PEPPERMINT – L’ANGELO DELLA VENDETTA di Pierre Morel

peppermintRiley North, una moglie felice e una madre modello, assiste impotente all’omicidio del marito e della figlia per mano di alcuni narcotrafficanti. Gli autori del brutale omicidio vengono catturati ma durante il processo, nonostante la sua testimonianza, le accuse vengono fatte cadere e gli assassini liberati grazie all’intervento di un giudice corrotto e di avvocati e poliziotti collusi. Quando Riley decide di vendicarsi, il suo obiettivo non saranno soltanto i carnefici della sua famiglia, ma tutto il sistema, dalla giustizia americana ai potenti cartelli della droga.

Leggendo la trama, vedendo il trailer e anche durante la visione di Peppermint, non si può evitare che il primo pensiero vada direttamente a film come Io vi troverò [con cui condivide il regista Pierre Morel] e Giustizia privata. Rispetto a questi due film però è presente un altro elemento: il protagonista è un individuo, in questo caso una donna, una persona comune che si sottopone ad un allenamento per farsi giustizia da sola, e non troviamo un protagonista già addestrato che non deve far altro che dare sfogo ai suoi impulsi e alle sue capacità per portare a termine la sua vendetta.

Peccato che nel film manchi quasi totalmente la parte in cui la protagonista si trasforma per diventare ciò che vuole e che deve essere per compiere la sua missione; forse sarebbe stata la parte più interessante, forse no, ma quel che è certo è che rimane nell’ombra ed è uno dei problemi del film.

Tra gli aspetti positivi, al primo posto c’è sicuramente Jennifer Garner che torna [a diversi anni da Alias, Elektra e The Kingdom] a dare vita ad un personaggio action, duro e in parte anche credibile.

In alcuni punti la violenza sullo schermo raggiunge livelli che non era scontato aspettarsi, mentre in altri si sente la necessità di non poter andare oltre un certo limite.

A livello di trama [e in un contesto in cui Peppermint, paragonato ai libri di Don Winslow e alla saga di Sicario, potrebbe rappresentare la versione per bambini del mondo dei narcotrafficanti], a parte uno schema familiare e già visto molte altre volte, c’è almeno un colpo di scena [non proprio imprevedibile] che mescola un po’ le carte.

Non aspettatevi un vero approfondimento psicologico dei personaggi, una scrittura originale o una regia che tenta di muoversi sulla strada di John Wick, Atomic Blonde o [e lo diciamo sottovoce] The Raid. Non avrete niente di tutto ciò, ma un po’ di divertimento con il cervello spento, quello sì.

Egidio Matinata

PEPPERMINT – L’ANGELO DELLA VENDETTA

Regia: Pierre Morel

Con: Jennifer Garner, Richard Cabral, John Gallagher Jr., Juan Pablo Raba, Annie Ilonzeh, John Ortiz, Method Man, Jeff Hephner, Erin Carufel, Pell James

Uscita in sala in Italia: giovedì 21 maggio 2019

Sceneggiatura: Chad St. John

Produzione: Lakeshore Entertainment

Distribuzione: Universal Pictures e Lucky Red in associazione con 3 Marys Entertainment

Anno: 2018

Durata: 101’


Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/comments/?ids=https://www.ingenerecinema.com/2019/03/18/peppermint/): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 17

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.ingenerecinema.com/home/wp-content/plugins/facebook-like-and-comment/comments.php on line 19