Home Video

OSCAR INSANGUINATO di Douglas Hickox

oscar insanguinatoSinister Film ripropone in DVD una nuova edizione – dopo quella MGM ormai fuori catalogo – di uno dei gioielli dell’horror britannico, Oscar insanguinato [Theatre Of Blood], magistrale thriller dalle venature sinistre e inquietanti diretto da Douglas Hickox e interpretato dal grande Vincent Price.

Edward Lionheart, consumato attore teatrale di vecchia impostazione, decide di vendicarsi dei critici che hanno sempre disprezzato le sue interpretazioni, negandogli in questo modo un prestigioso premio. Coadiuvato nel suo piano dalla figlia Edwina, Lionheart inscena un suicidio per mettere in atto in tutta tranquillità il suo sinistro piano: i critici che lo hanno tanto bistrattato finiranno uno per uno come le vittime delle tragedie Shakesperiane, da Giulio Cesare a Troilo e Cressida, da Enrico IV al Mercante di Venezia, le piéces da lui stesso interpretate saranno da guida per dare il benservito agli odiati e astiosi critici in questione.

Dopo i due film basati sul personaggio del dottor Phibes, Price decide di interpretare un’altra figura perfida e vendicativa, ma la simpatia che infonde con il suo gigioneggiare, unitamente al movente – più che giustificato – che lo induce a farsi giustizia da solo, lo schierano tout court dalla parte dello spettatore.

Continua a leggere

MALAKAI – INCUBO DI SANGUE di John Stanley

Per la prima edizione di una convention dedicata all’horror in quel di San Francisco, gli organizzatori invitano anche Malakai, misterioso attore specializzato in ruoli da vampiro diventato idolo dei fans dei film del genere. Dopo l’arrivo del lugubre Malakai al teatro dove si svolgerà la manifestazione, alcune persone cominciano a morire in modo misterioso: mentre la polizia indaga, scopriamo che i due agenti dell’attore sono niente di meno che i leggendari Burke e Hare, che Malakai tiene in vita da tempo grazie a pozioni inventate da lui stesso, il quale ha anche (!) un passato da dottore nazista.

Gli organizzatori, tra i quali uno scrittore di Genere e un santone esperto di fumetti, faranno luce sul mistero con l’aiuto di uno strambo cacciatore di vampiri, “Il Vendicatore”.

Con Nightmare In Blood, il regista John Stanley realizza un’opera del tutto particolare, che piacerà sicuramente agli appassionati del Genere ma meno agli altri.

Dal geniale film nel film con cui attacca fino ai credits di coda, Malakai è una full immersion nel puro cinema di serie B: la mediocre recitazione degli interpreti, la fotografia e le ambientazioni perennemente scure e alcuni effettacci gore contribuiscono alla “riuscita” di questo divertissment che comunque si fa seguire fino alla fine.

Continua a leggere

VAMPIRI AMANTI di Roy Ward Baker  

Laura, la figlia del generale Spielsdorf, diventa intima amica dell’ambigua Marcilla. Dopo essersi ammalata misteriosamente, Laura muore e Marcilla scompare nel nulla, per poi ricomparire in un’altra casa sotto il nome di Carmilla. Spielsdorf decide di indagare sull’accaduto e chiede aiuto a un cacciatore di vampiri. Trasposizione cinematografica del romanzo Carmilla di Le Fanu, Vampiri amanti [1970] è un gioiello d’epoca targato Hammer Film, da sempre sinonimo di garanzia nel Genere.

Il film, in cui si ritrovano tutti gli elementi classici del vampire movie, è anche il primo capitolo della trilogia dedicata alla vampira Carmilla, a cui seguiranno Mircalla, l’amante immortale e Le figlie di Dracula, entrambi realizzati l’anno successivo.

A livello tecnico, Vampiri amanti conta su una realizzazione pregevole: la fotografia suddivide il film in due parti, illuminando la prima quasi totalmente alla luce lunare, e impostando la seconda con tonalità di colore molto fredde.

Anche le ambientazioni sono curate, tra nebbie e castelli in puro stile gotico, così come l’interpretazione dei personaggi: la bellissima Ingrid Pitt è l’ambigua Marcilla/Carmilla, eterea presenza che aleggia lungo tutto il film, mentre il “solito” Peter Cushing si cala nei panni di Spielsdorf con la solita bravura e classe che lo contraddistingue.

