Home / Recensioni / Animazione / I PUFFI 2 di Raja Gosnell

I PUFFI 2 di Raja Gosnell

ipuffi2-1A distanza di due anni da I Puffi 3D, ecco già pronto ad arrivare al cinema I Puffi 2 [sempre in 3D], che, come per il precedente capitolo, debutta nei cinema italiani a settembre, giovedì 19, distribuito da Warner Bros.

A dirigerlo è Raja Gosnell [Big Mama, Scooby-Doo], che, come nel film precedente, punta sullo stesso gruppo di sceneggiatori: J. David Stem & David N. Weiss, con Jay Scherick & David Ronn [autori peraltro del soggetto] e Karey Kirkpatrick, come sullo stesso direttore della fotografia, Phil Méheux o sullo stesso scenografo, Bill Boes.

I Puffi, quegli strani ometti blu, alti suppergiù due mele o poco più, animati in computer grafica, hanno ceduto anche stavolta al fascino delle tre dimensioni, come vuole la moda del momento. Un 3D buono, ma certo non esaltante.

E, come d’obbligo, a impedire ai Puffi di dormire sonni tranquilli è Gargamella [Hank Azaria], che, con l’inseparabile gatta Birba, studia un modo per acciuffare una volta per tutte i suoi storici nemici.

Ciò che interessa particolarmente al mago, diventato nel frattempo il prestigiatore più famoso di Francia [dove è ambientato il film], i cui spettacoli raggiungono sempre il tutto esaurito, è di scoprire l’incantesimo compiuto da Grande Puffo per trasformare Puffetta, dalla creatura originata nel laboratorio alchemico del mago cattivo, in quella che è adesso, così da poter creare un esercito di puffi da cui estrarre il siero che è alla base delle sue magie più riuscite e poter dominare il mondo.

ipuffi2-2Intanto, al villaggio, i Puffi trascorrono le giornate con l’allegria e la sinergia di sempre. Puffetta, però, da un po’ di tempo appare pensierosa, lei che [come nella storia originale a fumetti di Peyo e animata da Hanna & Barbera] fu creata da Gargamella con i capelli neri corvini e con un’indole cattiva [una pietra al posto del cuore], con lo scopo di entrare nel villaggio e creare confusione tra i Puffi, che non ne conoscevano le origini.

Il Grande Puffo, che vide del buono in lei, la resa bella e buona, ma, nonostante ciò, Puffetta è in crisi con sé stessa, riconoscendosi comunque come creazione di Gargamella, suo padre, il quale è appena riuscito a creare altre due creature dispettose: i Monelli, rispettivamente Pestifera e Frullo, che gli saranno utili per i suoi diabolici sui Puffi.

ipuffi2-3I Puffi 2 3D non si discosta molto dal suo predecessore, per impianto e gag, soprattutto riprende il tema familiare tanto abusato nelle commedie americane, girando intorno al valore dell’unità e all’importanza che la famiglia riveste nella vita dei nostri protagonisti.

Nulla di nuovo all’orizzonte, quindi. In questo I Puffi 2 3D, però, si ha la sensazione che le due storie, quella dei Puffi prima, e dei protagonisti umani, poi, che si uniscono nel finale, pecchino di eccessive lungaggini che fanno perdere un po’ l’attenzione, per poi riprendersi nel momento in cui la rivincita dei Puffi su Gargamella diventa azione.

Grande Puffo a Puffetta: “Non è importante da dove provieni, ma quello che scegli di essere”.

Gilda Signoretti

I PUFFI 2 

2 Teschi

Regia: Raja Gosnell

Con: Hank Azaria, Neil Patrick Harris, Brendan Gleeson, Jaima Mays

Uscita in sala in Italia: giovedì 19 settembre 2013

Sceneggiatura: J. David Stem, David N. Weiss, Jay Scherick, David Ronn, Karey Kirkpatrick

Produzione: Kerner Entertainment Company, Columbia Pictures, Sony Pictures Animation, Hemisphere Media Capital

Distribuzione: Warner Bros. Pictures Italia

Anno: 2013

Durata: 105′

InGenere Cinema

x

Check Also

ABIGAIL di Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett

Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett sono due veri amici dell’horror. Con il ...