Home / Recensioni / Home Video / TAIL STING di Paul Wynne

TAIL STING di Paul Wynne

Un gruppo di scienziati australiani si imbarcano su un volo diretto in America. Assieme a  loro un gruppo davvero eterogeneo di individui: da una lottatrice di karate a una ricca signora che troneggia in prima classe, da un giovane afroamericano dall’animo cabarettistico a due fratelli arabi, che hanno tutta l’aria di voler dirottare l’aereo per compiere qualche atto terroristico.

Nella stiva è stato fatto caricare il risultato di anni di ricerche del team scientifico: alcuni esemplari di scorpioni geneticamente modificati che sarebbero dovuti tornare utili [in qualche modo…?!] nella cura delle più pericolose malattie del genere umano.

Qualcosa, però, non va per il verso giusto. Uno degli scienziati, che già in precedenza aveva tentato di impossessarsi delle creature assoldando un gruppo di mercenari, decide di ritentare il colpo ad alta quota.

Subito scoperto, cerca di salvare la situazione, ma i suoi tentativi degenerano in rissa, e i fatti iniziano a prendere una brutta piega: lo scienziato, involontariamente, uccide un collega.

I guai seri, però, cominciano quando gli scorpioni, liberi dai contenitori in cui erano stati imprigionati, iniziano a scorazzare per l’aereo, mietendo vittime e ingrandendosi a vista d’occhio a contatto con l’aria.

AvoFilm, etichetta che per gli appassionati del Genere non ha bisogno di presentazioni, presenta Tail Sting [prodotto nel 2001, ma del 2007 come prima edizione italiana], del regista Paul Wynne [El Chupacabra, 2003 – Alien 51, 2004].

Siamo dalle parti dell’eco-vengeance, ma in salsa decisamente più pecoreccia: le creature annaspano e a malapena riescono a muovere all’unisono le scheletriche zampette, ma in compenso emetto dal pungiglione fiotti di liquido verdastro e riescono a sfondare la cassa toracica delle vittime con una puntura.

Picchi di weird notevoli, per un film d’intrattenimento, che di certo non può vantare una sceneggiatura o una regia illuminate. Nell’edizione AvoFilm, nessun extra di rilevo, a parte il trailer e una galleria fotografica.

Luca Ruocco

 

Regia: Paul Wynne

Con: Christian Scott, Laura Putney

Durata: 93’

Formato: 4:3

Audio: Italiano [5.1 – DTS – 2.0], Inglese [2.0]

Distribuzione: AvoFilm

Extra: Trailer e Galleria Fotografica

InGenere Cinema

x

Check Also

IL SENZACODA di Loredana Lipperini [illustrato da Stefano Tambellini]

Da casa Salani arriva in libreria una storia che saprà sicuramente conquistarvi: ...