Home / Recensioni / In sala / ITALO di Alessia Scarso

ITALO di Alessia Scarso

locandinaItalo è tratto da una storia vera, divenuta cronaca nel 2009: il 15 marzo di quell’anno, nelle campagne di Scicli, in provincia di Ragusa, un branco di cani randagi attacca un bambino. Nello stesso periodo, arriva in città un cane che, a causa dell’evento precedente, non è visto di buon occhio. Nonostante le diffidenze iniziali però, Italo, questo il nome del cane, riesce a conquistare, grazie alla sua incredibile umanità e la sua spiccata socialità, la simpatia e l’affetto dell’intera popolazione sino ad ottenere la cittadinanza onoraria e divenire simbolo della città.

Il film è una commedia romantica che però tocca dei temi importanti quali l’amicizia, il pregiudizio e l’amore incondizionato a cui fa da cornice una Sicilia piena di colore e tradizioni ma anche di contraddizioni; una terra esposta all’arrivo di stranieri e dominatori che l’hanno saccheggiata e arricchita. Da un certo punto di vista, il film di Alessia Scarso è anche questo.

Italo, però, è soprattutto la storia di una amicizia, quella tra Meno [Vincenzo Lauretta], un bimbo solo e taciturno, ma con una intelligenza fuori dal comune; un bimbo di 10 anni trasformatosi, dopo la morte della madre, in un piccolo adulto che fatica ad interagire con i suoi coetanei, ed un cane, Italo appunto, un meticcio color miele con indole anarchica e animo nobile.

italo-il-film-2Sullo sfondo di questa amicizia si muovono poi tutti gli altri personaggi e tutti gli abitanti del paese. Personaggi che influenzano e caratterizzano la piccola comunità in cui la storia si sviluppa, a partire da Antonio [Marco Bocci], sindaco e padre di Meno, per finire con tutte le comari e gli anziani che trascorrono l’intera giornata in piazza.

Il film rimane, però, una commedia romantica e, quindi, non vi può mancare l’amore. Quello di Chiara [Martina Antoci], compagna di classe di Meno, socievole e spensierata, ma già animata dai turbamenti della pubertà. Innamorata di Meno, sogna il primo bacio da dare al suo amore che però non ricambia le sue attenzioni. E poi c’è Antonio, che dopo la morte della moglie si è cucito addosso una corazza che, però, poco alla volta, viene scalfita da Laura [Elena Radonicich], maestra del figlio, con un matrimonio naufragato alle spalle.

Italo-Barocco-620x334A fare da cornice a questa strepitosa storia c’è la Sicilia, con i suoi scorci e i suoi strepitosi paesaggi, ma che si trova a convivere con le sue grandi contraddizioni: sempre più spesso questa terra viene raccontata come luogo di omertà e malaffare, Italo invece vuole mostrare la genuinità dell’isola alleggerendo con l’umorismo una situazione non facile, dando risalto, invece, proprio ai colori e alle tradizioni di questa terra.

A rendere possibile l’impresa ha contribuito molto la fotografia, ad opera di Daria D’Antonio.

La storia di Italo è una favola d’altri tempi, divertente e commovente, profondamente umana e incredibilmente potente, come spesso accade quando la realtà della vita supera la fantasia.

Il film uscirà nelle sale il 15 gennaio distribuito da Notorius Pictures.

Filippo Pugliese

ITALO

3 Teschi

Regia: Alessia Scarso

Con: Marco Bocci, Elena Radonicich, Barbara Tabita, Vincenzo Lauretta, Martina Antoci

Voce narrante: Leo Gullotta

Uscita in sala in Italia: giovedì 15 gennaio 2015

Sceneggiatura: Coralla Ciccolini

Produttore: Roberta Trovato

Distribuzione: Notorius Pictures

Anno: 2014

Durata: 105’

InGenere Cinema

x

Check Also

THE STRANGERS: Capitolo 1 – Nuova data di uscita per il primo film della trilogia horror

Vertice 360 comunica che The Strangers: Capitolo 1 avrà una nuova data di ...