Home / Recensioni / Festival / Trieste Science + Fiction Festival 2020 – Report Short #03: Fantastic Shorts

Trieste Science + Fiction Festival 2020 – Report Short #03: Fantastic Shorts

CARGO di Abhilash Chandra

Aiman, un bambino malesiano, aiuta il padre a trasportare con il camion un grosso masso. Il capo cantiere crede che abbia poteri magici, e fa venire lo sciamano per contrastarlo. Da quando è apparso nella piantagione già due operai sono scomparsi. Il bimbo inizia ad avere delle strane visioni. Un mostro maligno si cela dentro la roccia.

Abhilash Chandra dirige un cortometraggio horror con protagonista un mostro antico. Il film ha il potenziale per divenire un lungometraggio ricco di tradizioni e magia, l’unica aspetto negativo  è il formato scelto dal regista per raccontare questa storia che trasforma il corto in una sorta di teaser promozionale dal finale aperto.

Regia: Abhilash Chandra

Con: Nam Ron, Eunous Madeonus, Gaia Adnan, Ayu Ruhaizah, Henzi Andalas Nusantara, Abdul Rani

Sceneggiatura: Abhilash Chandra

Produzione: Nyu – Tisch School Of The Arts

Distribuzione: Promofest

Anno: 2019

Durata: 16’

CONSUME di Bruno Gradaschi

079 deve riuscire a passare il livello successivo al suo videogioco. Rubare i punti che gli mancano dal suo vicino di casa è l’unico modo possibile.

Bruno Gradaschi gira un simpatico cortometraggio sci-fi che pone l’accento sul rapporto tra l’uomo e la società dei consumi. Il gioco videoludico diventa un lavoro e lo stipendio diventa il prodotto di consumo. Attenzione all’omaggio a Dragonball Z.

Regia: Bruno Gradaschi

Con: Andres Daian, Javier Roson, Flora Ferrari, Christian Grilli

Sceneggiatura: Bruno Gradaschi, Emiliano Vargas

Produzione: Alobotomia

Distribuzione: Promofest

Anno: 2020

Durata: 14’

THE HAUNTED SWORDSMAN di Kevin McTurk

Hatori Ito, un samurai, scala una montagna accompagnato da una testa parlante in putrefazione. In cerca di consigli, chiede udienza al monaco nero della montagna. Lo spadaccino è in cerca del divoratore di anime. Il monaco gli mostra la via per recuperare una spada, l’unica in grado di uccidere il suo nemico. Per ottenerla, Hitori deve superare una serie di ostacoli demoniaci.

Kevin McTurk, per vent’anni effettista degli effetti speciali a Hollywood, ci regala una perla rara di questi tempi. Un cortometraggio live action interamente girato con marionette ed effetti pratici innovativi. Burattini Bunraku alti 36 pollici, effetti visivi, giochi di fumo e specchi. Le sculture sono realizzate dal bravissimo Arjen Tuiten [Il labirinto del fauno] e le marionette mosse da Eli Presser. La marionetta del precedente lavoro di McTurk, The Mill at Calder’s End [2015], dove presta la voce la dea dell’horror Barbara Steele, è stato scelto da Guillermo Del Toro per la sua casa – museo dei mostri. Il cortometraggio è il primo di un racconto epico assai più complesso e lungo, che lascia spazio a una possibile serie fanta-gotica.

Regia: Kevin McTurk

Con: Jason Scott Lee, James Hong, Chistopher Lloyd, Franka Potente

Sceneggiatura: Tab Murphy

Produzione: The Spirit Cabinet, Incitefulmedia

Distribuzione: /

Anno: 2019

Durata: 16′

THE PURPLE IRIS di Arif Khan

Una donna si reca alle Cyoptic Industries per essere portata nel nuovo paese. La donna subisce un’operazione chirurgica e le viene asportato il bulbo oculare destro.

Arif Khan sembra non sapere dove voglia andare a parare. In 8 minuti non riesce a essere sufficientemente chiara sulla trama che lascia sovrastare da troppo mistero e troppe porte aperte.

Regia: Arif Khan

Con: Ksenia Nesterova, Astrid Vineyard, Hana Wu, Hans Christopher

Sceneggiatura: Arif Khan, Jake Katofsky

Produzione: Red Sparrow Entertainment

Distribuzione: /

Anno: 2020

Durata: 8’

RAZE OF THE CYBORG di Young-H. Lee

Un trafficante d’armi sostituisce il braccio di un uomo con una protesi robotica per aiutarlo a sconfiggere una banda criminale che tiene sequestrata la sua donna.

Young-h Lee confeziona un action movie sci-fi ambientato nel sol levante. Le arti marziali e i colpi d’arma da fuoco sono i protagonisti veri di questo film. Il cortometraggio appartiene al cosiddetto Genere del “lungometraggio mancato”. La storia pecca di premesse solide e si concentra più sullo scontro-incontro tra il protagonista e la banda nemica, sacrificando e lasciando sullo sfondo tutto il resto. Storia d’amore compresa.

Regia: Young-H. Lee

Con: Young-H. Lee, Fox Lee, Sean Liu, Pei-Xiu Wu

Sceneggiatura: Young-H. Lee

Produzione: Vaylence Pictures, Renovatio Pictures

Distribuzione: /

Anno: 2020

Durata: 25’

TOOTH FAIRY di Alice Bédard

Un bambino si sveglia nel cuore della notte e scopre la fatina dei denti mentre uccide la sorella minore.

Alice Bédard dirige un cortometraggio horror che sembra essere un’esercitazione scolastica. La storia è inesistente, assistiamo solo alla visione di una creatura magica da parte di un bambino. Mancano le premesse affinché lo spettatore giustifichi la presenza della fata sul corpo della sorella.

Regia: Alice Bédard

Con: Anthony Riendeau, Amy Wavroch, Léa Lavoie

Sceneggiatura: Alice Bédard

Produzione: Kino Montréal

Distribuzione: /

Anno: 2020

Durata: 1.55’

Giulio Golfieri [RATS]

InGenere Cinema

x

Check Also

HỲBRIS di Flavia Mastrella Antonio Rezza

HỲBRIS di Flavia Mastrella e Antonio Rezza con Antonio Rezza debutterà dal ...