Home / Rubriche / Video On Demand / FINO ALL’ULTIMO INDIZIO di John Lee Hancock

FINO ALL’ULTIMO INDIZIO di John Lee Hancock

In uscita il cinque marzo a noleggio sulle principali piattaforme streaming [Prime Video, Apple Tv+, Chili, Sky Primafila, Infinity TV], Fino all’ultimo indizio è il nuovo film di John Lee Hancock che vede interpreti Denzel Washington, Rami Malek e Jared Leto, quest’ultimo candidato per il ruolo ai Golden Globe come miglior attore non protagonista.

Los Angeles, 1990. Deacon [Denzel Washington] è un ex detective messo sotto pressione dai suoi superiori per andare in pensione, che viene chiamato nel distretto di polizia di L.A. per accompagnare il giovane Baxter [Rami Malek] a raccogliere prove sulla scena di un delitto. Deacon nota somiglianze tra quell’omicidio e un vecchio caso che non era stato in grado di risolvere durante la sua carriera.

Thriller dal sapore anni ’90 non soltanto per l’ambientazione, ma soprattutto per la costruzione drammaturgica, Fino all’ultimo indizio procede nella narrazione dell’indagine con ritmo costante, passo dopo passo, in maniera estremamente lineare. Indagine che, però, si bloccherà sul nascere, incagliandosi nel bisogno personale di rintracciare un colpevole a tutti i costi.

La pellicola procede, appunto, in maniera fin troppo prevedibile, senza grossi colpi di scena e senza il thrilling che ci si aspetterebbe. I personaggi ricalcano eccessivamente i cliché di Genere: l’anziano detective con un passato oscuro alle spalle che aiuta il suo giovane erede professionale scongiurandogli di fare la sua stessa fine. Perfino il sospettato, Albert Sparma, uno sporco e stralunato Jared Leto, fa fatica a discostarsi dalla macchietta del ragazzaccio solo e rovinato dagli anni, ambiguo ma che, allo stesso tempo, ispirerebbe tenerezza nel caso in cui non si rivelasse colpevole. Questa bidimensionalità dei caratteri non permette alle interpretazioni degli attori di spiccare il volo e di scostarsi dall’archetipo cui sono state confinate.

La regia di John Lee Hancock è dritta, ferma, canonica, fin troppo precisa: talmente tanto da risultare impersonale e lo stesso vale per la fotografia. Facciamo menzione invece di un montaggio interessante e della stupenda colonna sonora firmata Thomas Newman.

Fino all’ultimo indizio è un film senz’altro godibile, ma senza picchi di alcun tipo. È una pellicola appena uscita che, eppure, sembra già passata, figlia del tempo ormai remoto in cui è ambientata. Ci viene da chiederci se non sia colpa della travagliata storia che ha coinvolto la sua produzione, che va avanti da quasi trent’anni. Hancock scrisse infatti nel 1993 la prima bozza della sceneggiatura, che avrebbe dovuto essere diretta da Steven Spielberg il quale, però, rifiutò l’incarico ritenendo la storia troppo oscura. Prima che Hancock decidesse, ventisei anni dopo, di dirigere il film da solo, vennero contattati per stare dietro la macchina da presa Clint Eastwood, Warren Beatty e Danny de Vito.

Fino all’ultimo indizio, quindi, è un film che avrebbe dovuto vedere la luce negli anni ’90, anni in cui siamo sicuri che sarebbe risultato più in linea coi tempi e, dunque, più ammirevole.

Ironia della sorte, questa storicizzazione del percorso creativo è totalmente simile ai destini dei personaggi della storia. Così come Deacon e Baxter si accaniscono nel voler trovare un colpevole a tutti i così, Hancock ha desiderato talmente tanto vedere il suo film sullo schermo da voler scavalcare gli argini del tempo.

Purtroppo, però, si sa: il tempo è tiranno e non ama risparmiare nessuno.

Irene Scialanca

FINO ALL’ULTIMO INIDIZIO

Regia: John Lee Hancock

Con: Denzel Washington, Rami Malek, Jared Leto

Uscita sulle piattaforme in Italia: venerdì 5 marzo 2021

Sceneggiatura: John Lee Hancock

Produzione: Gran Via, Warner Bros.

Distribuzione: Warner Bros. Pictures

Anno: 2021

Durata: 128’

InGenere Cinema

x

Check Also

Su CG Tv i thriller scandalo di Pierfrancesco Campanella

CG TV [4504] è un canale completamente nuovo e interamente dedicato al ...