Home / Rubriche / Restricted Movies

Restricted Movies

ILSA LA BELVA DELLE SS di Don Edmonds

Arrivati alla metà degli anni Settanta, il cosiddetto filone W.I.P. [Women In Prison] si scatena in una nuova variante impazzita che prende il nome di nazisploitation o nazi-porno. Come si può intuire, gli ingredienti rimangono più o meno invariati e ...

Leggi Articolo »

RING di Hideo Nakata

Tra gli studenti delle scuole inferiori giapponesi circola una leggenda basata sull’esistenza di un video maledetto. Subito dopo la fine del breve filmato, il telefono di chi lo ha visto squilla ed una voce terrificante alla cornetta annuncia la sua ...

Leggi Articolo »

AUDITION di Takashi Miike

Aoyama è un ricco vedovo che, grazie alle pressioni del figlio, decide di risposarsi. Si rivolge quindi all’amico Yoshigawa, produttore cinematografico, che organizza una finta audizione per un film con la scopo di fargli trovare la sua anima gemella. Dopo ...

Leggi Articolo »

TETSUO – THE IRON MAN di Shin’ya Tsukamoto

Se esiste un padre/mentore del cosiddetto filone cyberpunk, quella figura risponde al nome del geniale Shin’ya Tsukamoto. Dopo una manciata di titoli tra corti e mediometraggi, il cineasta giapponese fa il suo esordio nel lungometraggio [poco più di un’ora di ...

Leggi Articolo »

PORNO HOLOCAUST di Joe D’Amato

Tra il 1978 e il 1981 l’instancabile Joe D’Amato/Aristide Massaccesi girò una serie di pellicole tra Santo Domingo e dintorni, dando il via al cosiddetto periodo caraibico, ovvero una delle fasi tutt’oggi più celebrate della sua carriera. Tutti titoli che ...

Leggi Articolo »

MANIAC COP – POLIZIOTTO SADICO di William Lustig

Dopo aver lasciato un segno indelebile nel cinema horror con il monumentale Maniac del 1980 [una delle migliori pellicole mai girate sulla figura di un serial killer] e dopo il meno conosciuto [ma comunque validissimo] Vigilante del 1983, William Lustig ...

Leggi Articolo »

SCALPS di Werner Knox [Bruno Mattei]

Dopo essersi addentrato nell’erotico, nel women in prison, nel filone conventuale, nel post-atomico, nell’horror e in tanto altro, l’inossidabile Bruno Mattei non poteva non dire sua anche in ambito western. E infatti, fuori tempo massimo [siamo nel 1987], il nostro ...

Leggi Articolo »

FASTER, PUSSYCAT! KILL! KILL! di Russ Meyer

“Signore e signori, benvenuti alla violenza. Sebbene la violenza si mascheri dietro un’infinità di pretesti, il sesso resta ancora oggi uno dei suoi pretesti preferiti.” Queste le parole pronunciate dalla voce narrante [rigorosamente femminile] che apre le danze alla pellicola ...

Leggi Articolo »