Home / Recensioni / Home Video / Un duo di horror negromantici per CG Home Video

Un duo di horror negromantici per CG Home Video

cittadeimostri1Dal bagaglio cormaniano relativo al periodo “Poe” della filmografia del regista, spuntano sempre perle preziose e da collezione. Stavolta CG Home Video, nella collezione Pulp Video, porta in DVD e Blu-Ray l’elegante La città del mostri, del 1963. D’ispirazione non comprovata, il film [molto probabilmente per il periodo creativo che legava a doppio nodo Corman, e l’interprete Vincent Price, a Edgar Allan Poe] è dichiaratamente ispirato alla poesia Il palazzo stregato, e il titolo originale del film è, infatti, The Haunted Palace. Ma con un minimo di conoscenza nel settore della letteratura gotica e misterica, è ben chiaro, sin da subito, che la reale ispirazione del film arriva, stavolta, dagli scritti di Howard Phillips Lovecraft e, di preciso, dai romanzi Il caso di Charles Dexter Ward e L’orrore di Dunwitch, da cui il film di Corman riprende suggestioni, personaggi, location e importanti intuizioni [filmiche e ancora prima letterarie], come l’utilizzo drammaturgico del libro oscuro noto con il nome di Necromicon.

Pur non giocando “in casa”, però, come quasi sempre è avvenuto nei lavori in coppia di Corman e Price, il film è affascinante e  raffinato, nella sua cornice gotica: la storia è quella di Chales Dexter Ward [Price], che giunge nella cittadina di Arkham insieme alla moglie [Debra Paget], per visitare un castello di famiglia ereditato, appartenuto 110 anni prima ad un trisavolo che, in odore di negromanzia, venne catturato e arso vivo, nel più classico dei modi, dal popolo stanco di essere vessato dalla malasorte originata dai suoi demoniaci riti.

cittadeimostri2In barba ad ogni teoria sull’ereditarietà dei tratti somatici, i discendenti dei popolani che il secolo precedente s’erano macchiati dell’omicidio del necromante, sono identici ai loro predecessori, ancor più Ward che, dopo aver shockato gli abitanti del luogo con il suo arrivo, si trova, nel salotto del castello, di fronte ad un macrabro ritratto del trisavolo.

Nel castello [e nel cast] si aggira anche un Lon Chaney bolso e ingrassato [e con il viso coperto da cerone grigio-verde] che, nel ruolo di guardiano non-morto del maniero, attende il ritorno del deceduto padrone per vendicarsi con i successori dei suoi assassini, e riprendere, finalmente, i demoniaci esperimenti.

Ward e sua moglie iniziano la propria discesa nel lato oscuro della città, e del genia dell’uomo, inizialmente incontrando casualmente gli esponenti delle ultime generazioni degli abitanti di Arkham, tutti affetti da orribili degenerazioni genetiche [rappresentate con placche posticce di lattiche a copertura di occhi, bocche, nasi… che bella la old school!!], per poi entrare a contatto con l’inquietante presenza del trisavolo che abita diabolicamente la tela appesa nel salotto, in attesa di un corpo ottimale da abitare, per poter tornare a camminare sulla terra.

diavolidelletenebre1Il tema per eccellenza del Genere gotico prende corpo anche in questo Poe apocrifo, con l’interpretazione di Price diviso tra bene e male,e anche gli effetti che dovrebbero esularne piegando il tutto su una sotto-tematica più sci-fi tipica di Lovecraft, in realtà non stona affatto. Davvero trash, però, il “Grande Antico” custodito sotto una botola di ferro, nei sotterranei del castello: un’icona dell’incoscienza low budget di Corman.

Sia il DVD che il Blu-Ray non includono extra di grande interesse: si va dal trailer originale ad una galleria di foto, per finire con le bio-filmografie testuali di Price e della Paget.

Sempre con CG Home Video, ma stavolta per la serie Sinister Film, arriva in DVD I diavoli delle tenebre [1965] di Lance Comfort, a dire il vero un vampire movie un po’ noioso, nonostante il tentativo di differenziazione dai classici stilemi del Genere, molto usati e abusati, soprattutto all’epoca.

L’inglese Paul, in viaggio di piacere in Bretagna, entra in contatto con il Conte, un misterioso individuo dai modi affabili, che nasconde, in realtà, la sua identità di pericoloso vampiro. In misteriose situazioni due amici di Paul perdono la vita, mentre la sua fidanzata scompare nel nulla.

Ovvio che le ricerche di Paul lo portino a sospettare del Conte che, tra le altre cose, è anche il gran maestro di una segreta società diabolica dedita ai sacrifici umani.

diavolidelletenebre2I diavoli delle tenebre racchiuderebbe in sé, in realtà, gli argomenti e gli stilemi che potrebbero renderlo un buon gotico-satanico [dal vampiro che è anche maestro segreto di una setta, all’uso di cerimoniali, pentacoli e talismani, al dramma della gelosia vissuto dalla vecchia compagna del Conte che, di punto in bianco, si vede soppiantata dall’ingresso della voluttuosa donna di Paul, inebriata dalla presenza del vampiro, e pronta a prendere posto al suo fianco, nel servire per sempre il maligno.

La svolgersi dei fatti, però, è più che zoppicante, e l’impianto gotico non prende mai il largo, rimanendo ripiegato su meccanismi farraginosi, fino all’epilogo davvero nonsense.

Ultimo film di Comfort, che perde la vita subito dopo aver realizzato I diavoli delle tenebre.

Fra gli extra la classica presentazione di Luigi Cozzi e il trailer del film.

Luca Ruocco

LA CITTÀ DEI MOSTRI

3 Teschi

Regia: Roger Corman

Con: Vincent Price, Debra Paget, Lon Chaney jr.

Durata: 78’

Formato: 2.35:1 – 16:9

Audio: Inglese – Dolby Digital 2.0 – stereo, Italiano – Dolby Digital 2.0 – stereo

Distribuzione: CG Home Video – Pulp Video [www.cghv.it]

Extra: Filmografie Vincent Price e Debra Paget, Trailer originale, Photogallery

I DIAVOLI DELLE TENEBRE

2 Teschi

Regia: Lance Comfort

Con: Carole Gray, Hubert Noel, Tracy Reed

Durata: 88’

Formato: Widescreen

Audio: Italiano Dolby Digital 2.0, Inglese Dolby Digital 1.0, Italiano Mono

Distribuzione: CG Home Video – Sinister Film [www.cghv.it]

Extra: Trailer; Presentazione di Luigi Cozzi

InGenere Cinema

x

Check Also

TEBE AL TEMPO DELLA FEBBRE GIALLA di Odin Teatret

L’Odin Teatret, fondata nel 1964 dal regista italiano Eugenio Barba trasferitosi nei ...