Home / Recensioni / In sala / SECONDA PRIMAVERA di Francesco Calogero

SECONDA PRIMAVERA di Francesco Calogero

Seconda primavera locandinaNell’arco di sei stagioni, le storie incrociate di quattro personaggi, ciascuno rappresentativo di una diversa età della vita. A sovvertire l’inverno perenne in cui vive l’architetto cinquantenne Andrea [Claudio Botosso] è l’incontro con la studentessa Hikma [Desirée Noferini], che gli ricorda la moglie Sofia, morta in circostanze oscure. Ripudiata dal fratello, un ristoratore di origine maghrebina, dopo essere rimasta incinta del trentenne Riccardo [Angelo Campolo] – già sposato con Rosanna [Anita Kravos], circa dieci anni più grande di lui – Hikma viene ospitata da Andrea, a cui insegna a prendersi cura del giardino che circonda la sua grande villa al mare. Andrea sviluppa un inconfessato sentimento, assai vicino all’amore: la seconda primavera della storia è per lui una nuova stagione di passioni. Ma quando Riccardo ritorna da Hikma – dopo un periodo di riavvicinamento alla moglie – Andrea si sa fare da parte: il suo rammarico è però attenuato dalla consapevolezza di essere ritornato alla vita.

Era l’ormai lontano 2000 quando usciva nelle sale il film Metronotte [con Diego Abatantuono]. A distanza di 15 anni, il regista Francesco Calogero torna sul grande schermo con Seconda Primavera.

Cadenzato attraverso l’alternanza delle stagioni, dal primo inverno sino, appunto, alla seconda primavera, il film, presentato per la prima volta al Trieste Film Festival del 2015, racconta la rinascita di Andrea, architetto di mezza età dall’aria misteriosa ma gentile, psicologicamente distrutto dalla morte di sua moglie e di sua figlia. A favorire questa rinascita è la giovane Hikma, di cui Andrea si innamora senza però riuscire mai a confessarlo.

Seconda foto 3Il racconto è basato su una trama a volte frammentaria e surreale, con molti elementi simbolici come il giardino che, come i personaggi, muta con il passare delle stagioni.

La divisione in capitoli in base alle stagioni, evidenzia non solo come il modo di percorrere la vita cambi col passare degli anni, ma anche come possa essere mutevole la capacità di interpretazione di una realtà che è spesso contraddittoria, e soggetta al gioco del fato. La notte di San Silvestro, momento fondamentale per le vite dei personaggi, viene ricordata e raccontata da quattro punti di vista diversi, con contraddizioni e sovrapposizioni, in maniera a volte frammentaria. E’ quella la notte in cui Andrea inizia il suo percorso, a dir la verità lento, per capire quanto possa essere appagante l’intervento concreto, fisico, lui che è abituato solo alla progettazione intellettuale: un antidoto per combattere il veleno che si tiene dentro, invisibile e sottile. E quasi senza rendersene conto, e senza valutare appieno le conseguenze di un sentimento così impossibile, Andrea trova dentro di sé la forza di osare, per modificare il corso degli eventi.

Seconda primavera foto 2A far da sfondo alle vicende personali dei protagonisti, c’è un Paese, l’Italia, in particolar modo il sud, con le sue caratteristiche negative, fatte di disoccupazione, negozi che chiudono, corruzione, abusi edilizi e richieste di favori ai “potenti” di turno.

Tra le interpretazioni, spiccano quelle di Claudio Botosso, Desirée Noferini ma soprattutto quella di Nino Frassica che, seppur non avendo un ruolo sempre presente nel film, risulta sempre divertente e sorprendente.

Il film uscirà nelle sale il 4 febbraio distribuito da Mariposa Cinematografica.

Filippo Pugliese

SECONDA PRIMAVERA

2.5 Teschi

Regia: Francesco Calogero

Con: Claudio Botosso, Desirée Noferini, Angelo Campolo, Anita Kravos, Nino Frassica, Hedy Krissane, Tiziana Lodato, Gianluca Cesale, Antonio Alveario, Monia Alfieri, Livio Bisignano

Uscita in sala in Italia: giovedì 4 febbraio 2016

Sceneggiatura: Francesco Calogero

Produzione: Polittico

Distribuzione: Mariposa Cinematografica

Anno: 2015

Durata: 108’

InGenere Cinema

x

Check Also

THE SUICIDE SQUAD – MISSIONE SUICIDA di James Gunn

The Suicide Squad – Missione Suicida, il folle cinecomic di James Gunn ...