Home / Recensioni / In sala / St. VINCENT di Theodore Melfi

St. VINCENT di Theodore Melfi

St-Vincent-1
Vincent [Bill Murray] è un ex miitare, ora pensionato, dedito a ogni genere di vizio, che tira avanti giorno per giorno tra i gaudenti incontri con una prostituta-spogliarellista dell’est europa [Naomi Watts nei panni di Daka], le sfortunate scommesse all’ippodromo, causa dei suoi continui debiti con un pericoloso strozzino d Brooklyn, e le sonore ubriacature serali, al pub.

Chi di voi potrebbe mai affidare suo figlio alle cure di un uomo simile?

Si troverà a doverlo fare Maggie [Melissa McCarthy], infermiera appena trasferitasi in città che, proprio a causa del suo impegnativo ruolo in ospedale, spesso non riesce a stare dietro al figlio dodicenne, Oliver [Jaeden Lieberher].

St. Vincent, il lungometraggio d’esordio di Ted Melfi, è la storia di un’amicizia bizzarra, quella tra un anziano scorbutico e totalmente inaffidabile e un ragazzino introverso e insicuro, la storia di un rapporto inizialmente imposto [il vecchio è costretto a proporsi come possibile baby sitter, proprio a causa degli ingenti debiti con lo strozzino; Maggie, appena trasferitasi, non saprebbe a chi altro affidare il figlio, e Oliver subisce sin da subito una strana fascinazione per quello strano individuo, del tutto fuori dagli schemi], che si trasforma via via  in qualcosa di intimo.

St-Vincent-2Un percorso mutuale che cambierà l’adulto e il bambino, permettendo all’uno di entrare nell’ottica di vita dell’altro, di comprenderla alla perfezione: e sarà così che quell’anziano beone, dedito alle scommesse e al sesso a pagamento, potrà trasformarsi, agli occhi del piccolo, in un santo dei nostri giorni, proprio grazie alle semplici ma grandi azioni compiute tra un bicchiere e una scommessa.

Bill Murrey davvero a suo agio nei panni di Vicent, sempre sopra le righe, ma che nasconde un grande cuore sotto la scorza da lupo solitario. St. Vincent avrebbe, invece, potuto regalare qualcosa in più, senza lasciarsi ingabbiare forzatamente in una morale fin troppo ridondante e strappalacrime, ma rimane, comunque, una piacevole commedia sentimentale, e un film d’esordio più che dignitoso.

Luca Ruocco

St. VINCENT

2.5 Teschi

Regia: Theodore Melfi

Con: Bill Murray, Naomi Watts, Jaeden Lieberher, Melissa McCarthy, Chris O’Dowd

Uscita in sala in Italia: giovedì 18 dicembre 2014

Sceneggiatura: Theodore Melfi

Produzione: The Weinstein Company, Chernin Entertainment

Distribuzione: Eagle Pictures

Anno: 2014

Durata: 102’

InGenere Cinema

x

Check Also

ENCANTO di Jared Bush, Byron Howard e Charise Castro Smith

I Walt Disney Animation Studios festeggiano il traguardo del 60esimo lungometraggio animato ...