Home / Recensioni / Animazione / HOTEL TRANSYLVANIA 2 di Genndy Tartakovsky 

HOTEL TRANSYLVANIA 2 di Genndy Tartakovsky 

hotel-transylvania-2-poster-ufficiale-italianoDopo tre anni dal primo Hotel Transylvania, l’hotel più buffo e bizzarro di sempre  riapre le porte dall’8 ottobre, giorno di uscita al cinema de sequel.

Il tema del diverso, intorno al quale ruotava il primo capitolo, continua ad essere l’argomento principale anche in Hotel Transylvania 2. Il “diverso” non è però l’umano Jonathan, ormai ampiamente accettato dal conte Dracula, suo suocero, e da tutti gli altri mostri che popolano l’albergo, ma una new entry: Dennis, il bimbo frutto dell’amore tra Jonathan e la vampira Mavis, che nel frattempo sono convolati a nozze.

Il conte Dracula è molto felice di vestire i panni di nonno, e con il bambino è amorevole e protettivo. Eppure un dubbio lo tormenta: Dennis, nato dall’unione tra una vampira e un umano, sarà un umano o un vampiro? Per scoprirlo dovrà attuare diversi stratagemmi, che coinvolgeranno il mostro del dottor Frankenstein, l’uomo invisibile, la Mummia, l’Uomo Lupo, e tutte le creature mostruose che popolano la Transilvania, in avventure pericolose e stravaganti che divertiranno l’inconsapevole Dennis.

HotelRisate garantite in Hotel Transylvania 2, un film ancora più giocoso e meglio fruibile del primo, anche se sicuramente meno originale. I temi del pregiudizio e della discriminazione razziale sono trattati facendo ricorso al gioco, ma anche ad una sottile drammaticità che si evince nel finale, e che trova ampio spazio nelle parole finali di nonno Dracula. Da notare, però, che proprio in questo contesto vi sono non poche contraddizioni nello svolgimento della narrazione, così come pure nell’esaltazione dei valori della famiglia, messi in realtà in cattiva luce dal freddo rapporto padre-figlio tra Dracula e Vlad, doppiato da Paolo Villaggio.

Si ride molto anche per l’incapacità dei mostri di far paura agli esseri umani, che invece si rapportano con loro come si fa con le star, chiedendo autografi e selfie. Ne sa qualcosa anche Dennis, che proprio non riesce a spaventare nessuno quando cerca invano di trasformarsi in un pipistrello…

Se a firmare la regia è sempre il regista russo Tartakovsky, a firmare la sceneggiatura con Robert Smigel [autore dello script del primo capitolo con Peter Baynham] è invece l’attore Adam Sandler, che presta la voce a Dracula nella versione originale.

Gilda Signoretti

HOTEL TRANSYLVANIA 2

3 Teschi

Regia: Genndy Tartakovsky

Uscita in sala in Italia: giovedì 8 ottobre 2015

Sceneggiatura: Robert Smigel, Adam Sandler

Produzione: Sony Pictures Animation, Columbia Pictures

Distribuzione: Warner Bros. Pictures Italia

Anno: 2015

Durata: 89′

Gilda Signoretti

x

Check Also

ANACONDA di Louis Llosa

Ci sono film che, seppur senza pretese né grandi aspettative, riescono a ...