Home / Recensioni / In sala / THE RAVEN di James Mc Teigue

THE RAVEN di James Mc Teigue

theraven1Sarà stato il successo planetario del dittico ispirato alle avventure di Sherlock Holmes interpretato da Robert Downey jr., ma ora ad Hollywood sembra esser venuta voglia di svecchiare alcune icone letterarie a favore di trame di facile intrattenimento; più esattamente però questo The raven [2012] non usa come protagonista un personaggio nato dalla letteratura, bensì uno dei più famosi scrittori d’ogni tempo, ovvero, come il titolo fa dedurre, l’arcinoto Edgar Allan Poe, autore di opere famose come Il pozzo e il pendolo e Il cuore rivelatore.

Ad interpretare la sua parte è stato chiamato in causa l’attore John Cusack [Con air], mentre la trama, che mescola pirotecnica cinematografia ad una storia di delitti nell’Inghilterra ottocentesca, cerca di accattivarsi la simpatia degli estimatori di Poe riecheggiando vari riferimenti agli scritti del noto personaggio; dal pendolo de Il pozzo e il pendolo [o Saw V, se siete amanti dell’horror dell’ultima ora], al nero rapace onnipresente protagonista de Il corvo [anche titolo del film in questione], fino al ballo de La maschera della morte rossa e la lingua de La verità sul caso di mr. Valdemar, tutti dettagli sparsi qua e là, per fare di The raven un gotico e godibile omaggio al noto scrittore.

Certo se ne apprezza la buona volontà visiva, e la regia di James Mc Teague [V per vendetta], per questo, va lodata, ma il ritmo e l’intreccio giallo che c’è dietro perdono di magnetismo durante la visione, facendo sembrare il film un’opera un po’ più distaccata e meno calorosa nei confronti dell’operato letterario di Poe.

theraven2Apprezzabili quei riferimenti ad un certo cinema del passato, che vanno dalle iconografie visive di tanto cinema, ovviamente, alla Roger Corman, fino a dettagli inquietanti cari ai nostri Dario Argento e Lucio Fulci. Non si può, quindi, dire che McTeague non si sia ben informato sulla materia, solo che a fine visione si ha la netta sensazione di déjà vu, per via degli ovvi accostamenti ad un lungometraggio come La vera storia di Jack lo squartatore [From hell per gli appassionati delle graphic novel], con Johnny Depp, vero punto di ispirazione per The raven; dettaglio che va anche apprezzato, giusto per l’allontanamento da punti di riferimento, commercialmente più abbordabili, come il già citato chiassoso Sherlock Holmes di Guy Ritchie. Ma in fin dei conti si ha a che fare con un film che avrebbe potuto dare più e che invece si accontenta di darci l’essenziale bignami sull’operato letterario di Edgar Allan Poe.

Mirko Lomuscio

 

Regia: James Mc Teigue

Con: John Cusack, Luke Evans, Alice Eve, Brendan Gleeson, Kevin McNally

Uscita in sala in Italia: venerdì 19 marzo 2012

Sceneggiatura: Ben Livingston, Hannah Shakespeare

Produzione: Intrepid Pictures, FilmNation Entertainment, Galavis Film, Pioneer Pictures

Distribuzione: Eagle pictures

Anno: 2012

Durata: 111’

InGenere Cinema

x

Check Also

CURSE OF THE BLIND DEAD di Raffaele Picchio

Raffaele Picchio, regista di Morituris, nel 2020 torna alla regia a quattro ...