Home / Recensioni / Home Video / 01 distribuisce ACAB e ENTER THE VOID

01 distribuisce ACAB e ENTER THE VOID

acab1Esordio alla regia cinematografica di Stefano Sollima, conosciuto soprattutto per la sua Romanzo criminale – La serie [2008-2010], Acab – All cops are bastards ritorna a fotografare la fredda violenza della strada, spostando, stavolta, il punto di vista sulla vita delle guardie [oltre che avanti nel tempo, rispetto ai fatti narrati nella storia della banda della Magliana].

Mazinga [Marco Giallini], Cobra [Pierfrancesco Favino] e Negro [Filippo Nigro] sono tre celerini, poliziotti abituati alla violenza, a subirla e a metterla in pratica. È proprio tra le strade, e in mezzo a quella violenza, che i tre celerini hanno avuto modo di conoscersi, di mettersi alla prova e di scoprirsi solidali fratelli, compagni leali su cui poter contare nella vita e sul lavoro: per contenere le violente azioni degli ultras negli stadi o ripulire le case dagli sfrattati, ma anche per poter passare una piacevole serata spensierata lontano dalle loro spiacevoli situazioni familiari o personali.

Sollima, e gli sceneggiatori Daniele Cesarano, Barbara Petronio e Leonardo Valenti, puntano tutto su questo doppio binario: non prendere una parte precisa, come sarebbe d’uopo in un qualsiasi film di denuncia, ma oscillare tra il pubblico e il privato, costruendo a puntino dei personaggi forti e a 360° [celerini violenti, sì, ma frustrati da difficili situazioni inter-relazionali con le proprie mogli, con i propri figli o con la società, da cui non si sentono accettati.

acab2Il gruppo è costretto ad aprirsi ad una nuova recluta, Adriano [Domenico Diele], che si trova ad affiancare i veterani in un momento per tutti molto difficile: Mazinga vede la sua famiglia sfaldarsi poco a poco, Negro è stato allontanato dalla moglie, che gli nega di poter vedere la sua bambina, mentre lo scapolo Cobra sta subendo un difficile processo, proprio a causa di questi suoi eccessi d’ira, in servizio. Il ragazzo, dopo essere passato attraverso una sorta di rito d’iniziazione, si ritrova a dover far da placido testimone all’aggressività nascosta dalla divisa, e se dapprima sembrerà accordarsi al coro, successivamente non riuscirà a resistere al richiamo della sua coscienza, che ancora crede nella differenza tra poliziotto e punitore al di sopra di ogni legge.

L’impegno di Sollima è quello di costruire un perfetto film di Genere, che rispolvera il filone del poliziesco all’italiana, attualizzandolo e puntellandolo per bene dentro un mood sociale forte. Per contemporaneità d’uscita e assimilabilità di tematiche, ACAB – All cops are bastards è stato spesso messo in paragone con il Diaz [2012] di Vicari, di cui in realtà rappresenta la più riuscita antitesi: se in ACAB l’interesse autoriale è puntato sulla costruzione di un film di intrattenimento con sfondo sociale, Diaz punta dritto alla denuncia, e per questo non cerca assolutamente di costruire personaggi o situazioni, come invece succede nel film di Sollima.

Il Blu-Ray distribuito da 01 distirbution è ricco di extra: dal trailer al backstage, dalle coreografie dei combattimenti alle esercitazioni, alle prove costumi, senza dimenticare una serie di scene tagliate e le foto di scena.

 

entervoiddvd1E sempre 01 distribution porta in home video l’ultimo film arrivato in Italia di Gaspar Noé, Enter the Void [del 2009], la storia di due fratelli, Oscar [Nathaniel Brown] e Linda [Paz De La Huerta] che, dopo essere stati costretti a vivere l’adolescenza l’uno lontano dall’altra, si ritrovano a Tokyo, per tentare di ricostruire la loro famiglia. Nove anni prima, infatti, un tragico incidente d’auto costò la vita ad entrambi i genitori.

Enter the Void è figlio degli esperimenti narrativi già tentati da Noé in film come Irréversible [2002], non solo perché anche in questo caso la storia infila le sue radici all’interno di un evento traumatico capace di modificare per sempre l’esistenza di chi lo ha vissuto, ma anche per il meccanismo di destrutturazione messa in atto nello script [nel film del 2002 la storia scambiava capo e coda, mentre in Enter the Void la  sceneggiatura è un mosaico di flashback, sogni, allucinazioni, loop ed eventi reali].

Enter the Void rappresenta, in definitiva, un’estremizzazione di quello che era stato Irréversible: questa volta Noé è vincolato all’interno del Libro tibetano dei morti, sul perpetuo meccanismo di morte e reincarnazione, raccontato prima da Alex [Cyril Roy] ad Oscar, e poi vissuto in prima persona dal  ragazzo e dallo spettatore, entrambi fattisi anima e per questo capaci di penetrare tempo e spazio, fatti e persone.

All’interno dell’edizione DVD, Death Trip –Sequenza eliminata, 19 minuti addizionali, al già lungo esperimento filmico [143’], e il trailer cinematografico.

Luca Ruocco

ACAB – ALL COPS ARE BASTARDS

Regia: Stefano Sollima

Con: Pierfrancesco Favino, Filippo Nigro, Marco Giallini, Domenico Diele

Durata: 109’

Formato: HD 1080P 24 – 16/9 2,35:1

Audio: Italiano DTS-HD 5.1

Distribuzione: 01 distribution [www.01distribution.it]

Extra: Trailer; Backstage; Coreografie combattimenti; Esercitazioni; Prove Costumi; Scene Tagliate; Foto di scena

 

ENTER THE VOID

Regia: Gaspar Noé

Con: Nathaniel Brown, Paz De La Huerta, Cyril Roy

Durata: 161’

Formato: 2.35 PAL

Audio: Italian Dolby Digital 5.1, Inglese Dolby Digital 2.0

Distribuzione: 01 distribution [www.01distribution.it]

Extra: Death Trip –Sequenza eliminata [19 minuti]; Trailer cinematografico

InGenere Cinema

x

Check Also

DEAD BRIDE: Giovedì 19 Maggio in anteprima a Pisa

Dead Bride, lungometraggio di genere horror/thriller, girato interamente in Toscana in lingua ...