Home / Recensioni / Editoria / BLACK & WHY? di Paolo Di Orazio

BLACK & WHY? di Paolo Di Orazio

BLACK-E-WHYPaolo Di Orazio è PDO, ma è anche Splatter, il magazine di cultura e fumetti horror nato, inquisito, morto e risorto in un’Italia probabilmente troppo disattenta per capire quanto un prodotto editoriale di quel genere fosse importante… ma è un’altra storia  di cui, tra l’altro, abbiamo già parlato nelle nostre pagine virtuali.

PDO è Primi delitti, capostipite di una serie di  romanzi e racconti neri e cupi che l’autore ha scritto e pubblicato negli anni, fino ad arrivare al visionario, macabro e tremendamente drammatico Debbi [la strana] e la avventure bipolari del coniglietto Ribes, di cui vi abbiamo parlato qui.

Ma Paolo Di Orazio, PDO, oltre ad essere scrittore, sceneggiatore e curatore è anche un disegnatore, fumettista a 360°: da qualche mese Cut-Up Edizioni ha portato negli store un poderoso volume di circa 300 pagine, una sorta di opera omnia che esalta proprio le arti grafiche del PDO “di matita”.

Black & Why? – ottimo già dal titolo – il libro di Di Orazio è quello che lui stesso definisce un Comic Book of Dead, che ripercorre proprio questo ramo della sua carriera autoriale.

Black & Why? si apre con una introduzione del sodale compagno di narrativa d’horror Stefano Fantelli, che subito inquadra la riuscita trovata che sta alla base del volume, quella, cioè, di impostare un discorso intra-testo [intra-disegno o intra-fumetto] molto personale che poi continuerà proprio per mano del PDO con delle pagine di una sorta di diario pubblicate a presentazione dei singoli capitoli. Pagine che, oltre ad inquadrare i fumetti brevi e le serie di illustrazioni che precedono, raccontano anche precisi momenti della vita del PDO giovane-ragazzo-uomo [sì, è stato ed è anche queste tre cose].

Black & Why? è un volume che contiene 30 anni di sketch e illustrazioni, storie di breve respiro cariche di atmosfere cupe e humour ancora più nero e illustrazioni [bianco su nero] fatte per libri suoi e di altri colleghi.

E proprio da queste si inizia, con una tesissima galleria di illustrazioni tratte proprio da Debbi [la strana] – serie da cui è estrapolata anche la geniale cover “Nosferattu”.

Seguono le illustrazioni realizzate per la raccolta di poesie dark-horror Eden Underground di Alessandro Manzetti, e quelle per la raccolta di racconti Alla fine della notte, di Fantelli.

Per gustare, invece, l’anima più caustica e assurda del Di Orazio, spazio ai fumetti brevi [da lui scritti e disegnati], alcuni già editi online o su testate come Mucchio selvaggio, ma anche 12 del tutto inediti tirati fuori dai cassetti per l’occasione, fino ad arrivare alle creature deformi pubblicate sulle pagine di Cattivik.

Ma, soprattutto, l’importante testimonianza della nascita e dello sviluppo creativo di una delle penne [e delle matite] più rilevanti della nostra cultura orrorifica.

Luca Ruocco

BLACK & WHY?

4 Teschi

Autore: Paolo Di Orazio

Editore: Cut Up Edizioni – Collana Cartilagini [www.cut-up.it]

Pagine: 304

Illustrazioni/Foto:

Costo: 19,00 euro

InGenere Cinema

x

Check Also

CURSE OF THE BLIND DEAD di Raffaele Picchio

Raffaele Picchio, regista di Morituris, nel 2020 torna alla regia a quattro ...