Home / Recensioni / Editoria / IL GRANDE LIBRO DI SATANA: La biografia del Principe del Male a cura di Danilo Arona & Edoardo Rosati

IL GRANDE LIBRO DI SATANA: La biografia del Principe del Male a cura di Danilo Arona & Edoardo Rosati

«Qual è il significato del nome Lucifero?»

«Portatore di luce.»

«E qual è la materia dell’universo?»

«L’energia.»

«E qual è la forma più comune di energia?»

«La luce.»

«Appunto.»

“Gemini Killer”, William Peter Blatty

Chi è Satana? Seducente e carismatico, il Diavolo si rivela una figura universale e pervasiva, dalla notte dei tempi a oggi. Un’entità tuttora presente nella cultura e nell’esistenza umane, che travalica i confini religiosi per toccare aspetti assolutamente quotidiani e contemporanei, poiché riguardano il nostro immaginario [si pensi al successo del serial tv targato Netflix, Lucifer], il folclore locale [i “Ponti del Diavolo” in Italia e nel mondo si sprecano], la cronaca nera e nerissima [gli omicidi rituali satanici], le narrazioni ai confini della realtà [le spaventose testimonianze di Gabriele Amorth, l’esorcista per antonomasia], la produzione musicale [il rock satanico]…

Questo libro è un vero e proprio viaggio multimediale nell’universo del Principe del Male, di cui gli autori, Danilo Arona e Edoardo Rosati, hanno voluto immortalare i mille volti spaventosi. Un’indagine appassionante come un romanzo, che condurrà il lettore dai Vangeli Sinottici a Dylan Dog, dal Lucifero dantesco al Faust goethiano, dall’iconografia medioevale al capolavoro cinematografico di William Friedkin L’esorcista.

Per palati demoniaci.

Indice

Introduzione: Un contagio chiamato Satana

Capitolo 1: Il nome [anzi, i nomi] della cosa

Capitolo 2: Patti scellerati e scritti satanici

Capitolo 3: Possessioni ed esorcismi

Capitolo 4: La sua più grande astuzia? Farci credere che non esiste!

Capitolo 5: Il genitivo diabolico

Capitolo 6: Diabolus in musica: il rock satanico

Capitolo 7: Gli adoratori: satanismo e sette sataniche

Capitolo 8: Su dai canali: Satana in tv

Capitolo 9: Satana goes to Hollywood

Capitolo 10: Chine dannate: Satana nei fumetti

Capitolo 11: Vien di notte il Satanasso

Capitolo 12: Il Diavolo e la psicoanalisi

Capitolo 13: L’immenso animale infernale a colloquio con Quirino Principe

Danilo Arona è scrittore, ricercatore e giornalista. Ha firmato più di quaranta libri e un incalcolabile numero di articoli sul cinema e sul “lato oscuro” della realtà. Tra le sue recenti opere di narrativa: L’estate di Montebuio [Weird Book], Land’s End – Il teorema della distruzione [Meridiano Zero] con Sabina Guidotti, La maledizione della croce sulle labbra [INK Edizioni] e Nel cuore delle tenebre [Weird Book], entrambi in coppia con Edoardo Rosati. È anche autore dei volumi Cronache di Bassavilla [Dario Flaccovio Editore], L’ombra del dio alato – Fantastico e reale nei miti assirobabilonesi [Marco Tropea Editore] e, tra i contributi cinematografici, The Birds – Il soprannaturale secondo Hitchcock [Weird Book]. Sempre con Rosati ha diretto la collana di romanzi italiani Medical Noir edita da INK Edizioni e realizzato, per gli stessi tipi, il saggio L’oscuro bagliore dell’Uomo Nero.

Edoardo Rosati, laureato in Medicina, è giornalista specializzato nella comunicazione medico-scientifica. Ha firmato numerosi libri di divulgazione medica rivolti al grande pubblico. È anche autore di narrativa medical thriller: il racconto «Paziente Zero», per l’antologia Anime Nere [Oscar Mondadori], L’ultima vertigine [Giallo Mondadori], che ha vinto il Premio Letterario Serono, e – in team con Danilo Arona – la raccolta di racconti Medical Noir [Acheron Books]. Per Rizzoli Lizard ha ideato e curato l’antologia Splatter, dedicata all’omonimo horror magazine. Fumettofilo da sempre, ha firmato per anni una rubrica sul mensile MAX e dedicato all’argomento saggi e cataloghi. Appassionato e studioso di cinema fanta-horror, ne ha scritto per Il Mucchio Selvaggio, Cinema & Cinema, Totem e HorrorMania.

InGenere Cinema

x

Check Also

A WHITE, WHITE DAY – SEGRETI NELLA NEBBIA di Hlynur Pàlmason

“Lei mi bastava, mi tagliava i capelli, mi mancava. Credo che mi ...