Home / Recensioni / Memorie dall'Invisibile / Nasce BIZZARO ITALIANO: La raccolta di corti anni ’90 in “Original Bad Quality”!

Nasce BIZZARO ITALIANO: La raccolta di corti anni ’90 in “Original Bad Quality”!

bizzarroitaliano1Bizzarro Italiano è la prima antologia in DVD [curata dal regista indie Paolo Fazzini] di cortometraggi realizzati in ambito indipendente durante la decade degli anni ’90.

Prima dell’avvento delle tecnologie digitali, prima della diffusione capillare di internet, dei telefoni cellulari, dei plug-in per la post-produzione, della color correction, in Italia si agitavano in maniera disordinata e sotterranea appassionati di cinema che riuscivano a porre mano su mezzi di ripresa, accenderli e mettere in scena i deliri cinematografici che scorrevano nelle loro menti. Trash, horror, demenziali, provocatori, comici, i corti raccolti in questa antologia esplodono nuovamente in faccia allo spettatore dopo decenni di sepoltura forzata in bui scaffali, facendo emergere un cinema sommerso realizzato con la sfrontatezza di un’attitudine quasi anarcoide.

Pochissimi mezzi a disposizione, budget pressoché inesistenti, ma i film [ri]proposti oggi urlano originali idee e sorprendenti trovate di sapore profondamente analogico che è raro trovare nelle produzioni, seppure tecnicamente perfette, dei recenti giovani filmmaker.

I registi coinvolti in questo primo volume dell’antologia [la collana conta di proporre future nuove uscite] sono Stefano “Zio Tolo” Barbieri, Paolo Fazzini, Nicola Lombardi, Marzano Bros., Latino Pellegrini, Giovanni Polesello, Maurizio Quarta, nomi piuttosto noti del panorama underground degli anni ’90.

Il DVD è prodotto e distribuito da Rave Up Records, etichetta che si occupa di editoria e musica, sempre attenta a rivalutare la sottocultura degli anni passati.

bizzarroitaliano2Ad oggi, non era mai esistita un’antologia che raccogliesse i lavori di quegli anni, con il rischio che molte produzioni indipendenti di allora andassero per sempre dimenticate, ma un altro obiettivo di Bizzarro Italiano è, citiamo le parole del curatore di collana, quello di “creare una sorta di provocazione contro i tempi che stiamo vivendo, fatti di registi sì ricchi di tecnologie e mezzi, ma spesso scarsi di idee… riproporre quei corti così sgangherati e imperfetti è quasi un gesto punk-anarchico contro i fighetti di oggi”.

Gli appassionati del cinema di Genere degli anni ’90, senza internet, tecnologie, e cellulari, si scrivevano per lettere manoscritte, si scambiavano misteriose VHS per riuscire a vedere i film che agognavano, si incontravano ai festival e nei negozi specializzati (quei pochi che esistevano), era faticoso ma era anche stimolante…. Oggi, seppur le persone hanno sempre più social network a disposizione, frequentano sempre meno i festival e sempre meno si incontrano di persona.

Bizzarro Italiano vuole far rivivere una parte di quel mondo fatto di corti assurdi, fanzine fotocopiate, VHS duplicate decine di volte, tutto in nome della “bassa qualità” e del Low-Fi

 Ogni corto inserito nell’antologia è preceduto da una breve intervista al regista.
Per tenervi aggiornati su Bizzarro Italiano, seguite la pagina Facebook ufficiale:

InGenere Cinema

x

Check Also

TEBE AL TEMPO DELLA FEBBRE GIALLA di Odin Teatret

L’Odin Teatret, fondata nel 1964 dal regista italiano Eugenio Barba trasferitosi nei ...