Home / Recensioni / In sala / MAGIC MIKE XXL di Gregory Jacobs

MAGIC MIKE XXL di Gregory Jacobs

magic-mike-xxl-1Orfano del Premio Oscar Matthew McConaughey, il magico Mike torna a ballare, spogliarsi e a divertirsi [vera grande novità rispetto al precedente capitolo] allontanando il malessere intimo dello spogliarellista che abbraccia un’inaspettata leggerezza. Che questo Magic Mike XXL sia l’inizio di un nuovo franchise? Il produttore, sceneggiatore, attore e ballerino Channing Tatum, spera proprio di sì.

Mike si è lasciato alle spalle la vita da spogliarellista ormai da tre anni. Anche gli altri “Re di Tampa” sono pronti a gettare la spugna. Ma vogliono farlo a modo loro: dando vita ad un ultimo, incandescente spettacolo a Myrtle Beach assieme al leggendario Magic Mike.

Durante il viaggio, che passando per Jacksonville e Savannah li porterà sul palco della loro più attesa esibizione, consolideranno vecchie amicizie e ne faranno di nuove, impareranno nuove mosse e si scrolleranno di dosso il passato in modo sorprendente.

Quando Steven Soderbergh realizzò con un budget di appena sette milioni di dollori – una miseria per Hollywood – il primo capitolo di Magic Mike – film tratto dalla biografia di Channing Tatum – nessuno si sarebbe mai immaginato il successo al botteghino che ha avuto, diventando una delle pellicole più viste del 2012.

magic-mike-xxl-2Ma se Soderbergh vedeva in questa vicenda un pretesto per affrontare temi come la debolezza, la frustrazione o il rapporto, a volte ambiguo, tra allievo e maestro, con il cambio in cabina di regia dell’esordiente Gregory Jacobs, tutto questo lascia spazio ad una inaspettata leggerezza e freschezza che esalta le capacità dei “Re di Tampa” che si esibiscono al loro meglio.

Niente più desideri nascosti, ambizioni abortite, pregiudizi insanabili, ma solo la voglia di dimenticare tutto, salire su un furgone ed affrontare l’autostrada americana per raggiungere la più grande convention di strip maschile a Myrtle Beach. Un camioncino pieno di uomini pompati e curatissimi che si abbandonano a riflessioni nostalgiche, eccessi di tutti tipo, nudità, allusioni sessuali tutt’altro che velate, coreografie mirabolanti, battute e palesi strizzatine d’occhio al mondo gay.

magic-mike-xxl-3Questa ritrovata voglia di spensieratezza passa attraverso il suo protagonista, Mike, per diffondersi in tutto il film regalando al pubblico – soprattutto quello femminile – un costante sorriso sulle labbra. La nuova dimensione, meno dramma conflittuale e più commedia brillante, appare più indicata per un progetto che fa del risultato al botteghino una prerogativa assoluta e, nonostante gli incassi siano un po’ calati rispetto al precedente, non ci sorprenderebbe rivedere i “Re di Tampa” ancora una volta al cinema, rigorosamente come mamma li ha fatti. Costi bassi, incassi da record, un’equazione che non sempre riesce ma la sincerità di Magic Mike XXL non può che essere accolto positivamente.

Paolo Gaudio

MAGIC MIKE XXL

2.5 Teschi

Regia: Gregory Jacobs

Con: Channing Tatum, Matt Bomer,Joe Manganiello, Kevin Nash, Adam Rodriguez, Gabriel Iglesias, Amber Heard, Elizabeth Banks, Jada Pinkett

Sceneggiatura: Reid Carolin

Uscita in sala in Italia: giovedì 24 settembre 2015

Produzione: Iron Horse Entertainment

Distribuzione: Warner Bros. Picture Italia

Anno: 2015

Durata: 130’

InGenere Cinema

x

Check Also

THE ANIMAL KINGDOM di Thomas Cailley

Ancora una volta il cinema francese ci indica la via: quella di ...