Home / Recensioni / Home Video / SCRE4M e SHELTER per MHE

SCRE4M e SHELTER per MHE

scre4m1Arriva in DVD e Blu-Ray il quarto capitolo della saga che ha ridato nuova linfa vitale a Wes Craven, sempreverde dell’horror made in USA: Scream [1996], con il suo Ghostface, così come negli anni ‘80 Nightmare on Elm Street [1984] con Freddy Krueger,  non solo ha rappresentato un notevole punto di svolta all’interno dell’horror con sfumature teen [e di questo gran parte del merito va anche all’ideatore e sceneggiatore della serie Kevin Williamson], ma è diventato nel giro di pochissimo tempo film generazionale e matrice da imitare [in maniera seria e faceta].

Così come per Freddy Krueger, anche con Ghostface un solo film non basta: il personaggio [anche se mai come in questo caso sarebbe meglio parlare di “la maschera”] funziona, il lavoro di sceneggiatura che si muove sull’orlo del meta-cinematografico ancor di più, il pubblico lo pretende. Si passa ad un sequel e da lì a firmare una trilogia il passo è breve. Stavolta, però, contrariamente a quanto era successo con i sequel subito successivi a Nightmare on Elm Street, Craven decide di rimanere al timone  della squadra Scream.

Dal 1996 al 2000 sceneggiatore e regista sembrano aver sparato tutte le cartucce, e la trilogia può dirsi conclusa, anche se di certo in fase calante con un poco ispirato Scream 3. Dopo undici anni, però, un colpo inesploso.Craven riesce a riunire tutti: Williamson

ancora allo script, e David Arquette, Neve Campbell e Courtney Cox, i protagonisti che di capitolo in capitolo erano sempre riusciti

a sfuggire alla cangiante mano che impugnava il coltello.

Pur rimanendo sul binario fatto di momenti thrilling ma anche di tanta ironia e autocritica sul Genere, tracciato dal capostipite, Scre4m riesce a reinventarsi, e supera di gran lunga gli altri due capitoli della serie. In un momento cinematografico che punta sull’horror quasi esclusivamente per proporre sequel, reboot e remake, Craven e i suoi non potevano che mettere a fuoco proprio questo loop di riciclo creativo, amalgamandolo con elementi come la sovrabbondanza di mezzi di comunicazione, cellulari e social network, che nell’arco di una decade hanno segnato lo sviluppo personale della nuova generazione [ne parliamo più ampiamente qui].

L’edizione Blu-Ray, distribuita da Mondo Home Entertainment di Scre4m contiene al suoi interno oltre 50 minuti di contenuti extra: dalle scene eliminate ad una breve raccolta di gag sul set, passando per un Making of con interviste a cast e regista.

“Le regole sono cambiate” giocando, a nostro parere, a favore del prodotto filmico: una sorta di sequel-reboot che gioca proprio con i difetti e i luoghi comuni che gli appartengono. Che sia l’inizio di una nuova trilogia?

shelter1

Rimaniamo sulle atmosfere da thriller, ma questa volta calate in un contesto marcatamente paranormale, conShelter – Identità paranormali di Måns Mårlind e Björn Stein.

Cara [Julianne Moore] è una psichiatra forense. Suo padre, anche lui psichiatra, lavora in una struttura di ricovero specializzata nello studio di pazienti affetti da disturbo di personalità multiple.

Ritornata in sede dopo un viaggio di lavoro, Cara viene convocata urgentemente dal padre che le chiede di incontrare un paziente arrivato da poco: Adam [Jonathan Rhys Meyers]. Quello che stupisce l’anziano psichiatra, che ormai dovrebbe essere abituato a tutto, e che riesce a destabilizzare la troppo razionale Cara, è che le personalità che sembrano avvicendarsi all’interno del corpo del giovane degente siano tutte vittime di violenti assassinii. A questo si aggiunge il fatto che, senza un apparente motivo, tutti coloro che entrano in contatto con lo sconosciuto dalle infinite personalità, inizieranno ad ammalarsi, per spegnersi in breve tempo e entrare a far parte della collezione di identità che possiedono il corpo di Adam.

Strutturalmente non male questo Shelter, che però cade nel ripetitivo, a causa di uno script non troppo convinto. Di buono c’è sicuramente la dicotomica personalità della psichiatra, divisa tra scienza e fede, che apre la porta a dio e al diavolo. Proprio da lei, e dalla croce dorata appesa al suo collo, la storia di Adam inizia ad inarcarsi, a screpolarsi; dalle fessure inizia a filtrare della luce strana, che trasforma la malattia in possessione, le morti accidentali in omicidi, le personalità multiple in anime strappate.

Per certi versi il tutto potrebbe ricordare una buona puntata da telefilm alla X-files [di quelle più “nere”, anche grazie alla figura di Cara, divisa tra fede e scienza, tra credo e non credo, come la Scully di X-files] o, meglio ancora, alla Millennium, peccato davvero, perché uno sviluppo del plot più attento avrebbe di certo giovato al film. Distribuisce Mondo Home Entertainment in un’edizione DVD priva di contenuti extra.

Luca Ruocco

 

SCRE4M [edizione Blu-Ray]

Regia: Wes Craven

Con: David Arquette, Neve Campbell, Courteney Cox

Durata: 110’

Formato: Video High Definition Widescreen 2.35:1 – 1920X1080 [1080p]

Audio: Italiano DTS-HD Master Audio HR 5.1, Inglese DTS-HD Master Audio HR 5.1

Distribuzione: Mondo Home Entertainment [www.mondohe.it]

Extra: Making of; Scene eliminate; Gag sul set; Trailer cinema; Trailer originale

 

SHELTER [edizione DVD]

Regia: Måns Mårlind, Björn Stein

Con: Julianne Moore, Jonathan Rhys Meyers

Durata: 109’

Formato: 16:9 – 2.35:1

Audio: Italiano Dolby Digital 5.1, Audio Italiano DTS, Inglese Dolby Digital 5.1

Distribuzione: Mondo Home Entertainment [www.mondohe.it]

Extra: /

InGenere Cinema

x

Check Also

SETTE NOTE IN MENO: Il secondo episodio de “Il Giro dell’Horror” con Fabio Frizzi al RIFF 2021

L’atteso secondo episodio della docuserie Il Giro dell’Horror è finalmente pronto a ...