Home / Recensioni / Home Video / RIFKIN’S FESTIVAL di Woody Allen

RIFKIN’S FESTIVAL di Woody Allen

Vi avevamo parlato di Rifkin’s Festival in occasione della sua uscita al cinema lo scorso maggio con una certa emozione, in quanto era uno dei pochi film in sala dopo la chiusura delle sale cinematografica causa pandemia. Ve ne riparliamo in occasione della sua distribuzione home video con CG Entertainment.

Mort Rifkin [Wallace Shawn] e Sue [Gena Gershon] sono una copia matura. Lui è un ex insegnante di cinema, ormai in pensione, ma per niente assuefatto al trascorrere del tempo e alla noia della vecchiaia, tanto da pensare a dedicarsi al libro che vuole scrivere da anni. Sue è invece la press agent di Philippe [Louis Garrel], un attore che sta conoscendo la fama. La coppia decide di partire per il nord della Spagna per partecipare al Rifkin’s Festival, dove a Philippe sarà conferito il premio Luis Bunuel. Tra Mort e Sue c’è molto feeling, ormai si conoscono da anni e il loro rapporto sembra essere consolidato, se non fosse che Sue si invaghisce di Philippe, mostrandogli apertamente tale sentimento anche di fronte a Mort, che parteciperà a cela di gala alquanto stravaganti, assistendo al corteggiamento tra la moglie e l’attore, reagendo con la filosofia che lo contraddistingue. Mort è un eccellente ipocondriaco, e proprio questo suo continuo rifugio nell’ambiente ospedaliero, lo porterà a conoscere la giovane cardiologa Jo [Elena Anaya], con la quale condivide un momento di crisi.

Rifkin’s Festival è una commedia molto piacevole, che non cerca di essere eclatante, magari suscitando sonore risate. Allen scrive e dirige una commedia densa di ironia, una ironia che riesce a rimanere tale anche quando la malinconia emerge e vorrebbe farsi largo, ad esempio quando Mort ricorda tra sé e sé gli anni felici trascorsi con Sue, consapevole del fatto che non potranno più tornare perché il loro amore è terminato. La fine della loro relazione si svolge con una freddezza colorata di un certo cinismo. Di Mort viene evidenziato l’autocontrollo nei diversi momenti della crisi coniugale quando, anziché mostrarsi a disagio, riesce a tenere conversazione mostrando una certa serenità, pur sapendo di essere il terzo incomodo.

Allen ancora una volta mostra la sua personalità, il suo humour unico e inconsueto.

Rifkin’s Festival è una commedia piacevole, leggera, senza troppe pretese, con il suo lato amaro poco accennato ma tagliente, nel quale più che riflettere sui personaggi, lo spettatore è spinto a osservare i personaggi e a scoprire che, in un modo o nell’altro, non si sono vittime e colpevoli.

Nel DVD distribuito da CG nessun extra.

Gilda Signoretti

RIFKIN’S FESTIVAL

Voto film:

Voto DVD:

Regia: Woody Allen

Con: Gina Gershon, Wallace Shawn, Louis Garrel, Christoph Waltz, Elena Anaya, Steve Guttenberg, Richard Kind, Damian Chapa, Enrique Arce, Georgina Amorós, Sergi López, Nathalie Poza, Manu Fullola

Formato: 16/9 2.00:1

Audio: Italiano Dolby Digital 5.1; Italiano Dolby Digital 2.0; Originale Dolby Digital 5.1; Dolby Digital 2.0

Extra: /

Distribuzione: GC Entertainment [www.cgentertainment.it]

Anno: 2021

InGenere Cinema

x

Check Also

ENCANTO di Jared Bush, Byron Howard e Charise Castro Smith

I Walt Disney Animation Studios festeggiano il traguardo del 60esimo lungometraggio animato ...