Home / Recensioni / Home Video / PLOTONE D’ASSALTO di Robert G. Springsteen

PLOTONE D’ASSALTO di Robert G. Springsteen

PlotoneContinua a stupirci Mosaico Media con la sua promozione di classici del cinema, alcuni ingiustamente dimenticati, altri invece considerati dei veri e propri cult, come Con la bava alla bocca, Il ritorno di Gorgo, o Crash, l’idolo del male. Stavolta vi proponiamo un titolo che, probabilmente, suonerà nuovo ai più, ma che, quando uscì nel 1959, seguiva, tematicamente, un po’ la scia di quegli anni, legati di riflesso alla seconda guerra mondiale e ai conflitti interni, come la guerra di Corea.

È sullo sfondo della guerra di Corea, scoppiata nel 1950, in seguito all’occupazione della Corea del Sud da parte della Corea del Nord, e conclusasi nel 1953, che R. G. Springsteen, regista americano legato al western ambienta una storia d’amore in Battle flame, da noi meglio conosciuto Plotone d’assalto.

Un’unità militare americana, in piena guerra di Corea, in soccorso della Corea del Sud, dopo cinque giorni di dura battaglia, è riuscita nell’impresa di far ritirare verso nord est i nemici nord coreani. Il tenente Frank Davis [Scott Brady], impegnato nella battaglia, non riesce a dimenticare Mary [Elaine Edwards], un’infermiera che presta soccorso ai soldati, alla quale aveva chiesto di sposarlo, arso dalla passione.

plotone_dassalto_scott_brady_robert_g_springsteen_003_jpg_gxaaCon grande sorpresa, però, i due, che si erano persi di vista per via dei diversi incarichi che li portano a viaggiare costantemente, si incontreranno presto, quando cioè Mary e le altre infermiere saranno fatte prigioniere del nemico, e il “plotone d’assalto” comandato da Frank le libererà. Frank pensa così di essersi finalmente ricongiunto a Mary, che invece gli rivela di essere impegnata con un altro uomo, il comandante Stoddard.

Plotone d’assalto è un film in bianco e nero che unisce le atmosfere funeree e deprimenti della guerra di Corea, con la vitalità di un sentimento come l’amore che è la ragione di vita di Frank, che tra i suoi uomini è l’unico a non aver ancora perso l’entusiasmo. Springsteen offre l’occhio della telecamera alla folla di migranti, i coreani del sud, costretti alla fuga delle truppe nordcoreane. Non si comprende il divieto ai minori di 14 anni apportato dalla censura nel 1960, non essendoci nessun elemento, né scabroso né violento, che giustifichi questa scelta.

Gilda Signoretti

PLOTONE D’ASSALTO

Voto film 

3 Teschi

Voto DVD

2.5dsc copy

Regia: R. G. Springsteen

Con: Scott Brady, Elaine Edwards

Durata: 74’

Formato: 4:3  1.33:1

Audio: Italiano Dolby Digital Dual-Mono

Distribuzione: Mosaico Media [www.mosaicomedia.it]

Extra: /

 

 

 

InGenere Cinema

x

Check Also

Visions of Suffering, Hyde’s Secret Nightmare e XXX Collection a novembre in Italia con TetroVideo

A partire da oggi, 23 novembre, sul sito ufficiale TetroVideo e sul sito ...