Home / Recensioni / In sala / COGAN di Andrew Dominik

COGAN di Andrew Dominik

cogan1Tetro, scuro e crudo, Cogan è un thriller sul mondo del crimine tratto dal romanzo di George V. Higgins e diretto da Andrew Dominik[L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford], un film che mantiene atmosfere dark e che fa dei suoi personaggi poco raccomandabili delle pedine di un’epoca americana schiacciata dall’economia in discesa.

Protagonista è la star Brad Pitt [Il curioso caso di Benjamin Button], che dell’opera è anche produttore, il quale ricopre il ruolo del killer Jackie, uno spietato calcolatore di morte che viene incaricato di trovare due rapinatori poco furbi, dato che le vittime del colpo sono dei temuti signori del crimine.

La resa dei conti sarà spietata.

Cogan è un lungometraggio che va preso con le pinze, perché, nonostante la sua natura criminale nel profondo della trama, è un prodotto che fa a meno delle sparatorie e della spettacolarità, concentrandosi molto sulla dimensione dei suoi sporchi personaggi e dell’epoca descritta [le presidenziali del 2008].

cogan2Certo, i noir hanno sempre insegnato che il pericolo sta nell’ambiguità dei protagonisti e nella cattiveria che ne scaturisce dalla loro personalità, ma Dominikesagera e stende uno script verboso che, tra un dialogo e una parolaccia, fa i conti con una resa alquanto noiosa, perdendo in gran parte il senso di pericolo che si avverte a inizio visione.

L’epilogo diventa crudo e feroce, su quello non ci sono dubbi, ma l’estetica violenta diDominik è ben lontana dagli standard hollywoodiani, rendendosi più che altro un emulo del cinema di Terrence Malick o Michael Mann, ma senza eguagliare il suo contemporaneo Nicolas Winding Refn, e questo non è proprio un bene.

cogan3Pitt si concentra sul suo ruolo da duro killer della mala ed elabora un’interpretazione all’altezza, ma non memorabile, mentre il resto del cast è composto di facce riconoscibili per qualsiasi appassionato di cinema, come Ray Liotta [Quei bravi ragazzi], Richard Jenkins [L’ospite inatteso],James Gandolfini [star de I soprano] e Sam Shepard[Uomini veri], tutti a loro agio nella dimensione criminale di Cogan.

Se non amate i dialoghi inutilmente lunghi e i ritmi lenti, il film non fa per voi.

Mirko Lomuscio

Regia: Andrew Dominik

Con: Brad Pitt, Ray Liotta, James Gandolfini, Richard Jenkins, Scoot McNairy, Ben Mendelsoh

Uscita in sala in Italia: giovedì 18 ottobre 2012

Sceneggiatura: Andrew Dominik

Produzione: Plan B, Annapurna Pictures, 1984, Private Defense Contractors

Distribuzione: Eagle Pictures

Anno: 2012

Durata: 97’

InGenere Cinema

x

Check Also

Horror News [5-11 maggio 2024]

THE SHROUDS: IL NUOVO VIAGGIO NEL MACABRO DI DAVID CRONENBERG David Cronenberg, ...