Home / Recensioni / In sala / LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford

LA REGOLA DEL SILENZIO di Robert Redford

regoladelsilenzio1L’attore-regista Robert Redford [premio Oscar per Gente comune] torna dietro la macchina da presa per il thriller spionistico tratto da un romanzo di Neil Gordon, La regola del silenzio; una storia che, a chi conosce le idee radical del regista, invia dei chiarissimi input.
Tutto ruota attorno al mite avvocato Jim Grant [Robert Redford], un uomo, felice padre di una giovane figlia, che all’improvviso si trova catapultato fuori dal suo idillio dall’apparizione di un giovane reporter, tale Ben Shepard [Shia LaBeouf], che scopre la vera identità dell’uomo.
Questi, infatti, altri non è che un pacifista radicale degli anni ’70, che commise un omicidio a sangue freddo e che, per sfuggire alla cattura da parte delle autorità, si diede alla macchia, andando incontro alla libertà grazie all’aiuto dei suoi vecchi amici.
Redford, quando si tratta impostare una trama da spionaggio politico, è sempre pronto a dire la sua, con fare impegnato e strizzando l’occhio all’adrenalinico moderno, come Bourne ci insegna.


regoladelsilenzio2Certo La regola del silenzio non è proprio un prodotto di intrattenimento come quello della serie interpretata da Matt Damon, ma la star de La stangata si limita a narrare una storia così ricca di intrecci e personaggi emblematici con un fare da vecchia guardia, guardando a titoli che molto gli sono a cuore [come non pensare a I tre giorni del condor?], ma senza rimanere nel memorabile e soprattutto senza far uso di scene d’azione.
Il film arranca tra una fuga e l’altra e arricchisce la narrazione dello script di Lem Dobbs [sceneggiatore per Steven Soderbergh in L’inglese e Knockout – La resa dei conti] con dialoghi all’altezza, che riescono a caratterizzare i vari personaggi, come Genere consiglia.
regoladelsilenzio3Certo l’impegno alla fine viene utilizzato per incartare un messaggio più sobrio di quel che sembra, e quindi La regola del silenzio arriva ad essere meno impegnativamente emblematico, ma almeno chi è in cerca di uno spettacolo degno sarà soddisfatto.
Redford, consapevole forse di questi esiti, ha arricchito il cast di nomi degni di nota, facce riconoscibili nel firmamento hollywoodiano che, oltre alla star/regista stesso e LaBeouf, vanno da candidati [Terrence Howard, Richard Jenkins, Anna Kendrick, Stanley Tucci, Nick Nolte] a vincitori [Julie Christie, Chris Cooper, Susan Sarandon] di Oscar, più un altro paio di volti noti come Sam Elliott e Brendan Gleeson, giusto per assicurare i giusti esiti di botteghino a La regola del silenzio.
Mirko Lomuscio

LA REGOLA DEL SILENZIO
2.5 Teschi
Regia: Robert Redford
Con: Robert Redford, Shia LaBeouf, Julie Christie, Sam Elliott, Brendan Gleeson, Terrence Howard
Uscita in sala in Italia: giovedì 20 dicembre 2012
Sceneggiatura: Lem Dobbs
Produzione: Voltage Pictures/Wildwood Enterprises
Distribuzione: 01distribution
Anno: 2012
Durata: 117’

InGenere Cinema

x

Check Also

CURSE OF THE BLIND DEAD di Raffaele Picchio

Raffaele Picchio, regista di Morituris, nel 2020 torna alla regia a quattro ...