Home / Recensioni / Animazione / TOM & JERRY di Tim Story

TOM & JERRY di Tim Story

Delusione, amarezza, incredulità e rammarico. Questo è ciò che resta al termine della visione di Tom & Jerry di Tim Story, pellicola in tecnica mista che riporta sul grande schermo due dei personaggi più amati di Hanna & Barbera.

Delusione perché ogni volta che Hollywood cerca di riproporre personaggi o storie che hanno avuto un significato nella vita di molti lo fa sempre per le ragioni sbagliate. Amarezza perché nonostante ci siano i mezzi e i talenti per fare qualcosa che abbia un valore, si preferisce banalizzare tutto fino alle estreme conseguenze della stupidità. Incredulità poiché non si riesce a comprendere come qualcuno abbia davvero creduto – e finanziato – un’operazione del genere. Infine, rammarico poiché sui titoli di coda si acquista la ferale convinzione che al peggio non c’è davvero mai fine.

Nella New York contemporanea, Tom il gatto ha un talento per la musica e il pianoforte. Sogna di esibirsi davanti a un pubblico sempre più vasto e di diventare famoso. Jerry il topo, invece vorrebbe semplicemente trovare casa e stabilirsi in un posticino dignitoso e dotato di ogni comodità. Casualmente i due finiscono alle porte di un lussuoso hotel che sta per ospitare il matrimonio VIP dell’anno.

Allo stesso tempo, anche Kayla si trova ad avere l’occasione della vita: lavorare per le viziatissime e innamoratissime celebrità social che si sposano quel weekend. Chiaramente il topo non è molto gradito al ricevimento di super lusso e di conseguenza ha inizio la solita caccia al roditore di cui Tom viene incaricato ufficialmente dall’hotel al fianco di Kayla. Da mostrarsi in tutto il suo opportunismo, i tre personaggi crescono e capiscono che dalla collaborazione possono avere il meglio e portare tutti a “vivere felici e contenti”.

Con l’incedere della pellicola è sempre più evidente che sia la giovane Kayla la vera protagonista di questo film e che i due personaggi animati siano un buffo contorno, troppo spesso, superfluo e ridondante. È come se Story volesse raccontare la vicenda di una ragazzotta newyorkese sfrontata e ambiziosa, ma che per farlo sia stato costretto a inserire Tom & Jerry.

Si spiegherebbe così la superficialità delle sue scelte, la sciatteria nella costruzione di un universo nel quale tutti gli animali sono cartoni animati [perfino i prosciutti, sic!] e la rozzezza delle animazioni. Tutto appare frettoloso, raffazzonato, mai autentico o necessario ai fini dell’evolversi credibile del racconto. Per non parlare delle sequenze slapstick, bruttissima copia di quelle che hanno fatto amare in tutto il mondo i cartoni di William Hanna e Joseph Barbera. Queste sequenze non riescono in nessuna occasione a omaggiare il materiale originale, né tantomeno ad attualizzarlo rendendolo appetibile a un pubblico troppo giovane che non ha potuto goderne in passato. Una vera delusione che si trasforma in fastidio con il procedere della pellicola che non perde occasione per mostrarsi povera di gusto, di inventiva e di ricerca.

Questo aspetto è particolarmente irritante poiché Hanna & Barbera di gusto e di inventiva ne hanno fatto un marchio: pensate alla ricercatezza nella costruzione di un mondo come quello visto ne Gli Antenati [The Flintstones] o la scorrettezza feroce nell’affrontare la relazione conflittuale tra un gatto e un topo declinata nella dialettica della violenza estetica e mirabolante tanto amata da geni come Chuck Jones o Tex Avary. Prendere questo materiale e banalizzarlo al limite della sciocchezza, mescolandolo con una storiella di ambizione dalla morale distorta e contraddittoria è davvero avvilente e per certi versi umiliante.

Tom & Jerry di Tim Story verrà ricordato soltanto poiché al suo cospetto, I Puffi di Raja Gosnell sembra Quarto Potere!

Paolo Gaudio

TOM & JERRY

Regia: Tim Story

Con: Chloë Grace Moretz, Michael Peña, Colin Jost, Ken Jeong, Nicky Jam, Bobby Cannavale, Lil Rel Howery

Uscita in streaming: 18 marzo sulle principali piattaforme.

Sceneggiatura: Eric Gravning

Produzione: Warner Animation Group, Hanna-Barbera Productions, Keylight Productions, Lin Pictures Turner Entertainment, Warner Bros. Animation

Distribuzione: Warner Bros. Entertainment Italia

Anno: 2021

Durata: 101′

InGenere Cinema

x

Check Also

Su CG Tv i thriller scandalo di Pierfrancesco Campanella

CG TV [4504] è un canale completamente nuovo e interamente dedicato al ...