LA PARANZA DEI BAMBINI di Claudio Giovannesi

paranza-dei-bambini1Napoli, 2018. Sei quindicenni – Nicola, Tyson, Biscottino, Lollipop, O’Russ, Briatò – vogliono fare soldi, comprare vestiti firmati e motorini nuovi. Giocano con le armi e corrono in scooter alla conquista del potere nel Rione Sanità. Con l’illusione di portare giustizia nel quartiere inseguono il bene attraverso il male. Sono come fratelli, non temono il carcere né la morte, e sanno che l’unica possibilità è giocarsi tutto, subito. Nell’incoscienza della loro età vivono in guerra e la vita criminale li porterà a una scelta irreversibile: il sacrificio dell’amore e dell’amicizia.

Una delle sequenze migliori de La paranza dei bambini non ha quasi nulla delle scene che spesso ci rimangono impresse in mente dopo essere stati al cinema. Non è una scena madre, non c’è nessun confronto particolare, nessun monologo significativo e praticamente zero azione; e il personaggio fondamentale non è un personaggio, ma una crostatina. Sì, la merendina.

Arriva nella seconda parte del film, verso il minuto sessantacinque o settanta, e blocca per un paio di minuti la rincorsa a perdifiato dei giovani protagonisti verso le loro mete confuse e di cui non vedremo mai il punto d’arrivo, e serve a ricordare a noi pubblico la storia che stiamo vedendo.

Questi adolescenti lanciati verso il vuoto, come delle sfere su un piano inclinato, finiscono per mutare solo in superficie ma in maniera comunque significativa, così repentinamente da farci dimenticare la loro età e la normalità che dovrebbe caratterizzare le loro vite in un altro contesto.

E la crostatina, che arriva all’improvviso e genera una lite minuscola in mezzo a spari, minacce di morte e voglia di conquista, serve proprio a ricordarci che stiamo guardando una storia con bambini, al massimo ragazzi, come protagonisti.

E Giovannesi, Saviano e Braucci hanno una consapevolezza totale della materia che stanno trattando. La paranza dei bambini non aggiunge niente al racconto criminale [comunque in primo piano e sempre molto efficace] a cui abbiamo assistito negli ultimi anni nell’universo Gomorra [film e serie tv], ma apre uno scorcio sulla congiunzione straniante e terribile tra i sentimenti che alimentano l’adolescenza e la voglia di farsi strada all’interno di un contesto criminale senza via d’uscita, un buco nero che finisce per risucchiare qualsiasi cosa: amore, amicizia, giovinezza.

Egidio Matinata

LA PARANZA DEI BAMBINI

Regia: Claudio Giovannesi

Con: Francesco Di Napoli, Ar Tem, Alfredo Turitto, Ciro Pellecchia, Ciro Vecchione, Mattia Piano Del Balzo, Viviana Aprea, Pasquale Marotta, Carmine Pizzo, Luca Nacarlo, Renato Carpentieri

Uscita in sala in Italia: mercoledì 13 febbraio 2019

Sceneggiatura: Claudio Giovannesi, Roberto Saviano, Maurizio Braucci

Produzione: Palomar, Vision Distribution, Sky Cinema, Tim Vision

Distribuzione: Vision Distribution

Anno: 2019

Durata: 110’