Home / Senza categoria / POVERE CREATURE! di Yorgos Lanthimos

POVERE CREATURE! di Yorgos Lanthimos

Già Leone d’Oro all’ultima Mostra d’arte cinematografica di Venezia e fresco di ben undici candidature ai Premi Oscar, arriva nelle nostre sale Povere creature! ultimo attesissimo film di Yorgos Lanthimos. Superata la passione per la provocazione criptica e sfidante, con un’estetica ricercata che mescola Joel Peter Witkin con Tim Burton, il regista greco sembra dedicarsi con più curiosità a una narrazione romanzesca arricchita dalla sua personalissima visione grandangolare e surreale. Per fare ciò, trova una partner in crime d’eccezione, la brava e coraggiosa Emma Stone che dopo La favorita torna a buttarsi anima e corpo in questo progetto facendosi carico anche della produzione.

Povere creature! è la storia di Bella Baxter, una donna morta suicida che grazie a un esperimento eccezionale del dottor Godwin Baxter – scienziato brillante e poco ortodosso – sconfigge la morte e torna a vivere. Sotto la guida dello scienziato, la donna cresce come una bambina nel corpo di un’adulta, avvertendo un crescente e profondo desiderio di sperimentare tutto ciò che di piacevole ha da offrirle questa nuova vita. Bramosa di scoprire il mondo, Bella decide di fuggire insieme a Duncan Wedderburn, un avvocato noto non solo per la sua abilità nella professione, ma anche per la sua dissolutezza. I due vivono una travolgente avventura tra l’Europa e l’Africa, mentre Bella, ormai totalmente libera da ogni giudizio borghese, è sempre più decisa a mantenere questa emancipazione sfrontata e libertina.

Ambientato in un universo visionario e fantastico, la pellicola abbandona molto presto la logica del causa-effetto a beneficio di una satira di costume iperbolica che affronta temi molto sentiti in questo momento storico. Lanthimos, difatti, appare molto più interessato a divertirsi con la causa femminista, piuttosto che affrontarla per davvero nella sua complessità. Gioca con l’emancipazione femminile presentandoci il cadavere di una donna [suicida proprio per sfuggire alle vessazioni di un marito violento] dotato del cervello di un neonato e sprovvisto di qualsiasi sovrastruttura, che ritornato in vita insegue il piacere e rifugge dal dolore, senza mai alcun risentimento e senza alcuna empatia per il prossimo. Ciò che Bella fa è godere, appagando ogni suo istinto primordiale, sia esso sessuale, di gola e perché no, perfino intellettuale.

È proprio durante questa incursione ideologica che Bella si imbatte nel dolore altrui, inorridendo dinnanzi alla fame e alla miseria della povera gente. Ed è qui, forse con la sua scena più potente che Povere creature! compie la sua scelta decisiva: qui la creatura del dottor Baxter smette di godere e comprende la solitudine della condizione umana. Ma sorprendentemente, lo choc dura il tempo di disfarsi di beni non suoi per poi scegliere il mestiere più antico del mondo come risposta al baratro che ha osservato. È qui che la satira e il gioco di Lanthimos perdono la forza che sembravano possedere in principio.

Quando la crescita di Bella diventa lo scherzo di un regista maschio borghese che usa il corpo femminile per provocare altri maschi borghesi. Provocazione di cui la borghesia ha bisogno e che promuove proprio per distogliere l’attenzione da quanto la distanza tra i generi sia sempre maggiore. Bella Baxter è l’emancipazione femminile che vorrebbero gli uomini poiché li diverte e li intrattiene. Ma sfortunatamente, il gap tra i generi è altro e per colmarlo si sarebbe potuto iniziare anche da un film così atteso e acclamato come questo.

Paolo Gaudio

POVERE CREATURE!

Regia: Yorgos Lanthimos

Con: Emma Stone, Mark Ruffalo, Willem Dafoe, Ramy Youssef, Jerrod Carmichael, Margaret Qualley, Christopher Abbott, Kathryn Hunter, Damien Bonnard, Roderick Hill, John Locke, Jeremy Wheeler

Uscita sala in Italia: giovedì 25 gennaio 2023

Sceneggiatura: Tony McNamara

Produzione: Searchlight Pictures, Element Pictures, Film4

Distribuzione: The Walt Disney Company Italia

Anno: 2024

Durata: 141′

InGenere Cinema

x

Check Also

Presentato in Campidoglio a Roma il programma dell’Italian Horror Fantasy Fest 2024

“Grazie davvero per avermi onorato di aver dato questo piccolo contributo ad ...