Home / Recensioni / Home Video / TILL DEATH + BOILING POINT – IL DISASTRO È SERVITO

TILL DEATH + BOILING POINT – IL DISASTRO È SERVITO

Come sempre ospitiamo con piacere sulle pagine della nostra Gazzetta i titoli home video curati da Midnight Factory per Plaion Pictures. Questo mese vi segnaliamo Till Death, esordio al lungometraggio di Scott Dale.

Si tratta di un survival thriller che vede protagonista la provocante Megan Fox nei panni di Emma, una donna ricca, sposata con Mark [Eoin Macken], di professione avvocato.

Il loro è un rapporto in crisi da anni, che portano avanti come fosse un obbligo. Una sera, però, Mark organizza una cena romantica in un ristorante sul lago. I due coniugi trascorrono una notte d’amore, ma Emma è ignara che si tratta di un terribile piano ordito dal marito che ha perso ogni forma di lucidità. La donna si sveglierà la mattina seguente con una manetta al polso che la lega al braccio del marito. Dopo averle dato il buongiorno, l’uomo si spara davanti a lei.

Till Death fa parte di quella categoria di film piacevoli da vedere per ritmo adrenalinico e continui crescendo narrativi, ma senza uno sviluppo di trama davvero corposo o interessante. Non siamo di fronte ad un film originale, insomma, ma ad una pellicola non pretenziosa che sa incuriosire lo spettatore e sfruttare i colpi di scena per non risultare prevedibile.

Il piano diabolico e vendicativo messo in piedi da Mark si sviluppa a poco a poco, e ha come location la dimora di montagna dei due, ma non solo. C’è poca cattiveria nei due sicari [Callan Mulvey e Jack Roth] assoldati da Mark, uno dei due particolarmente pauroso e ingenuo, tanto da mostrare segni di cedimento.

A parte alcune sequenze un po’ inverosimili, però, Till Death diverte. Unico contenuto extra del DVD il trailer.

Quante volte ci siamo trovati a vivere, in diversi luoghi di lavoro, situazioni estremamente stressanti, al limite dell’esaurimento nervoso. Uno di questi luoghi infernali è il ristorante a 5 stelle dove lavora l’executive chef Andy Jones [Stephen Graham], protagonista di Boiling Point – Il disastro è servito, opera prima di Philip Barantini, distribuito in home video da CG Entertainment in collaborazione con Mustang Entertainment.

Andy sta vivendo un periodo molto complicato e difficile nella sua vita privata. Si è appena trasferito in un nuovo appartamento dopo la separazione da sua moglie. Le fatiche causate nella gestione dei problemi extralavorativi che sta vivendo, non gli permettono di dirigere con lucidità il lavoro. Dimentica di contattare i fornitori per le ordinazioni, arriva tardi al lavoro, rimanda il licenziamento del nullafacente Tony [Malachi Kirby] perché non ha tempo per pensare anche a questo, e così il ragazzo, sfacciato e menefreghista, se ne approfitta facendo il meno possibile e allontanandosi dal luogo di lavoro.

Andy può contare solo su Carly [Vinette Robinson], chef in seconda, che anche nelle situazioni più critiche e tese sa mantenere il controllo, sa gestire Andy nei momenti nevrotici sul lavoro, lo sgrida severamente quando è necessario ma nello stesso tempo è la sua confidente. E poi c’è Beth [Alice Feetham], direttrice di sala del ristorante, apparentemente una donna forte, che deve regalare sorrisi ai clienti , anche quelli più esigenti o maleducati, soprattutto se sono influencer indignati per la mancanza di bistecche che Andy ha dimenticato di ordinare.

La storia è ambientata a Londra, la sera della vigilia di Natale, quindi un giorno di immenso lavoro per i ristoratori, a cui bisogna arrivare preparati e dove tutto deve andare per il meglio. Non sarà così per Andy e il suo staff, che vivranno probabilmente il peggior giorno di lavoro, iniziato con la visita degli ispettori sanitari che notano troppe criticità, tanto da declassare il ristorante da 5 stelle a 3.

Estensione del cortometraggio omonimo [2019] dello stesso Barantini, Boiling Point – Il disastro è servito è una vera sorpresa. Siamo di fronte a un film girato sempre in unico piano sequenza, che si regge su una storia che potrebbe risultare comune, ma che di banale non ha nulla, anzi. Fin dall’inizio si assiste ad un ritmo frenetico che non conosce pause, tutto all’interno di una sala di un ristorante.

È tutto avvolto da nevrosi, ansia, panico, angoscia, agitazione, pressione insostenibile. Gli imprevisti sono il primo asso vincente di questo film, si susseguono con velocità e sono sempre più gravosi da sostenere.

Molti gli elementi che funzionano in questo film, dalla sceneggiatura all’ottimo lavoro di montaggio e alla fotografia. In fondo non c’è un protagonista vero e proprio, perché tutti in realtà giocano un ruolo fondamentale in un lavoro comunitario simile ad una catena di montaggio.

C’è una vera indagine psicologica nelle menti di tutti i dipendenti del ristorante, e alcuni riportano sulla propria pelle la crisi depressiva di cui soffrono.

Peccato che non siano presenti contenuti extra nel DVD.

Gilda Signoretti

TILL DEATH

Voto film:

Voto DVD:

Regia: Scott Dale

Con: Megan Fox, Eoin Macken, Callan Mulvey, Jack Roth

Formato: 16/9 2.35:1

Audio: Italiano 5.1 DTS Master Audio, Inglese 5.1 DTS HD Master Audio

Extra: Trailer

Distribuzione: Midnight Factory – Plaion Pictures [www.midnightfactory.it]

BOILING POINT – IL DISASTRO È SERVITO

Voto film: 

Voto DVD: 

Regia: Philip Barantini

Con: Stephen Graham, Vinette Robinson, Alice Feetham, Ray Panthaki, Hannah Walters, Malachi Kirby, Lauryn Ajufo, Jason Flemyng, Lourdes Faberes, Izuka Hoyle

Formato: 16/9 2.35:1 Anamorfico

Audio: Italiano 5.1 Dolby Digital, Lingua originale 5.1 Dolby Digital con sottotitoli in italiano

Extra: /

Distribuzione: CG Entertainment [www.cgentertainment.it]

InGenere Cinema

x

Check Also

Ghostbusters: Minaccia Glaciale – Il nuovo poster italiano!

Ghostbusters: Minaccia Glaciale, diretto da Gil Kenan con Paul Rudd, Carrie Coon, ...