Continua a leggere

ALIEN COVENANT + SCAPPA – GET OUT + BLADE RUNNER – THE FINAL CUT

Alien Covenant BDCovenant è una nave spaziale impiegata in una missione di colonizzazione planetaria. Nel pieno del proprio viaggio, una tempesta di neutrini rischia di mandare in avaria gran parte degli impianti, per questo i computer centrale e il membro sintetico dell’equipaggio, Walter, decidono di risvegliare l’equipaggio.

Durante le manovre messe in atto per ripotare la situazione alla norma, la nave intercetta un messaggio proveniente da un pianeta abitabile molto più vicino rispetto a quello scelto come destinazione.

Quando parte dell’equipaggio scenderà sulla superficie del pianeta, una spaventosa minaccia biologica non tarderà a palesarsi. Ma non è la sola sorpresa ad aspettarli: gli uomini del Covenant ritrovano un velivolo alieno schiantato e le tracce del passaggio della nave spaziale Prometheus… In poco tempo i nuovi arrivati verranno rintracciati da David, l’androide della nave misteriosamente scomparsa, un modello precedente a quello di stanza di Covenant, ma di identico aspetto esteriore.

Se proprio in Prometheus, Ridley Scott e gli sceneggiatori Jon Spaihts e Damon Lindelof erano riusciti ad ingrandire l’universo narrativo di Alien, ad allargarlo in maniera smisurata, con Alien: Covenant il regista vuole ritornare sui passi di Alien più che del capitolo direttamente predecessore. Non può, certo, dimenticare il viaggio della nave Prometheus o la mitologia degli Ingegneri, ma non vuole porre l’accento su quello.

Continua a leggere

LIBERAMI di Federica Di Giacomo in Home Video

Fino a che punto siamo disposti ad arrivare pur di liberarci dal male che ci logora? Sembra essere questa la domanda attorno a cui gira il film documentario Liberami, della regista Federica Di Giacomo, vincitore della sezione Orizzonti alla73esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia e distribuito in dvd da CG Entertainment.

In Liberami lo spettatore viene portato a porsi una serie di domande sul mondo dell’esorcismo e sulle sue sfaccettature, sul legame tra esorcismo e psicologia e su come l’una invada il campo dell’altra. La figura principe del docufilm è don Cataldo, intento a muoversi tra i fedeli – a volte non spontanei, bisogna dirlo – con semplicità, ma anche con autorevolezza, quella che compete a chi, come lui, combatte il demonio e libera dalla sua possessione i cosiddetti ‘indemoniati’ o presunti tali.

 

Continua a leggere

PUFFI: COLLEZIONE 3 FILM

Distribuita da Sony Pictures il primo cofanetto contenente la trilogia cinematografica dei Puffi al cinema, che si conclude con I puffi – Viaggio nella foresta segreta, uscito lo scorso aprile, non più diretto da Raja Gosnell come i precedenti ma da Kelly Asbury. Vi abbiamo parlato ampiamente di ciascuno dei tre film alla loro uscita: se nei primi due l’animazione e il live action si confondevano, il terzo invece è un film completamente d’animazione, in cui i Puffi sono protagonisti assoluti, senza più gli umani Patrick [Neil Patrick Harris] e Grace [Jayma Mays] con cui confrontarsi, e in cui Gargamella costituisce come sempre una minaccia. Se nei due film precedenti l’azione e l’allegria era sempre in moto, qui i toni si fanno un po’ più seri.

Siamo nel villaggio blu dei Puffi, e Puffetta, più matura di come l’avevamo lasciata nei due film precedenti, è in preda a mille domande sulla sua identità, lei che, unico essere femminile della sua specie, è stata creata nel laboratorio dal malvagio mago che vuole far fuori tutti gli omini blu.

Continua a leggere

TERROR: Stephen King in DVD per Warner Home Video

TERROR - 4 TV SERIES STEPHEN KINGIl mondo narrativo creato da Stephen King ha da sempre trovato specchio in continui adattamenti cinematografici. Registi, produttori e sceneggiatori si sono dimostrati ghiotti del suo materiale creativo confezionando di volta in volta film e serie, su cui spesso il Re non ha mancato di rilasciare dichiarazione riguardo il suo gradimento di questi adattamenti…

In un’annata cinematografica talmente kinghiana da vedere arrivare in sala al principio dell’estate il film tratto da La torre nera  e che vedrà a breve l’atteso esordio cinematografico del malvagio clown Pennywise nell’It di Andy Muschietti, Warner Home Video rende omaggio a Stephen King con due cofanetti DVD: Terror è il titolo di entrambe le raccolte: 4 TV Series Collection, il primo, dal packaging bianco; 8 Film Collection , il secondo, con cover nera.

