Home / Recensioni / Home Video / LA CASA – IL RISVEGLIO DEL MALE + SCREAM VI

LA CASA – IL RISVEGLIO DEL MALE + SCREAM VI

La casa – Il risveglio del male, nuovo capitolo della saga creata negli anni ’80 da un giovane Sam Raimi, è negli store in DVD e Blu-Ray con Warner Bros.

Con il film di Lee Cronin si torna ancora una volta al punto di partenza: un nuovo reboot – dai toni e dalle intenzioni molto molto vicini a quello già firmato da Álvarez forse troppo poco tempo fa – che ripresenta al pubblico meccanismi e funzionamento della macabra possessione/infezione alla base del franchise.

Nonostante il riposizionamento temporale e geografico, il “risveglio del Male” e l’inizio della possessione e della mattanza avvengono sempre attraverso il ritorno del libro maledetto [anche lui oggetto di restyling] e le in esso formule contenute.

Piccola chicca: il film si apre all’interno di una location campestre, con una nuova cabin in the woods che ricorda le architetture innaturali e spigolose molto amate dagli autori di folk horror contemporanei. Ma si tratta di una doppia trappola per lo spettatore: un succoso aperitivo al sangue [con tanto di scalpo], anticipato da una scherzosa prima soggettiva fake del Male che arriva a ghermire le sue nuove vittime e una chiusura di sequenza da manuale. Da lì, un salto all’indietro di 24 ore e l’approdo nella location definitiva nella nuova storia.

I veri protagonisti del film sono i componenti di una famiglia problematica: una mamma e tre figli. La separazione della donna dal compagno e lo sfratto dall’appartamento in cui hanno sempre vissuto, a causa delle cattive condizioni della palazzina non aiutano ad affrontare quel momento di vita familiare nel migliore dei modi; e a dar loro manforte arriva a sorpresa la sorella della capofamiglia: un altro soggetto difficile, ovviamente.

Una nuova casa, non più nel bosco; un condominio malandato in città [alla Rec o, meglio ancora come nel nostrano Dèmoni 2 – L’incubo ritorna… in entrambi i casi possiamo parlare di Male e di possessione che si fa contagio]. Il palazzo in questo caso è quasi disabitato, ma contiene ancora un piccolo nucleo di anime da sacrificare. Un brutto terremoto ripoterà alla luce dalle fondamenta della costruzione il libro maledetto, dando il via all’incubo.

Il volume arriva classicamente dal basso, e da lì il Male risale verso il mondo dei vivi, secondo le regole della saga, ma questo movimento di ascesa è anche legato anche alla filmografia del regista scelto per il reboot, che aveva affrontato un moto simile nel suo Hole – L’abisso, nel film 2019. Un lavoro in cui era presente un altro dei temi cardine de Il risveglio del male: la maternità.

Nel nuovo La casa, la metafora orrorifica dell’ospitare all’interno del proprio corpo un essere esterno e ostile, si intreccia in modo morboso al tema del generare una vita, alle responsabilità e ai timori di una madre che non sa come offrire ai figli un futuro solido o che non si sente pronta per creare la vita.

Tutti spunti assai interessanti, che trovano sfogo in un lungometraggio davvero splatter. Tantissimo sangue ed effetti gore, tensione e una regia consapevole che, però, non trovano piena riuscita proprio a causa di un apparentarsi troppo stretto con il primo reboot della saga, temporalmente troppo vicino per sentire il bisogno di uno nuovo – se vogliamo ragionare su una storiografia dell’horror  contemporaneo – e così speculare da arrivare a ridurre anche la chiave di lettura al femminile con la final chaisaw girl.

Capitolo comunque da non perdere e godibile. Nel DVD Warner nessun extra.

