Home / Recensioni / Editoria / RITORNO AL FUTURO: I FILM, LA SCIENZA, LE CURIOSITÀ di Giovanni Toro

RITORNO AL FUTURO: I FILM, LA SCIENZA, LE CURIOSITÀ di Giovanni Toro

Alzi la mano chi, fra gli amici di InGenereCinema.com, deve la sua formazione culturale orrorifica e del fantastico ai meravigliosi cult degli anni ’80.

Se spesso abbiamo avuto modo di parlare – ad esempio – del nostro legame con il mondo Ghostbusters – Acchiappafantasmi, forse non ci siamo mai focalizzati abbastanza sull’importanza che la saga di Ritorno al futuro, di Robert Zemeckis e Bob Gale, ha e continua ad avere per quanto riguarda un certo tipo di fantascienza più leggera ma rivoluzionaria.

Un primo film, Ritorno al futuro del 1985, sofferto e difficile da mettere in piedi e ancora di più da portare a termine nel modo in cui ormai generazioni di spettatori lo conoscono e lo amano. Neanche i due creatori ipotizzavano di avere tra le mani un’opera così esplosiva e originale da riuscire a dare origine ad una trilogia filmica con un successo davvero senza tempo [al primo si aggiungono Ritorno al futuro – Parte II, del 1989 e Ritorno al futuro – Parte III, del 1990] e a vincere anche diverse scommesse di franchise che hanno ramificato a dismisura il mondo fantastico creato attorno a Michael J. Fox/Marty McFly e Christopher Lloyd/Dottor Emmett L. “Doc” Brown, oltrepassando di molto il grande schermo per colonizzare attrazioni tematiche, musical, cartoni animati, fumetti, videogiochi… e ancora gadgettistica da collezione, props e action figures di ogni tipo!

Se i documentari sulla storia della genesi del primo Ritorno al futuro, rintracciabili su varie piattaforme streaming [l’episodio dedicato della serie I film della nostra infanzia su Netflix, ad esempio], non vi sono bastati e volete conoscere davvero tanto sui tre film che hanno fatto del paradosso temporale una delle poche sicurezze del nostro bagaglio culturale, non potete davvero perdervi il ricchissimo Ritorno al futuro: I film, la scienza, le curiosità, firmato dal cultore della fantascienza Giovanni Toro ed edito da Weird Book all’interno della collana Insomnia. Innanzitutto andate a cercare online i titoli presentati nella collana, perché più di uno [probabilmente tutti!] potrebbero incontrare i vostri gusti e sono, per di più, impreziositi dalle belle e davvero riconoscibili cover di Giorgio Finamore.

Ma torniamo al lavoro di Toro che è veramente certosino: un’operazione che, innanzitutto, trasuda tutta la passione di un fan che ha dedicato buona parte del suo cuore a conoscere quante più informazioni, curiosità e fatti accaduti attorno ai viaggi nel tempo della meravigliosa DeLorean DMC-12.

Ritorno al futuro: I film, la scienza, le curiosità è, come è giusto che sia, un viaggio. Un viaggio affascinante che parte proprio dal rapporto dell’autore [ragazzino degli anni ‘80] con un film che ha segnato il suo futuro cammino da spettatore e studioso dello sci-fi. Il rapporto che Toro crea con lo spettatore è, quindi, fin da subito confidenziale, ma l’autore è abile nel riportare in breve il torno sulle modalità da dossier d’approfondimento.

Ci sarà davvero tanto da scoprire oltre a quello che [magari] avete già avuto modo di leggere e ascoltare: dalla travagliata lavorazione dello script del primo film al ruolo di Spielberg, fino al cambio d’attore protagonista che portò Michael J. Fox a vestire i panni di Marty dopo che buona parte delle riprese erano già state effettuate con Eric Stoltz.

Toro ci parla di tutto il cast dei tre film, della scelta di ogni attore e del rapporto che ognuno venne a creare con la produzione. Ci racconta delle evoluzioni avute all’interno di tutti i reparti – tecnici e artistici – nell’arco dei tre momenti della trilogia… ovviamente dedicando particolare attenzione alla scelta del “mezzo” con cui viaggiare nel tempo, agli effetti speciali e, perché no, alla lavorazione dei tre iconici poster.

Ma davvero sarebbe impossibile fissare all’interno di una recensione breve il fiume di notizie e informazioni che Toro è riuscito a raccoglie e organizzare all’interno dei sei capitoli del libro che, dopo aver vivisezionato la trilogia, ci regalano un passaggio attraverso altri media [con sinossi accurate anche dei vari cicli a fumetti di Ritorno al futuro] e riproposizioni della storia di Doc e Marty.

Ma non basta: perché, prima di salutarci con un capitolo in cui l’autore prova ad analizzare “La portata culturale di Ritorno al futuro”, da buon esperto di sci-fi e di bizzarro Toro analizza le varie possibili ipotesi scientifiche fatte [nella realtà] sul viaggio temporale e, ancora più interessante, raccoglie una serie di aneddoti misterici di esperimenti molto “fanta” alla The X-Files [dal Philadelphia Experiment al Cronovisore…].

Ripetiamo, davvero tanto materiale, anche per quanto riguarda immagini, frame e foto.

Cosa avrebbe potuto rendere il lavoro ancora più importante? Una cura leggermente più minuziosa per quanto riguarda l’eliminazione di piccoli refusi [ma di questo bisognerebbe parlare con la Weird, con potremmo anche curiosare sulla scelta di un tipo di carta così spessa e lucida per le pagine del libro] e magari qualche intervista agli attori o ai creatori del mondo Back to the Future che, fatte da un conoscitore come Toro, sarebbero state di certo profonde e interessanti.

Per tenervi aggiornati su eventi e presentazioni legati al libro e sugli altri progetti sci-fi di Toro, questo è il suo sito ufficiale: www.giovannitoro.it .

Buon viaggio, crononauti!

Luca Ruocco

RITORNO AL FUTURO: I FILM, LA SCIENZA, LE CURIOSITÀ

Autore: Giovanni Toro

Editore: Weird Book [www.weirdbook.it]

Pagine: 356

Illustrazioni/Foto:

Costo: 29,90 euro

InGenere Cinema

x

Check Also

Vespertilio Awards: Il nuovo premio italiano per il cinema horror!

Arriva la prima edizione del Vespertilio Awards, un riconoscimento cinematografico italiano del panorama ...