Home / Recensioni / Home Video / SALT di Phillip Noyce

SALT di Phillip Noyce

salt1

Salt [2010], ultima fatica di Phillip Noyce [Giochi di potere, 1992; Sotto il segno del pericolo, 1994; Il collezionista di ossa, 1999], è un thriller spionistico di grande successo [ha incassato circa 290 milioni, e anche l’Italia, in cui il film è uscito il 29 Ottobre 2010, s’è fatto largo niente male].  È proprio in seguito al consenso ottenuto, che il regista ha preso in seria considerazione l’idea di girare un sequel, sempre con Angelina Jolie nel ruolo di Evelyn Salt, protagonista assoluta.

L’interrogatorio che Evelyn Salt fa a Vassily Orlov [Daniel Olbrychski], spia russa, porterà a una notizia sconvolgente: in occasione della visita negli Stati Uniti del presidente russo Matveyev [Olek Krupa] verrà ucciso. Lo scandalo è che, ad ucciderlo, secondo Orlov, sarà proprio lei, Salt.

Ma chi è Evelyn Salt? È davvero un’agente della CIA o è una spia sovietica? È da questo dubbio, e dai continui sospetti dei suoi colleghi [solo Ted, interpretato da Liev Shreiber, non crede all’ambiguità della sua collaboratrice, almeno fino ad un certo punto] che prende spunto Salt. Cosa farà allora, l’agente CIA? Non le resta che fuggire, lanciare l’allarme al marito Mike [August Diehl], di professione aracnologo, e sperare di salvarsi.

salt2

Salt le tenta davvero tutte, e non ne sbaglia una. Anche quando viene arrestata da Peabody [Chiwetel Ejiofor] responsabile dei servizi segreti statunitensi, riesce a scappare e a distogliere l’attenzione della sorveglianza. Non si sa come, riesce a sbaragliare tutti gli uomini dell’FBI, senza farsi mai prendere. Peccato non abbia la capacità di volare. Si, perché Salt si lancia sui mezzi di trasporto in 

Ma in un film d’azione, sappiamo, tutto deve essere esagerato, e quindi se ci sono contesti meno reali di altri, non ci si bada.autostrada, riesce a intrufolarsi ovunque senza farsi beccare, a non rimanere schiacciata da auto o furgoni durante gli inseguimenti per strada, e addirittura a sventare le pallottole che gli uomini dell’FBI e CIA insieme gli sparano contro, i quali, nonostante siano addestrati, non ne azzeccano una. Tutto questo risulta ancor più incredibile se pensiamo alla fisicità esile della protagonista, esageratamente magra, dotata però, incredibilmente, di tale e tanta forza da stendere anche i più robusti uomini. Ci si chiede anche come faccia ad essere sempre super truccata, vivendo in condizioni estreme.

salt4

C’è da dire, comunque, che Salt ha il merito di attrarre lo spettatore, e di non stancare. Si, perché in Salt non c’è un attimo di stasi, è tutto frenetico, convulso e incontrollato, dall’inizio alla fine. L’intrigo è subito messo in mostra, anche se in modo un po’ confusionario. Stimolanti anche i continui flashback, che ci chiariscono le idee sulla vera personalità di Salt, verso la quale non  sappiamo se fare il tifo a favore o contro.

Da questa prospettiva, perciò, è tutto molto efficiente, e si sa, il pubblico, da uno spy-movie, vuole soprattutto che ci sia un gran casino. 

La Jolie non convince del tutto, nel ruolo. Ammalia, certo, ma non suggestiona, né, con la sua presenza, influenza l’andamento del film.Il demerito di Noyce e della sua squadra sta nel non essere stati esemplificativi in certi frangenti, ad esempio non si capisce perché gli agenti della CIA credano subito all’indefinibile Orlov e per niente a Salt, o come, in passato, il marito sia riuscito ad intercedere per lei.

Poiché in origine il film prevedeva un protagonista maschile [che sarebbe dovuto essere Tom Cruise], lo sceneggiatore, Kurt Wimmer, ha rilavorato la sceneggiatura [un pò vacillante] senza stravolgerla completamente, ma puntando sul lato glamour del personaggio e aggiungendo il personaggio di Mike, il marito.

Salt, in vendita dallo scorso 23 Marzo, è distribuito in Blu-Ray e DVD da Sony Pictures Home Entertainment. L’esclusivo Blu-Ray, in particolare, si compone di quasi 2 ore di contenuti speciali [uno speciale contenuto interattivo per entrare nel mondo di Evelyn Salt e carpirne i segreti, filmati e interviste inedite, dietro le quinte, e tre versioni del film: una versione cinematografica e due versioni integrali inedite al cinema.

Gilda Signoretti

 

Regia: Phillip Noyce

Con: Angelina Jolie, Liev Shreiber, Chiwetel Ejiofor

Durata: 100’

Formato: Panoramico ad alta definizione [2.40:1] 1920 x 1080p

Distribuzione: Layout and Design Sony Pictures Home Entertainment [www.he.sonypictures.it]

Extra: L’eroina del film d’azione; Travestimento da spia: i diversi volti di Evelyn Salt; Intervista radiofonica col regista Philip Noyce; Commento degli autori; SALT svelato.

Extra in esclusiva per Blu-Ray: Un tour sotto copertura in cerca dei segreti del film; I veri agenti; Il maestro del thriller politico moderno: Philip Noyce; Falsa identità: la creazione di una nuova realtà; Spy Cam: traccia Picture-In-Picture; movielQ

InGenere Cinema

x

Check Also

MINIONS 2 – COME GRU DIVENTA CATTIVISSIMO di Kyle Balda, Brad Ableson e Jonathan del Val

Anche i piccoli e confusionari Minions possono suscitare polemiche. Ne sa qualcosa ...