Entrambi i cofanetti contengono, dentro la custodia cartonata, confezioni amaray con i dischi: una con 7 DVD per quello dedicato alle serie TV; due custodie amaray da 4 dischi nell’altro.

Questi i link Amazon dove acquistarli:

Horror Collection Film: http://amzn.eu/01VhSc7
Horror Collection Tv Series: http://amzn.eu/dPii0Bg

…ma intanto parliamone un po’.

Continua a leggere

SCARE COMPAIGN + NON BUSSATE A QUELLA PORTA + XX – DONNE DA MORIRE

Scare CompaignScare Campaign è un piacevole horror slasher diretto dai fratelli australiani Colin e Cameron Cairnes: una troupe televisiva assai strampalata gestisce un programma basato su esagerate candid camera in stile horror.

Dopo numerose stagioni di grande successo, però, il format sembra stia perdendo l’interesse della direttrice del network che concede alla giovane troupe un ultimo episodio per farle cambiare idea circa la chiusura della trasmissione.

Ma quest’ultimo terribile scherzo sembra iniziare già con il piede sbagliato: cosa potrebbe succedere, infatti, se il gruppo avesse preso di mira la persona sbagliata? Se avesse orchestrato con tutti i crismi uno scherzo contro un uomo dagli evidenti problemi di instabilità psicologica? Di certo il pericolo e la paura, di solito costruite con maestria e comandate a distanza, si sarebbero fatte assai più presenti e concrete e, soprattutto, avrebbero abbracciato anche i giovani che, di solito camuffati da spettri, cadaveri, assassini o nascosti dentro stanze segrete, finora hanno pensato di poter muovere i fili del terrore.

Il film dei due registri australiani Cameron Cairnes e Colin Cairnes gioca sul rapporto tra violenza mediatica e violenza reale, che si mescolano in quello che parte come un candid a più facce, ma che poi si trasforma in una sorta di snuff… un format assai più appetitoso per un pubblico ormai annoiato per la paura troppo falsata di Scare Compaign.

Continua a leggere

KONG SKULL ISLAND in Blu-Ray

Il Kong: Skull Island di Jordan Vogt-Roberts è un reboot della storia del re delle scimmie. Non ha e non cerca legami riconoscibili ai film precedenti che vedono Kong protagonista. Il suo lavoro è quello di attualizzare la storia per renderla appetibile soprattutto per il pubblico più giovane. Un piano preciso e ben studiato: innanzitutto avere un gorilla grande, il più grande Kong mai avuto, con i suoi 30 metri di altezza. Poi il desiderio di girare un film che fosse anche un ottimo punto di partenza per una saga che avrebbe dovuto abbracciare anche un altro re: Godzilla, in un altro di quei piani filmici di universo condiviso che, ormai, vanno molto di moda in questo periodo!

1973: una spedizione fatta di militari dell’esercito americano, reporter e di studiosi della società segreta chiamata Monarch, si dirige verso un’isola sconosciuta e inesplorata, scoperta grazie all’utilizzo delle prime tecnologie satellitari. Appena arrivati sull’isola e aver sganciato dagli elicotteri delle bombe utili a sondare gli strati più sotterranei dell’isola, il gruppo viene attaccato da un gigantesco gorilla gigante: gli uomini della spedizione scopriranno di trovarsi di fronte a Kong, una sorta di divinità per gli indigeni; l’unico della sua specie rimasto in vita per difende le altre creature viventi di Skull Island da mostri altrettanto fuoriscala ma davvero malvagi: gli Strisciateschi, creature rettiloidi dall’aspetto mostruoso e alcune parti del proprio scheletro a vista.

Continua a leggere

IL SAPORE DELLA CILIEGIA di Abbas Kiarostami

A quasi un anno dalla morte dell’intellettuale Kiarostami, BIM distribuisce in home video Il sapore della ciliegia, in una edizione speciale molto curata e imperdibile, che all’interno contiene il volume Il vento e la foglia, poesie scelte, una raccolta di poesie che rappresentano bene il significato di scrittura visiva tanto sfruttata nelle opere del poeta e regista iraniano.

Un uomo sulla cinquantina [Homayoun Ershadi], Badii, viaggia a bordo della sua automobile nelle zone periferiche di Teheran. Il silenzio avvolge il tragitto, interrotto inizialmente da brevi conversazioni con alcune persone, tra cui quella con una turista che gli chiede di poterle scattare una fotografia.

Continua a leggere