Home / Recensioni / In sala / ACT OF VALOR di Mike McCoy, Scott Waugh

ACT OF VALOR di Mike McCoy, Scott Waugh

actofvalor1“La guerra è bella anche se fa male” diceva De Gregori. Nel caso di Act of valor potremmo licenziosamente tradurre la citazione in “La guerra è brutta ma è necessaria”, aggiungendo che  i soldatini che ogni giorno rimettono le penne in battaglia sono degli eroi!

Dall’undici settembre in poi, ogni volta che sentiamo parlare di Islam, siamo portati ad associarvi quanto di più cattivo, violento e sanguinario il nostro immaginario abbia da proporci e ogni volta che si parla di esercito, di volontari e dei caduti sul campo di battaglia, una piccola lacrima scende dagli occhi e lentamente solca il nostro viso. Qualcuno ha detto ipocrisia?

Al di la dei giudizi personali di varia natura, generati dall’estrazione sociale e dalla cultura, il dato oggettivo sul quale riflettere è che non solo la guerra è una realtà, ma che è soprattutto un business.

 

Act of valor è uno di quei film d’azione che vuole colpire entrambi i fronti, vale a dire i pacifisti incalliti che puntano il dito sulla guerra e gli indomiti interventisti, rafforzandone i rispettivi punti di vista e quindi accentuandone le divisioni.

actofvalor2Basato su fatti realmente accaduti e recitato da un cast costituito solo in parte da attori, in Act of Valor ci sono tutti gli ingredienti dell’action movie post undici settembre americano.
Una squadra di Navy Seals impegnati in missione per il recupero di un agente della C.I.A. viene a conoscenza di un sordido piano di stampo terroristico ordito dalla jiad islamica, che vuole utilizzare i kamikaze per colpire alcuni punti nevralgici degli Stati Uniti. Ovviamente toccherà ai nostri eroi salvare la pelle di ogni abitante della terra. Grazie Stati Uniti!

Non molte idee in cantiere per questo film, diretto a quattro mani da Mike McCoy e Scott Waugh, ma semplicemente un grande videogioco con una morale discutibile sicuramente ben confezionato, ben girato e con attori non professionisti che farebbero morire d’invidia alcuni professionisti nostrani.

Paolo Corridore

 

Regia: Mike McCoy, Scott Waugh

Con: Alex Veadov, Roselyn Sanchez, Jason Cottle

Uscita in sala in Italia: venerdì 4 aprile 2012

Sceneggiatura: Kurt Johnstad

Produzione: Mike Mc Coy, Scott Waugh

Distribuzione: M2 Pictures

Anno: 2012

Durata: 111’

InGenere Cinema

x

Check Also

Visions of Suffering, Hyde’s Secret Nightmare e XXX Collection a novembre in Italia con TetroVideo

A partire da oggi, 23 novembre, sul sito ufficiale TetroVideo e sul sito ...