Home / Recensioni / In sala / VENOM – LA FURIA DI CARNAGE di Andy Serkis

VENOM – LA FURIA DI CARNAGE di Andy Serkis

A tre anni dal successo di pubblico – ma non tanto di critica – del precedente Venom di Ruben Fleischer, torna sul grande schermo l’omonimo simbionte alieno, parassita del cronista d’assalto Eddie Brock [Tom Hardy].

In questo nuovo capitolo, i due sembrano aver finalmente trovato [o quasi] una sorta di equilibrio nella loro convivenza, fino a quando il serial killer Cletus Kasady [Woody Harrelson], detenuto in attesa di essere giustiziato per i suoi efferati omicidi, richiede misteriosamente le attenzioni di Brock, rifiutandosi di parlare con altri. Approfittando dei colloqui pretesi, il folle Kasady riesce a ferire lievemente il reporter e ad ingurgitare una goccia di sangue, mista con quello alieno. Ciò porterà l’assassino, durante la sua esecuzione, a mutare gradualmente e a scatenare la furia di un nuovo simbionte: Carnage, pronto a portare caos e distruzione per le strade di San Francisco, al fianco dell’altrettanto psicotica Frances Barrison/Shriek [Naomie Harris], amante in grado di emettere potenti onde sonore.

Con Venom – La furia di Carnage, proseguono le produzioni Marvel Entertainment targate Sony, che sfruttano appieno il pacchetto di personaggi legati a Spider-Man – di cui lo studio detiene i diritti – continuando a percorrere una strada indipendente [forse] da quella presa dall’Universo Cinematografico Marvel targato Disney.

È ormai chiaro che i personaggi di Eddie Brock e Venom stiano particolarmente a cuore all’attore Tom Hardy, tanto da non aver preso solamente l’impegno di interpretarli, ma anche quello di scrivere il soggetto del film. Inoltre, l’attore britannico si è avvalso della collaborazione di un collega connazionale: Andy Serkis, qui alla sua terza regia, sempre più determinato a distaccarsi dalla figura di solo interprete di personaggi realizzati in motion capture, dopo i vari Gollum, King Kong e Cesare dell’ultima trilogia de Il pianeta delle scimmie.

Serkis realizza così un cinecomic Marvel “vecchio stampo”, ricollocabile nell’era di quelli indipendenti usciti negli anni 2000 – come i vari Daredevil e Ghost Rider, non del tutto riusciti – e condensando il tutto in 97 minuti di durata.

Per quanto ormai sia stata ben stabilita l’impronta di “strana coppia” investigativa e di antieroi data al bizzarro duo Brock/Venom, il film perde l’occasione di darne una altrettanto solida – e tanto bramata dai fan del fumetto – alle controparti Kasady/Carnage. Questa iconica nemesi si ritrova ad avere le ali tarpate, come successe in parte allo stesso Venom, vedendosi costretta a contenere le sue doti da “macellaio” e limitandosi così a far esplodere automobili, elicotteri e ad uccidere le sue vittime senza che queste vengano chiaramente inquadrate, eliminando la tanto promessa carneficina.

In più, l’aver reso il personaggio di Shriek l’amata di Kasady – in una dinamica di coppia che ricorda molto quella di Assassini nati di Oliver Stone – non fa altro che renderlo vulnerabile al primo segno di pericolo nei riguardi della donna.

Un vero peccato, perché è proprio grazie a queste “qualità”, non sempre edulcorate, che il personaggio è riuscito ad entrare nell’immaginario collettivo fin dalle sue prime apparizioni su carta negli anni 90’, al pari di un altro iconico villain: il Joker di casa DC Comics. Se i realizzatori non volevano azzardarsi a rendere le sue malefatte violente come quelle, ad esempio, di Joaquin Phoenix in Joker, potevano almeno trovare una via di mezzo fra quelle di Jack Nicholson in Batman e quelle di Heath Ledger ne Il cavaliere oscuro, osando di più e sfruttando la sopracitata indipendenza da ciò che viene sfornato in casa Disney. Le motivazioni, però, arrivano ad essere chiare se si resta seduti in poltrona fino alla fine dei titoli di coda.

Riduttivo, frettoloso e colmo di momenti poco sviluppati, tra cui le vere motivazioni che portano i due “gladiatori” allo scontro finale, Venom – La furia di Carnage potrebbe soddisfare chi ha apprezzato e accettato i compromessi del suo predecessore, ma potrebbe lasciare l’amaro in bocca a chi si aspettava la giusta resa di un cattivo tanto agognato.

Luca Pernisco

VENOM – LA FURIA DI CARNAGE

Regia: Andy Serkis

Con: Tom Hardy, Woody Harrelson, Michelle Williams, Naomie Harris, Reid Scott, Stephen Graham

Uscita in Italia: giovedì 14 ottobre 2021

Sceneggiatura: Kelly Marcel

Produzione: Columbia Pictures, Marvel Entertainment, Tencent Pictures, Pascal Pictures

Distribuzione: Warner Bros. Entertainment Italia

Anno: 2021

Durata: 97’

InGenere Cinema

x

Check Also

RAVENNA NIGHTMARE FILM FEST: Tutte le novità dell’edizione 2021

Ravenna, 19 ottobre 2021. Si è conclusa la conferenza stampa di presentazione ...