Home / Recensioni / Home Video / RE-ANIMATOR 2 e ASYLUM per Pulp Video

RE-ANIMATOR 2 e ASYLUM per Pulp Video

reanimato2_dvdDopo la riedizione DVD del primo capitolo, CG Home Video include all’interno della collana Pulp Video anche il secondo capitolo cinematografico dedicato alla figura, venuta fuori dalla pagine di H. P. Lovecraft, di Herbert West Reanimator, ancora inedito [in DVD] in Italia.

Le vicende del folle dottor West [Jeffrey Combs] e del collega Dan Cain [Bruce Abbott] riprendono qualche tempo dopo le tragiche conclusioni del primo capitolo, diretto da Stuard Gordon, del 1985, e a questo si collegano a doppio filo. Lasciate le redini del progetto al produttore Brian Yuzna, questoRe-Animator 2 [Bride of Re-Animator], del 1991, spinge in maniera più decisa il pedale del grottesco [apice di tutto è la testa amputata e resuscitata del dottor Hill che svolazza per buona parte del film con due ali di pipistrello chirurgicamente cucitegli ai lati], dell’esasperazione [più ironico, più strambo, più splatter] e, già dal titolo, reclama la sua diretta discendenza dal quel Bride of Frankenstein [James Whale, 1935].

Gli esperimenti dei due scienziati sono continuati e l’attuale sogno fantascientifico di West è quello di ridare vita ad un corpo umano da lui creato unendo differenti pezzi di cadaveri femminili. Il liquido verde fluorescente riuscirà a dar vita ad una donna-puzzle, nel cui petto batte il cuore della defunta innamorata di Dan.

reanimato2_dvd3L’edizione curata da CGHV pecca, purtroppo, sia in qualità video [come già aveva fatto per il primo capito della serie] che in audio [oltre ai volumi sballati, ad un certo punto la traccia è disturbata da un’interferenza molto simile a quella prodotta da un telefono cellulare avvicinato ad un paio di casse]. Peccato, perché CG ci ha abituati a prodotti di ben altro livello.

Fra gli extra, oltre al trailer e qualche inserto testuale, un serie di scene eliminate.

Sempre per Pulp Video arriva in DVD, all’interno di una sotto-collana dedicata all’attore Peter Cushing, Asylum – La morte dietro il cancello [1972], film a episodi [prodotto dalla Amicus], ambientato all’interno di una struttura psichiatrica. Il dottor Martin si reca all’interno della clinica privata per proporsi come nuovo psichiatra. Il dottor Ruthenford gli offre di inserirlo nello staff medico qualora fosse riuscito a scoprire chi, tra gli ospiti della clinica, sia stato, fino a pochi giorni prima, il direttore, del tutto impazzito di punto in bianco.

Al di fuori della cornice narrativa, i quattro episodi si sviluppano a partire dalle esperienze che hanno condotto alla follia gli ospiti del manicomio e anche se gli episodi hanno valenze altalenanti, il film può dirsi riuscito. Nel primo racconto, un triangolo amoroso [lui, lei, l’altra] conduce un marito stanco a dividersi tra due donne e uccidere e fare a pezzi la moglie e, dopo averla accuratamente incartata pezzo a pezzo, a rinchiuderla all’interno di un congelatore appositamente comperato. Peccato che la donna non sia per niente d’accordo a rimanere buona buona all’interno della sua fredda bara, e decida di vendicarsi contro i due fedifraghi.

AsylumLa seconda storia [che vede Cushing tra i protagonisti] gira attorno alla commissione [fatta proprio dall’attore inglese] fatta ad un sarto di uno strano vestito, da cucire esclusivamente nelle ore notturne e usando un particolare tipo di stoffa fornita dallo stesso committente. Il terzo episodio narra la storia di una ragazza afflitta da problemi di droga, che lotta contro il materializzarsi dell’amica Lucy, probabile estensione dei suoi problemi psichiatrici, che non si fa scrupoli di eliminare chiunque si frammezzi tra lei e l’amica del cuore. Il quarto, invece [che fa da preludio al finale], ha per protagoniste una serie di piccoli robottini dal volto umano, dentro cui il loro folle genitore è convito di riuscire a rinchiudere l’essenza stesse dell’anima delle persone di cui le bambole riprendono i volti. Bell’horror d’essai.

Luca Ruocco

 

RE-ANIMATOR 2

Regia: Brian Yuzna

Con: Jeffrey Combs, Bruce Abbott, Claude Earl Jones

Durata: 96’

Formato: 4:3 – 1.33:1

Audio: Italiano 5.1, Italiano 2.0, Inglese 2.0

Distribuzione: CG Home Video – Pulp Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer; Scene tagliate; Filmografia Bryan Yuzna; Il racconto di H.P. Lovecraft; Still Gallery

 

 

ASYLUM

Regia: Roy Ward Baker

Con: Peter Cushing, Britt Ekland, Herbert Lom, Patrick Magee

Durata: 83’

Formato: 4:3 – 1.33:1

Audio: Italiano 5.1, Italiano 2.0, Inglese 2.0

Distribuzione: CG Home Video – Pulp Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer originale; Galleria fotografica; Filmografia Peter Cushing

 

InGenere Cinema

x

Check Also

ROOM di James Thierrée

L’acrobata, attore, regista, musicista, ballerino James Thierrée torna a incantare il pubblico ...