Home / Recensioni / In sala / FRIEND REQUEST – La morte ha il tuo profilo di Simon Verhoeven

FRIEND REQUEST – La morte ha il tuo profilo di Simon Verhoeven

friend-request-1Che nell’era di internet e dei nativi digitali tutto, anche il cinema, debba orientarsi in direzione del web è cosa ovvia. E da copione anche il Genere non può esimersi dall’esprimere la propria opinione a riguardo.

Nell’horror, l’ultimo a dire la sua era stato Levan Gabriadze con il suo Unfriended, film interamente sviluppato all’interno della finestra multipla della chat di un social network.

Lì la storia girava attorno ad un grave caso di cyber-bullismo che aveva portato al suicidio di una ragazza che, a distanza di tempo, si ridestava dal suo sonno eterno per vendicarsi dei responsabili della sua dipartita partendo proprio dal social in cui tutto aveva avuto inizio.

Nel Friend Request – La morte ha il tuo profilo non ci si sposta di tanto: la storia è quella di Laura e Marina, due studentesse del college. La prima ha tanti amici nella realtà e ancora più sui social, è fidanzata e conduce una vita felice e spensierata; l’altra è sola, nel reale e nel virtuale, un po’ dark e con evidenti problemi psicologici – primo fra tutti un rapporto anormale con la morte e il macabro – che la portano ad essere sempre più isolata dai suoi coetanei.

friend-request-2Un giorno Marina invia una richiesta di amicizia su Facebook proprio a Laura che, senza pensarci, la accetta. La nuova arrivata inizia ad essere da subito ossessiva: continui messaggi e commenti, fino ad arrivare ad una vera e propria scenata in aula mensa, a scuola. A Laura non rimane che allontanare Marina e, per darci un taglio netto, decide di eliminarla anche dai suoi contatti social. L’ennesimo rifiuto, porta la seconda ragazza al suicidio ma, proprio come per Unfriended, la morte sarà solo un trampolino di lancio che porterà l’anima inquieta della sociopatica a impossessarsi delle vite internettarie della protagonista e dei suoi amici con un unico scopo: eliminarli tutti, per far sentire a Marina il peso insopportabile della solitudine.

friend-request-3Rispetto al film di Gabriadze, Verhoeven ristabilisce una dinamica filmica più strutturata, abbandonando lo sperimentale riquadro della chat. La trama, similare, ne trae giovamento e respiro a livello di sviluppo di scene, situazioni e location, pur continuando a non voler dire qualcosa di davvero suo o di poco ascoltato.

Una ghost story come tante? Sì, assolutamente, ma il giocattolo funziona e Friend Request si dimostra un titolo infine non disprezzabile, se si ricerca un horror ludico con cui intrattenersi senza urlare di piacere.

Luca Ruocco

FRIEND REQUEST – La morte ha il tuo profilo

2.5 Teschi

Regia: Simon Verhoeven

Con: Alycia Debnam-Carey, William Moseley, Connor Paolo, Brit Morgan, Brooke Makham

Uscita in sala in Italia: mercoledì 8 giugno 2016

Sceneggiatura: Matthew Ballen, Philip Koch, Simon Verhoeven

Produzione: Wiedemann & Berg Film, SevenPictures Film, Two Oceans Productions

Distribuzione: Adler Entertainment

Anno: 2016

Durata: 92’

InGenere Cinema

x

Check Also

HAROLD RAMIS – MIO PADRE L’ACCHIAPPAFANTASMI di Violet Ramis Stiel

Amici di InGenereCinema.com, se anche voi amate quanto il sottoscritto il dottor ...