Home / Recensioni / In sala / IL PEGGIOR NATALE DELLA MIA VITA di Alessandro Genovese

IL PEGGIOR NATALE DELLA MIA VITA di Alessandro Genovese

Dopo il successo de La peggior settimana della mia vita, Fabio De Luigi riporta su grande schermo il personaggio del combinaguai Paolo che, dopo aver minacciato di mandare all’aria le sue nozze, stavolta deve vedersela con un pericoloso invito arrivato per movimentare le feste di Natale.

Sempre diretto da Alessandro Genovese, Il peggior Natale della mia vita è ambientato in uno splendido castello del nord Italia, dove Paolo alloggerà per le feste, assieme alla sua amata mogliettina in dolce attesa Margherita [Cristiana Capotondi] ed ai genitori di lei, Giorgio [Antonio Catania] e Clara [Anna Bonaiuto].

Padroni della casata sono l’amico di famiglia Alberto [Diego Abatantuono] e la sua odiosa figlia, anch’ella incinta, Benedetta [Laura Chiatti].

Ovviamente, nonostante i continui avvertimenti e le dovute precauzioni, Paolo non potrà fare a meno di far notare la sua presenza.

Prese le distanze dai vari riferimenti a Ti presento i  miei e al cinema di Ben Stiller in generale, il regista Genovese deve aver pensato bene di tirar su una commedia per Natale con fare molto retrò e lavorando su un prodotto ironico in pieno stile anni ’40.

Ma Il peggior Natale della mia vita, nonostante le evidenti premesse su citate, soffre un po’ di approssimazione, sia narrativa che registica, con un linguaggio statico e poco dinamico che coinvolge scarsamente durante la visione.

Gli attori ripetono i loro personaggi del film precedente, con fare a dire il vero meno convincente, e De Luigi stesso, autore anche dello script assieme al regista, non riesce a tenere alto il morale come sul primo capitolo [ma non scordiamoci che li a fargli da spalla esilarante c’era anche Alessandro Siani, assente ingiustificato di questo sequel]. In questo sequel c’è giusto la presenza delle new entry Abatantuono e Dino Abbrescia [il cameriere Pino] che qualcosa riescono a tirar fuori, cosa che invece non riesce alla Chiatti [una parte la sua che sinceramente non trova un vero e proprio sviluppo nella trama] e alle simpatiche comparsate del duo Ale e Franz.

Il peggior Natale della mia vita, più che un film studiato a tavolino, sembra il compimento di una lunga lista di cose da inserire a priori senza nesso logico: ci sono le gag, c’è l’equivoco, ci sono il protagonista imbranato e i comprimari vittime, c’è il calore natalizio [nota positiva del lungometraggio] ed una lunga performance musicale di Andrea Mingardi [qui come sull’uno nel ruolo del padre di De Luigi].

Insomma ci sono molti elementi che ben sviluppati avrebbero reso questo sequel più accettabile e meno dilettantesco, ed invece i risultati a malapena arrivano ad una sufficienza.

Mirko Lomuscio

Regia: Alessandro Genovese
Con: Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi, Antonio Catania, Diego Abatantuono, Laura Chiatti
Uscita in sala in Italia: giovedì 22 novembre 2012
Sceneggiatura: Alessandro Genovese, Fabio De Luigi
Produzione: Colorado Film, RTI
Distribuzione: Warner Bros. Italia
Anno: 2012
Durata: 90’

InGenere Cinema

x

Check Also

RITORNO AL FUTURO: I FILM, LA SCIENZA, LE CURIOSITÀ di Giovanni Toro

Alzi la mano chi, fra gli amici di InGenereCinema.com, deve la sua ...