Home / Recensioni / In sala / SMOKINGS di Michele Fornasiero

SMOKINGS di Michele Fornasiero

Smokings“Questo film può nuocere gravemente a voi e alle persone che vi stanno intorno”. É con questa premessa che ha inizio Smokings, il documentario che segna il debutto di Michele Fornasiero. Al centro del documentario, la vicenda giudiziaria dei fratelli Messina [Carlo e Gianpaolo], protagonisti di un’inchiesta molto discussa, conosciuta non solo in Italia, ma anche nel resto del mondo. Tutto ha avuto inizio nel 1999, anno in cui i due fratelli, che si trovavano in Russia, misero in piedi a Balerna, in Svizzera, il sito Yesmoke.com, impegnato nel commercio di sigarette online, che transitano tra l’Europa e l’Usa. In un solo anno, il sito arrivò a raggiungere 100 milioni di dollari di fatturato. Con il passare del tempo, quindi, il sito diventò molto noto a livello internazionale, così da far letteralmente tremare i marchi di sigarette, come Philip Morris o Marlboro.

Fu così che Philip Morris decise di intentare una causa contro i fratelli Messina, per bloccare il sito e, soprattutto, con il tentativo di fermare il loro business – l’accusa loro rivolta era di violazione di marchio e concorrenza sleale.

Smokings foto 2In breve, i Messina, soprannominati “i Napster del tabacco“, dopo aver perso la causa, nel 2013 chiusero il sito, e aprirono a Settimo Torinese l’azienda produttrice di sigarette Yesmoke. Stavolta, però, a perdere le staffe fu lo stato italiano: una nuova inchiesta giudiziaria riportò i due fratelli in tribunale, i quali, più agguerriti che mai, citarono in giudizio, alla Corte di Giustizia Europea, proprio lo Stato, in quanto il prezzo minimo imposto alle sigarette limiterebbe la competizione a favore delle multinazionali del tabacco. Seguì l’arresto, il 27 novembre 2014, dei due imputati, con l’accusa di contrabbando ed evasione di 90 milioni di euro, mentre l’intero complesso aziendale fu sottoposto a diversi sequestri da parte dell’AAMS [Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato], a partire dal 2011, per il mancato pagamento di una fideiussione, che la stessa pretendeva a garanzia del ciclo produttivo della Yesmoke.

Smokings foto 3Non vogliamo svelarvi altro, e siamo certi che la vicenda che ha riguardato i due imputati, susciti molta curiosità, e non solo da parte dei fumatori. Il documentario, incluso a Roma nella programmazione del Nuovo Cinema Aquila, segue uno schema molto classico, talvolta troppo statico. Il ritmo lento a volte distoglie l’attenzione dello spettatore, nonostante la storia sia curiosa, forse proprio a causa di una narrazione troppo mediatica della vicenda giudiziaria.

Fornasiero racconta solo il punto di vista dei fratelli Messina [che vediamo parlare in cucina, seduti intorno ad un tavolo con la madre, con la quale ricordano il padre, morto di tumore quando erano molto piccoli], senza ascoltare anche l’altra campana, e questo dispiace, perché un confronto sarebbe stato interessante, ma evidentemente complicato.

Intervengono nel film alcune personalità, come l’ex presidente dell’Unione europea, Romano Prodi, all’economista Fariborz Ghadar, e l’ex direttore delle Dogane Svizzere, Fritz Weber.

Gilda Signoretti

SMOKINGS

2 Teschi

Regia: Michele Fornasiero

Con: Carlo Messina, Gianpaolo Messina, Romano Prodi, Fariborz Ghadar, Fritz Weber, Jeff Cohen

Uscita in sala in Italia: 19 marzo 2015

Produzione: Indyca, Ventura Film

Distribuzione: Indyca, I Wonder Pictures

Anno: 2014

Durata: 96′

Gilda Signoretti

x

Check Also

“Roma amor Mio” allo Spazio ArteAtrio

In un periodo in cui, molto faticosamente, cerchiamo di far tornare tutto ...