Dopo essere sopravvissuti alla furia omicida di Ghostface, Sam e Tara Carpenter e i gemelli Chad e Mindy Meeks hanno lasciato Woodsboro, per tentare di farsi una nuova vita a New York. L’omicida mascherato dalle infinite identità, però, sembra essere più che pronto alla trasferta nella città che non dorme mai.

Un giro nella Grande Mela sarebbe potuto diventare una buonissima freccia nell’arco di Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett [alla regia], ma in verità si traduce in un inspiegabile “vorrei ma non posso”, perché quello che di certo manca in questo sesto capitolo – uno slasher tirando le somme godibile e divertente, anche se davvero sopra le righe e poco credibile proprio sul finale – è proprio New York. Una location fantasma che, escluse la buona sequenza in metropolitana durante la notte di Halloween e il violento passaggio all’interno di un minimarket, sarebbe potuta essere qualsiasi altra città.

Registi e sceneggiatori [James Vanderbilt e Guy Busick] vogliono costruire un parco giochi di sangue sempre più grande per poi far esplodere tutto; gonfiare aspettative fino al limite e poi sovvertirle. Il film poggia su un primo atto solido e riuscito, poi corre verso una chiusa dove tutti i crescendo non possono che portare a un risultato un po’ troppo pasticciato, quasi parodistico, con toni tenuti volutamente sopra le righe che smorzano la tensione costruita con un’ironia non sempre ben gestita.

Per il resto, gli amanti dalla saga e dell’horror troveranno pane per i loro denti, con omicidi all’arma bianca spietati, combattimenti, citazionismo esagerato, una location finale che è l’apoteosi del gioco meta-cinematografico dell’interno del mondo di Scream e un nuovo gruppo di protagonisti che si fa sempre più definito e  interesssante.

Da non sottovalutare il discorso fatto, nemmeno troppo sottotesto, sul feticcio “maschera” e sulla sua riproducibilità, da un lato e su una sorta di possessione dell’oggetto nei confronti dell’anima di chi lo possiede, dall’altro..

Nel Blu-Ray della Plaion Pictures, con sovra-copertina in cartonato, oltre un’ora di extra con commenti del cast e della troupe su vari livelli della lavorazione e dei contenuti del film: La morte arriva in città; Le facce della morte; Più metà che meta; Bagno di sangue al minimarket; Un appartamento da urlo; Treno notturno per il terrore; Teatro di sangue.

Luca Ruocco

LA CASA – IL RISVEGLIO DEL MALE

Voto film:

 

 

Voto DVD:

Regia: Lee Cronin

Con: Lily Sullivan, Alyssa Sutherland, Morgan Davies, Gabrielle Echols, Nell Fisher, Richard Crouchley, Mirabai Pease, Anna-Maree Thomas, Jayden Daniels, Billy Reynolds-McCarthy, Tai Wano

Formato: 16:9 – 2.40:1

Audio: Dolby Digital Italiano 5.1, Inglese 5.1, Tedesco 5.1

Extra: /

Distribuzione: Warners Bros. [https://warnerbros.it/]

SCREAM VI

Voto film:

Voto Blu-Ray:

Regia: Matt Bettinelli-Olpin, Tyler Gillett

Con: Courteney Cox, Melissa Barrera, Jenna Ortega, Hayden Panettiere, Jasmin Savoy Brown Mason Gooding

Formato: 2.39:1 Letterbox

Audio: Inglese Dolby Atmos, Spagnolo 5.1 Dolby Digital, Olandese, Francese, Tedesco, Italiano, Giapponese, Spagnolo

Extra: Oltre un’ora di contenuti bonus da brivido! Immergiti nel terrificante sequel del requel, mentre il cast e la troupe mostrano il dietro le quinte di tutte le migliori scene

Distribuzione: Plaion Pictures [https://plaionpictures.it/]

InGenere Cinema

x

Check Also

Presentato in Campidoglio a Roma il programma dell’Italian Horror Fantasy Fest 2024

“Grazie davvero per avermi onorato di aver dato questo piccolo contributo ad ...