Home / Recensioni / Home Video / ANACONDA di Louis Llosa

ANACONDA di Louis Llosa

Ci sono film che, seppur senza pretese né grandi aspettative, riescono a far passare allo spettatore un’ora e mezza di svago, facendo leva su pochi elementi, semplici e chiari, uniti a una buona dose di leggerezza. Anaconda di Louis Llosa [1997] è uno di questi.

Una troupe televisiva, composta dalla regista Terri Flores [Jennifer Lopez], il cameraman Danny Rich [Ice Cube], la produttrice Denise Kalberg [Kari Wuhrer], il tecnico del suono Denise Gary Dixon [Owen Wilson], il documentarista Warren Westridge [Jonathan Hyde], il professore di antropologia Steven Cale [Eric Stoltz] e il capitano Mateo [Vincent Castellanos] è impegnata nelle riprese di un documentario in Amazzonia, lungo il Rio delle Amazzoni, sul leggendario popolo degli Shirishamas, del quale si sono da tempo perdute le tracce. Nel corso di una giornata di tempesta, il gruppo salva la vita a Paul Sarone, rimasto a bordo della sua imbarcazione in avaria. L’uomo è un personaggio misterioso e afferma di sapere dove si trova la tribù e, in segno di riconoscenza per il loro aiuto, si offre di condurli nel luogo in cui vivono.

Il viaggio procede tranquillamente, ma all’improvviso le cose iniziano a precipitare: nel tentativo di liberare l’elica del battello da un groviglio di alghe, Cale viene punto da una enorme vespa infilatasi nella sua attrezzatura subacquea, e non può più essere parte attiva del gruppo. Da questo momento iniziano i guai, perché un’enorme anaconda, minacciata dalla presenza del gruppo nel suo territorio entra in azione.

La creatura mostruosa che si nasconde acque della foresta del Rio delle Amazzonia non sono è intelligente, ma ha dalla sua un istinto e sensi molto sviluppati, che le permettono di agire ogniqualvolta uno dei protagonisti compie una sciocchezza o tenta di tramare una trappola.

Eppure ad essere più in pericolo rispetto al gruppo e allo stesso gigantesco rettile è Sarone, perché è lui a trattenere ogni volta il gruppo, evitando che si metta in salvo rientrando al campo base. L’ospite è, infatti, interessato a far parlare di sé nel caso in cui si realizzasse il suo sogno: catturare una gigantesca anaconda, diventare quindi una leggenda e far soldi. I protagonisti, ormai nel mirino della bestia acquatica, dovranno ingegnarsi per salvarsi e studiare un modo per liberarsi di Sarone, ed evitare di diventare tutti prede dell’animale.

Alcune situazioni per così dire pericolose presenti nel film, hanno un che di surreale, e costituiscono la parte più “succulenta” del film, anche se realizzate con mezzi a volte spartani. Sembra quasi che il regista sia consapevole di ciò e voglia fare ricorso all’autoironia. L’apparizione della creatura non è mai una vera sorpresa, tutto è prevedibile, ma Anaconda è piacevole da vedere perché è un monsoter movie che non si prende sul serio e non ha pretese, che diverte e che sembra strizzare l’occhio al Genere anni ’50, a cui ancora adesso guardiamo con nostalgia.

Nel cast, nientemeno che una giovanissima Jennifer Lopez, nei panni di un personaggio in generale poco incisivo – ma d’altronde tutti i personaggi in realtà sono assai convenzionali –  ma che nella storia si troverà a dover tener le redini di tutto.

Da evidenziare poi l’intro del film, che vede Danny Trejo nei panni di un bracconiere la cui barca rimane incagliata nel rio delle Amazzoni nel bel mezzo di una foresta tropicale, sorpreso nottetempo dalla creatura da cui cerca di sfuggire!

Il film, che ha avuto tre seguiti, è disponibile in DVD e Blu-ray in edizione limitata distribuito da CG Entertainment.

Se siete proprio appassionati di monster movie e film eco-vengeance con animali assassini, non lasciatevi scappare l’edizione CG Variant Edition: la custodia Amaray del Blu-Ray è custodita all’interno di una box cartonato con in cover una riproduzione della locandina di Anaconda con un curioso effetto tridimensionale su tutta la pelle pitonata del serpente, che vi farà provare l’esperienza di accarezzarne le squame. Che horror!

Gilda Signoretti

ANACONDA

Voto film:

Voto Blu-Ray: 

Regia: Louis Llosa

Con: Jennifer Lopez, Ice Cube, Kari Wuhrer, Owen Wilson, Jonathan Hyde, Eric Stoltz, Vincent Castellanos

Formato: 2,40:1

Audio: Italiano Dolby TrueHD, Inglese Dolby TrueHD, Spagnolo Dolby TrueHD,

Extra: /

Distribuzione: CG Entertainment [www.cgentertainemnt.it]

InGenere Cinema

x

Check Also

CURSE OF THE BLIND DEAD di Raffaele Picchio

Raffaele Picchio, regista di Morituris, nel 2020 torna alla regia a quattro ...