Home / Recensioni / Home Video / LA MADRE e SINISTER

LA MADRE e SINISTER

lamadrebd1Arrivano in Blu-Ray due moderne ghost-stories, protagoniste delle uscite horror della scorsa stagione cinematografica. La prima è La madre di Muschietti, opera prima tratta da un breve cortometraggio  del 2008 dello stesso autore, visto e adottato dal produttore Guillermo Del Toro, incluso all’interno dell’edizione BD del film distribuita da Universal Pictures.

La storia [del lungometraggio] è quella di di due bambine, Victoria [Megan Charpentier] e Lilly [Isabelle Nélisse] che, in balia di una folle crisi depressiva del padre, vengono sinistramente salvate da un’entità inizialmente non identificata.

Ritrovate in stato quasi ferino all’interno della baita abbandonata infestata dallo spirito, che le bambine chiamano Madre, le stesse vengono affidate allo zio Lucas [Nikolaj Coster-Waldau] e alla sua compagna, Annabel [Jessica Chastain], pur rimanendo sotto le cure mediche del dottor Dreyfuss [Daniel Kash], psichiatra.

Ma i genitori adottivi ignorano che, nel trasloco, anche la Madre prenderà posto nella nuova casa della famiglia, iniziando a manifestare, in maniera sempre più violenta, la sua possessività verso le sue figlie.

lamadrebd2Il marchio di fabbrica delle produzioni di Del Toro si riconosce bene, preparando e confezionando, con nota di merito al regista Muschietti e alla co-produttrice e co-sceneggiatrice Barbara, sua sorella, un film corposo e cupo, che impasta la ghost story con gli ingredienti tipici del mondo infantile, alternando elementi noti [il fantasma nascosto sotto al letto o nell’armadio], con idee fresche [un portale organico dal cui Mama riesce ad entrare nella realtà delle sue figlie adottive, concretizzate in un sorta di muffa nera da cui si originano delle falene nere; il rapporto sbilenco tra la creatura e le due bambine, più stretto con la più piccola, meno saldo con l’altra]  e un finale che lascia l’amaro in bocca, riuscendo a sorprendere.

lamadrebd3Pur non soddisfacendo a pieno per quanto riguarda, ad esempio, gli effetti di realizzazione digitale dello spirito, La madre è un’ottima fiaba macabra, un momento davvero riuscito dei cinema nero commerciale contemporaneo.

Tra gli extra il cortometraggio originario, di cui parlavamo nell’incipit, presentato da Del Toro, un corto [in versione nuda e commentata dal regista e dalla co-sceneggiatrice] che sarà ripreso e riveduto in una delle sequenze dello stesso film,e  che il produttore definisce come un palesarsi d’arte, ingenuità e orrore; quattro scene eliminate; i video di realizzazione del film e degli effetti speciali e il commento al film dei due Muschietti.

sinister1Dai produttori di Paranormal Activity e Insidious e dal regista de L’esorcismo di Emily Rose, vien fuori la seconda ghost-story di cui vi parliamo: Sinister [2012], horror molto più “alimentare”, risaputo del primo, sia dal punto di vista drammaturgico, che per la messa in scena.

Ellison Oswalt [Ethan Hawke], scrittore di libri di cronaca nera, dopo aver firmato un best seller ed essere caduto, subito dopo, nel dimenticatoio, si trasferisce assieme a sua moglie e ai sui due bambini a King County, in Pennsylvania, in una casa che, all’insaputa dei suoi familiari, era stata teatro di un folle omicidio plurimo.

Durante il trasloco, Ellison si imbatte in una scatola contenente un proiettore e una serie bobine dai titoli apparentemente appartenenti a dei video casalinghi. Una mezza verità: i video sono davvero realizzati in maniera amatoriale e riguarda eventi legati a diverse famiglie, ma le immagini registrate sui nastri riguardano unicamente omicidi di massa, probabilmente effettuati da uno dei membri di ogni singola famiglia, ai danni degli altri, sotto l’influsso di quella che si scoprirà essere una presenza arcana e maligna, concretizzata nell’entità babilonese Baghuul, il divoratore di bambini.

sinister2Un’idea, però, posticcia e poco incollata col resto della storia, che poco regala allo sviluppo drammatico e, oltretutto, viene solo vagamente accennata, nel film: “divinità pagana babilonese che consuma le anime dei bambini ed è in grado di viaggiare attraverso i mondi.”, si legge nella seconda copertina del Blu-Ray distribuito da Koch Media.

Edizione arricchita da una doppia copertina: una cartonata esterna con immagini, crediti e sinossi nella quarta, e una interna, che riveste la custodia amaray, più enigmatica, con un simbolo esoterico scritto col sangue e la definizione del demone in questione.

sinister3Tra gli extra, oltre a trailer e spot, un dietro le quinte del film, alcune interviste ai realizzatori [produttore, protagonista, regista e sceneggiatore], Sinister – L’esperimento, il report video di un esperimento effettuato durante una delle proiezione di Sinister con sei ragazzi prestatisi a farsi rilevare medicalmente battito, sudorazione e temperatura durante tutto il film; e Il doppiaggio, con backstage e interviste ai doppiatori italiani di Sinister.

Luca Ruocco

LA MADRE

Voto film 

3 Teschi

Voto Blu-Ray

4disc copy

Regia: Andy Muschietti

Con: Jessica Chastain, Nikolaj Coster-Waldau, Megan Charpentier, Isabelle Nélisse

Durata: 100’

Formato: 1080p Widescreen 1.85:1

Audio: Inglese DTS-HD Master Audio 5.1; Italiano, Tedesco, Spagnolo, Hindi DTS Digital Dolby Surround 5.1

Distribuzione: Universal Pictures[www.universalpictures.it]

Extra: Corto originale con introduzione di Guillermo Del Toro; La creazione de “La madre”; Gli effetti visivi de “La madre”; Scene eliminate; Commento al film

SINISTER

Voto film

2.5 Teschi

Voto Blu-Ray

4disc copy

Regia: Scott Derrickson

Con: Ethan Hawke, Juliet Rylance, Fred Dalton Thompson, James Ransone

Durata: 110’

Formato: 16:9 – 1920×1080

Audio: Italiano, Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio 

Distribuzione: Koch Media [www.kochmedia.it]

Extra: Trailer; Interviste; Sinister – L’esperimento; Dietro le quinte; Spot TV 15’’ e 20’’; Il doppiaggio

 

InGenere Cinema

x

Check Also

EMANUELLE IN AMERICA di Joe D’Amato

Siamo nel 1974 quando in Francia viene prodotta una pellicola a tinte ...