Home / Rubriche / Horrorscopio / Horror News [17-23 marzo 2024]

Horror News [17-23 marzo 2024]

FINAL DESTINATION: BLOODLINES: SFUGGIRE ALLA MORTE UNA MISSIONE [IM]POSSIBILE

Le telecamere si sono appena accese per quello che promette di essere uno dei capitoli più avvincenti e terrificanti della saga di Final Destination. Intitolato Final Destination: Bloodlines, questo sesto episodio segna un ritorno alle origini soprannaturali e mortali che hanno reso celebre la serie, inaugurata da James Wong nel 2000. Dietro la macchina da presa troviamo Zach Lipovsky e Adam B. Stein, noti per il loro lavoro in Freaks [2018], pronti a guidarci in un nuovo viaggio ai confini della sopravvivenza.

La notizia del via alle riprese è stata lanciata dal produttore Craig Perry attraverso i canali social, suscitando immediato interesse tra i fan. Con la produzione affidata a Jon Watts e la distribuzione prevista per il 2025 a cura di Warner Bros. Pictures, Final Destination: Bloodlines si distacca dalle voci che lo volevano un reboot, come affermato in precedenza da Jeffrey Reddick, il creatore della saga.

Il fulcro della trama si concentra su un gruppo di primi soccorritori che, dopo essere sfuggito miracolosamente alla morte, si ritrova preda di una serie di incidenti tanto improbabili quanto mortali. Questo nuovo capitolo promette di analizzare dinamiche inesplorate, mantenendo intatto il fascino macabro e la suspense che hanno caratterizzato i precedenti film della serie.

Final Destination: Bloodline si inserisce in un franchise che ha saputo rinnovarsi nel tempo, mantenendo sempre alta l’attenzione del pubblico grazie a una formula che mescola abilmente destino, scelte umane e quella ineluttabile presenza della morte, pronta a reclamare ciò che le è stato sottratto.

THE SOUL EATER: ALEZANDRE BUSTILLO E JULIEN MAURY TORNANO CON UNA PELLICOLA DA BRIVIDO

Alexandre Bustillo e Julien Maury, il duo francese noto per aver diretto pellicole di culto come InsideÀ l’intérieur e Leatherface, tornano a far parlare di loro con l’ultimo lavoro: The Soul Eater [Le mangeur d’âmes]. Basato sull’omonimo romanzo di Alexis Laipsker, il film promette di essere un altro terrificante capitolo che si aggiunge alla loro illustre filmografia.

The Soul Eater si svolge in un piccolo villaggio di montagna, teatro di misteriose scomparse di bambini e sanguinosi omicidi. La trama si infittisce quando un’antica leggenda sembra riaffiorare dall’oblio, costringendo il Comandante Guardiano e il Capitano della Gendarmeria De Rolan a unire le forze per svelare la verità dietro questi macabri eventi. La sinossi ufficiale del film preannuncia un’atmosfera carica di tensione e mistero: “Non ha urlato. Non urlano mai”. Queste parole lasciano presagire un viaggio nel cuore del terrore, dove alcuni segreti sono troppo pesanti da custodire.

Il cast vede la partecipazione di Virginie Ledoyen, nota per Saint Ange e The Beach, Paul Hamy, protagonista di L’ultimo giorno sulla terra, e Sandrine Bonnaire, celebre per il suo ruolo in Sotto il sole di Satana. La fotografia del film è affidata a Simon Roca, già apprezzato per il suo lavoro in Kandisha.

La pellicola uscirà nelle sale francesi il 24 aprile, pronta a conquistare un pubblico desideroso di emozioni forti e di storie capaci di sfidare le proprie paure più profonde.

ARCHIVI CTHULHU: L’INCONTRO DEFINITIVO TRA SHERLOCK HOLMES E H.P. LOVECRAFT

In arrivo, il prossimo 2 aprile, in libreria e in tutti gli store online Archivi Cthulhu. Gli abominevoli casi di Sherlock Holmes di James Lovegrove che raccoglie tre romanzi e si presenta come un punto di incontro straordinario tra due universi narrativi apparentemente distanti: quello logico e analitico di Sherlock Holmes, creato dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle e l’horror cosmico di H.P. Lovecraft, popolato dai Grandi Antichi e da terrore indicibile.

Ambientati in una Londra vittoriana cupa e nebbiosa, i racconti vedono il celebre detective Sherlock Holmes e il fedele dottor Watson affrontare casi che trascendono la mera criminalità per avventurarsi nel dominio dell’occulto e dell’incomprensibile. Dalle strade malfamate dell’East End, teatro di morti misteriose e sparizioni, fino alle coste tempestose del Sussex, i nostri eroi si troveranno a confrontarsi con minacce che sfidano la loro razionalità e il loro scetticismo scientifico.

Il genio di Lovegrove sta nell’aver saputo intrecciare con maestria le atmosfere gotiche tipiche dei racconti di Sherlock Holmes con l’orrore cosmico lovecraftiano, creando una narrazione che è al tempo stesso un omaggio e un’innovazione. Archivi Cthulhu non è solo un’avventura attraverso il mistero e l’ignoto, ma anche una riflessione sul confine tra la conoscenza umana e ciò che giace al di là, in attesa.

Con una lunghezza di 708 pagine, il libro promette di essere un viaggio denso e avvincente, un’esperienza di lettura che terrà il lettore incollato alle pagine fino all’ultimo respiro. Pubblicato da Mondadori e tradotto da Michele Piumini, Archivi Cthulhu è destinato a diventare un classico moderno per gli amanti del Genere e non solo.

Gianfranco Staltari

InGenere Cinema

x

Check Also

Presentato in Campidoglio a Roma il programma dell’Italian Horror Fantasy Fest 2024

“Grazie davvero per avermi onorato di aver dato questo piccolo contributo ad ...