Home / Recensioni / In sala / PICCOLI BRIVIDI di Rob Letterman

PICCOLI BRIVIDI di Rob Letterman

piccoli-brividi-1Il giovane Zach Cooper [Dylan Minnette], si trasferisce insieme alla madre Gale [Amy Ryan] nella città di Madison, nel Delaware, ritrovandosi come vicino un certo “Sig. Shivers” [Jack Black], un uomo ossessionato dall’idea di non far avvicinare nessuno alla sua casa, ma in particolar modo a sua figlia Hannah [Odeya Rush], di cui Zach si innamora immediatamente.

Una sera, sentendo delle grida dalla casa di Shivers e credendo Hannah in pericolo [e dopo aver chiamato la polizia, ma inutilmente], Zach si intrufola nell’abitazione, insieme al suo nuovo amico Champ [Ryan Lee] e si imbatte in una serie di manoscritti della famosa serie di horror per ragazzi Piccoli brividi di R.L. Stine, ognuno chiuso a chiave. Dopo essersi accertato che Hannah non ha corso alcun pericolo, Zach apre accidentalmente uno dei libri, dalle cui pagine affiora una creatura spaventosa: l’abominevole uomo delle nevi. Ci penserà Shivers, che altri non è che lo scrittore R.L. Stine in persona, a ricatturare il mostro risucchiandolo nuovamente nel libro da cui proviene.

Tutto ciò non basterà a porre fine al disastro: dopo la breve colluttazione fra i giovani e lo Yeti si è aperto un altro manoscritto, dal quale è fuoriuscito Slappy [doppiato in originale da Jack Black], un pupazzo da ventriloquo, vera e propria nemesi di Stine, intenzionato a vendicarsi del suo autore per i molti anni di prigionia. Slappy inizia a scatenare la sua follia liberando tutte le creature di Stine e bruciando i libri da cui provengono. E così, la città si ritrova assediata da zombie, licantropi, mantidi gigantesche, alieni, nani da giardino e molti altri, pronti ad eseguire gli ordini del malefico pupazzo.

piccoli-brividi-4Naturalmente, spetterà al creatore in persona e ai suoi tre giovani aiutanti trovare il modo di ricatturare tutte le creature e di riportare la piccola cittadina alla normalità.

Piccoli brividi, ispirato alla collana di romanzi del vero R.L. Stine da cui era stata tratta una serie televisiva negli anni novanta, segna la seconda collaborazione fra Jack Black e il regista Rob Letterman [la prima fu per I fantastici viaggi di Gulliver], indubbiamente ispirato dallo stile di Tim Burton, tanto da ingaggiare il compositore Danny Elfman per ricreare simili atmosfere grazie alle sue melodie. Ma il collegamento con Burton sembra non essere casuale: era lui, inizialmente, il produttore del film a fine anni novanta, quando il progetto era ancora in fase embrionale, mentre gli autori della storia sono Scott Alexander e Larry Karaszewski, che hanno collaborato con Burton per Ed Wood e Big Eyes.

piccoli-brividi-3Grazie a questo film, lo spettatore più stagionato potrebbe ritrovarsi a fare un salto indietro nel tempo di circa vent’anni, quando nelle sale approdò Jumanji di Joe Johnston, con Robin Williams impegnato a far rientrare leoni, scimmie ed elefanti nel celebre gioco da tavolo magicamente animato. Oppure ancora prima, con il cult Gremlins di Joe Dante, dove anche in quel caso i giovani protagonisti erano alle prese con mostriciattoli intenti ad invadere la città.

E, perché no, si ritorna anche a Thriller di Michael Jackson e John Landis, in quanto il make-up degli zombie è un chiaro omaggio al video musicale.

Oltre ad avere questo potere, il film riesce a trovare un buon bilanciamento fra momenti di umorismo ed elementi più paurosi, facendo alleggerire il tono e provocare genuine risate sia agli spettatori più maturi che ai più piccoli.

piccoli-brividi-2Questo bilanciamento è sicuramente rappresentato dal pupazzo Slappy [ops… attenzione: non chiamatelo “pupazzo”!], diabolico villain che alterna momenti puramente minacciosi a folli battute di spirito [una sorta di Joker?].

Nonostante la storia non sia del tutto originale e la presenza di un piccolo buco di trama riguardante uno dei personaggi, la pellicola soddisfa, rendendo un buon servizio ai fan della serie di romanzi e riportando gli adulti a tempi in cui la loro immaginazione non era ancora stata sciupata. Un film per famiglie che diverte e che può far provare un senso di nostalgia.

Luca Pernisco

PICCOLI BRIVIDI

3 Teschi

Regia: Rob Letterman

Con: Jack Black, Dylan Minnette, Odeya Rush, Amy Ryan, Ryan Lee, Jillian Bell

Uscita sala in Italia: giovedì 21 gennaio 2016

Sceneggiatura: Darren Lemke

Produzione: Sony Pictures Animation, Village Roadshow Pictures, LStar Capital, Original Film, Scholastic Entertainment

Distribuzione: Sony Pictures / Warner Bros. Pictures Italia

Anno: 2015

Durata: 103’

InGenere Cinema

x

Check Also

Sergio Bonelli Editore presenta DYLAN DOG – MATER MORBI – Nuova Edizione

Dal 26 aprile torna in libreria e fumetteria uno dei titoli più ...