Home / Recensioni / Home Video / FEBBRE DA CAVALLO di Steno

FEBBRE DA CAVALLO di Steno

Febbre locandinaImpossibile non rimanere conquistati dall’uscita home video targa Videa CDE – in edizione Blu-Ray e DVD – di un film che possiamo considerare senza timidezza uno dei mostri sacri della commedia all’italiana: Febbre da cavallo. Era il 1976 quando il film uscì nelle nostre sale, e fu subito un successo. Per l’occasione, Videa CDE propone un’edizione restaurata del film a quarant’anni dal suo debutto al cinema.

Febbre da cavallo è un film che, guardato e riguardato più volte, non stanca mai, e il merito va ricercato in più punti, a partire dalla sceneggiatura, scritta a quattro mani dallo stesso Steno con Alfredo Giannetti [Divorzio all’italiana di Pietro Germi], Massimo Patrizi [Sei donne per l’assassino di Mario Bava] e Enrico Vanzina, semplice e originale, genuina e briosa; fino ad arrivare alla regia di Steno, attento a raccontare situazioni, luoghi e personaggi facendo ricorso all’umorismo ma evitando ricorsi troppo caricaturali per dare sempre l’immagine di naturalezza.

Febbre 1Steno nei suoi film prende in giro la società senza moralismi, riuscendo a farci ridere grazie alla naturalità delle sue storie e alla caratterizzazione dei personaggi. Nel caso di Febbre da cavallo, ad esempio, è proprio l’eterogeneità dei personaggi a farla da padrona: dall’eccentrico e bizzarro Mandrake [Gigi Proietti], con un forte ego, al pasticcione e furbissimo Pomata [Enrico Montesano], allo sconsolato e dall’aria assonnata Felice [Francesco De Rosa], all’avvocato De Marchis [Mario Carotenuto], proprietario del cavallo Soldatino sottovalutato da tutti.

I quattro non riescono proprio a non scommettere sulle corse dei cavalli, disposti anche ad allontanarsi da casa per raggiungere un ippodromo, scommettere su un cavallo e seguire le corse raccattando furtivamente soldi per poter scommettere. Per uno strano scherzo del destino, però, i tre perdono sempre, mentre il povero avvocato, indebitato fino al collo, dovrà privare Soldatino della biada…

Febbre 3 L’occasione per i tre scommettitori si presenta nel momento in cui la povera Gabriella [Catherine Spaak], compagna di Mandrake, stanca delle continue perdite al gioco del suo uomo, che si concede sempre meno perché vinto da un senso di colpa, si rivolge ad una cartomante che la invita a interpretare il tris di carte: Gabriella, consultatasi con Mandrake, decide di puntare su tre cavalli: Soldatino, King e D’Artagnan. L’influenza di Pomata però porta Mandrake a scommettere con lui e Felice su un altro cavallo, Antonello Da Messina, che invece perderà. Se solo avesse ascoltato Gabriella, Mandrake avrebbe portato a casa venti milioni, ma non ha il coraggio di dirglielo, e così nuove situazioni paradossali si susseguono, e una di queste, la più rischiosa, avrà come cavia il fantino Jean-Louis Rossini….

Dispiace solo per l’esiguità dei contenuti extra, che prevedono il Trailer e la Galleria Fotografica. Interessante sarebbe stato far ricorso a interviste al cast e a immagini di repertorio.

Gilda Signoretti

FEBBRE DA CAVALLO

Voto film:

5 Teschi

Voto Blu-Ray:

4disc copy

Regia: Steno

Con: Enrico Montesano, Francesco De Rosa, Mario Carotenuto, Catherine Spaak

Durata: 90′

Formato: 2.40:1  16/9

Lingua: Italiano Dolby Digital 2.0 Dual Mono

Distribuzione: Videa CDE [http://www.videaspa.it]

Extra: Trailer, Galleria Fotografica

Gilda Signoretti

x

Check Also

THE FRENCH DISPATCH di Wes Anderson

Inserito per ben due volte nella selezione ufficiale del Festival di Cannes, ...