi, niente sangue. Un disegno criminale per cui avrà bisogno del suo migliore amico Luciano, ex postino quarantenne insoddisfatto, e soprattutto dell’ambiguo collega Alvise, tutto casa e famiglia e con una vita apparentemente senza scosse. Nella banda anche un ex pugile, il Lupo, legato a Gina, una donna forse troppo bella e forte per lui, e a Boutique, un couturier d’alta moda con un’insospettabile doppia vita.

Si avverte da qualche anno un fermento nel cinema italiano, soprattutto da parte di giovani autori [Mainetti, Sibilia, i fratelli D’Innocenzo, Stasi e Fontana], che tende a smuovere le acque dei Generi, recuperando e arricchendo una tradizione o inserendone alcuni poco canonici per il nostro cinema.

Se pochi anni fa con Veloce come il vento Matteo Rovere aveva voluto vestire un dramma in piena regola da film sportivo all’americana, farcito con tutte le caratteristiche necessarie a quel Genere [il tema della seconda occasione, una sceneggiatura classica con tutti gli elementi al loro posto, una grande interpretazione molto fisica], quest’anno Vincenzo Alfieri, già regista de I peggiori, decide di tentare con l’heist movie, il film di rapina.

Continua a leggere

DOCTOR SLEEP di Mike Flanagan

Quella degli adattamenti cinematografici e televisivi di opere letterarie di Stephen King è una storia complessa, spesso frustrante, molte volte non riuscita, a tratti catastrofica, ma anche con molte eccezioni felici. Shining, Carrie, La zona morta e Le ali della libertà sono solo alcune storie nate dalla penna di King che hanno avuto la possibilità di vivere una seconda vita felice sullo schermo. Leggendo questi titoli pensiamo subito ai nomi dei registi: Kubrick, De Palma, Cronenberg, Darabont. Purtroppo non sempre il materiale letterario è finito in mani affidabili o esperte, dando vita a film mediocri e horror di terza categoria. Fortunatamente la corazza dello scrittore del Maine, fatta di strati e strati di pagine e parole non è mai stata davvero scalfita da figli illegittimi e parenti lontani. In compenso c’è ancora chi non smette di sminuire le sue opere, o a considerarle come una forma di letteratura minore; sarà una casualità, ma nel 90% dei casi si tratta di pareri provenienti da coloro che non hanno mai letto una pagina di King, e non possiamo che provare dispiacere per loro.

Chi ha certamente letto, amato e capito le storie del Re è un uomo che ha superato da poco i quaranta, originario di Salem, regista e sceneggiatore: si chiama Mike Flanagan e ha fatto uno dei migliori adattamenti di King di sempre.

Continua a leggere