Home / Recensioni / Editoria / SAMUEL STERN: “Il Ritorno al Girone” di Guglielmino e Manieri

SAMUEL STERN: “Il Ritorno al Girone” di Guglielmino e Manieri

Arriva in edicola con Bugs Comics il 29 luglio il numero 45 dell’acclamata serie horror a fumetti Samuel Stern, intitolato “Ritorno al girone. Si tratta dell’atteso sequel del numero 8 della collana, “Il secondo girone, che vede il ritorno dello sceneggiatore – oltre che giornalista e critico cinematografico – Andrea Guglielmino ai testi, e del disegnatore Stefano Manieri.

La trama riprende esattamente dalla fine dell’albo precedente operando poi un salto nel tempo per traghettare i personaggi nel presente di Samuel Stern, sul cui capo pende la minaccia di un’imminente Apocalisse.

Sarà infatti l’ultimo albo prima di un ciclo di 12 numeri in stretta continuity tra loro, che porteranno una rivoluzione nel mondo dell’esorcista di Edimburgo.

Tornano personaggi iconici come Madame Luthère, la maitresse del bordello freak dal nome dantesco, e i suoi pittoreschi abitanti come Matka, la donna senza bocca, il nano Lautrec e il gigante Bumbo, la ragazza piumata Shula, ma soprattutto Astra, gemella siamese incinta, privata della sua controparte e in balia di un pericoloso demone particolarmente ostico da scacciare, il problematico David, in procinto di iniziare una nuova vita, e l’ambiguo medico Dottor Stimmler, particolarmente interessato alle loro sorti. 

Samuel e il suo amico fraterno, Padre Duncan, saranno di nuovo messi di fronte a conflitti che sembrano insormontabili.

Questa storia mi gira in testa da tre anni. – dice GuglielminoI suoi semi erano piantati già all’interno de ‘Il secondo girone’, proprio come un gemello saprofita, o un demone che cresceva giorno dopo giorno. Potete immaginare quanto ci sia legato, dato che il ‘girone’ rappresentava il mio esordio ufficiale nel mondo del fumetto da edicola. Credo che i lettori se ne renderanno conto, mentre la leggono. Non è stato facile approcciare a un sequel: bisogna proporre qualcosa di nuovo e sorprendere il lettore, ma al contempo farlo sentire a casa. E’ una storia corale, ricca, complessa, e a differenza de ‘Il secondo girone’ che seguiva le regole del teatro aristotelico per unità di tempo, luogo e spazio, qui ci spostiamo spesso su tutte le coordinate. E’ stata una sfida, come del resto ogni storia di Samuel Stern che mi è capitato di scrivere. Fortunatamente potevo contare sull’arte di Stefano Manieri con cui ormai ci conosciamo e ci capiamo al volo”.

“Tornare al girone è stato emozionante. – dichiara Stefano Manieri – Nel corso di questi tre anni abbiamo costantemente parlato dalla storia con Andrea, non ci siamo mai fermati, anche nella fase in cui lui stava ancora lavorando al soggetto. Al contrario della prima volta, conoscevo in anticipo tutti i punti cardinali della storia e i colpi di scena. Madame e tutti gli abitanti del girone sono rimasti nel nostro cuore, come se fossero dei nostri amici a cui avevamo fatto la promessa di tornare a trovarli. Anche i lettori ci hanno molto supportato. Tra me e Andrea c’è un rapporto simbiotico, ci capiamo al volo, tanto che a volte a lui basta scrivere due righe in sceneggiatura e tutto viene da sé, e questo ci ha molto aiutati. Se vogliamo, è una storia più action rispetto alla prima, in cui ho cercato di mantenere aspetti peculiari del mio tratto, come i chiaroscuri, ma aggiungendo sintesi e dinamismo. Vi assicuro che in questa storia non accade mai quello che vi aspettereste!” 

Andrea Guglielmino si autodefinisce non scrittore ma ‘scrivente’. Spazia dalla saggistica alla narrativa, dal giornalismo alla critica cinematografica passando per le vignette umoristiche, l’illustrazione per l’infanzia, la letteratura ‘breve’ e le sceneggiature per fumetti. Dopo aver pubblicato per le testate Bugs Comics Mostri, Alieni e Gangster esordisce nel mondo del fumetto da edicola proprio con “Il secondo girone [2020], numero 8 della serie Samuel Stern, di cui tra l’altro è direttore responsabile. Per Emmetre Edizioni pubblica il fumetto horror avventuroso Garibaldi Vs. Zombies che diventa presto un successo editoriale e di critica [è ora in corso la lavorazione del prequel Garibaldi Vs. Frankenstein].  Ha conquistato il premio Lorenzo Bartoli per il miglior scrittore al Festival Cassino Fantastica, nel 2023. Pubblica saggi di antropologia del cinema [Star Wars – Il mito dai mille volti, Terminator – Il tempo è una macchina, entrambi per Golem Libri] ed è redattore esperto per CinecittàNews, il daily ufficiale di Cinecittà.

Stefano Manieri esordisce nel mondo del fumetto pubblicando una breve storia su Xcomics 122 per Coniglio Editore, collabora con diverse testate di settore fino ad approdare in Stay Nerd come direttore artistico, dove realizza diverse opere dedicate al mondo videoludico. Nel 2016 viene arruolato da Edizioni Inkiostrodisegnando il terzo numero e il quarto numero della serie Blood Brothers, l’anno successivo è in Editoriale Cosmo dove si occupa dei disegni del numero 4 di Caput Mundi. Nel 2018 oltre alla realizzazione della parte grafica del romanzo fantasy Intermundia Genesis, pubblica una serie di storie brevi per National Geographic Kids nella collana Space Kids. Dal 2019 lavora con Bugs Comics diventando uno dei disegnatori della serie Samuel Stern.

InGenere Cinema

x

Check Also

16X21 – L’ERA DEI BONELLIDI: Il saggio Bugs Comics in anteprima a Lucca Comics & Games

Si tiene giovedì 2 novembre alle ore 10:00 alla sala Tobino del ...