Home / Recensioni / Home Video / MAD MAX: FURY ROAD di George Miller

MAD MAX: FURY ROAD di George Miller

Mad max copertinaVi avevamo parlato di Mad Max: Fury Road prima e dopo la sua uscita al cinema lo scorso maggio. Ve ne riparliamo in occasione della sua uscita in home video, per conto di Warner Bros.

La saga di Miller, iniziata nel 1979, è tornata nelle sale dopo circa trent’anni, e quello che più ha sorpreso è con quale freschezza e senso del cinema il regista sia riuscito a gestire un capitolo che è molto più di un sequel o un reboot. Un film  così non poteva che trovare una felice accoglienza al botteghino e la benevolenza delle critica e del pubblico. All’ultima fatica di Miller va riconosciuta non solo l’efficacia a livello visivo, ma anche l’intera solidità della macchina filmica, grazie anche ai suoi comporti tecnici in generale.

Il cast artistico, poi, è di tutto rispetto, dalla straordinaria Charlize Theron a Tom Hardy, abilissimi nel trasmettere l’angoscia e il turbamento che vivono, uniti ad una forte rabbia sfogata attraverso la violenza.Mad max 1L’imperatrice Furiosa è fuggita dal tiranno Immortan Joe con le altre sue mogli, di cui una incinta, e sta attraversando il deserto in Australia a bordo di un blindato, con la speranza di salvarsi e tramare vendetta. I suoi uomini, i Figli della Guerra, dai volti dipinti di bianco, la stanno inseguendo, e con loro c’è un prigioniero, il solitario Mad Max, appeso a testa in giù ad una macchina da guerra e incatenato. Sarà un susseguirsi di inseguimenti in un mondo post-apocalittico dove non c’è spazio né per i buoni sentimenti né per la pietà, anche se quando si parla di donne gravide; esistono solo guerra, morte, punizione e rivincita.  Mad Max: Fury Road è un film cattivo, dove nessun personaggio mostra umanità, e dove anche l’idea di far parte di un gruppo é considerata pericolosa.

Mad max 3La stessa Furiosa ha difficoltà a ‘unirsi’ con le altre mogli di suo marito e con Mad Max, ma non c’è altra via di scampo per elaborare un piano di fuga e sfuggire alla morte certa. Esplosioni, roghi, tempeste di sabbia, inseguimenti a tutto gas, adrenalina più che violenza, mostri mutanti, sono solo gli ‘aperitivi’ di un film assolutamente esplosivo il cui fine è combattere contro una tirannia che comprometterebbe il futuro della società, e dove l’uso del digitale si aggiunge ad un modo di fare cinema d’azione vecchio stile, con scene realmente girate nel deserto e attori provati dal caldo e dalla difficoltà delle prestazioni.

La riuscita del film sta poi nell’eterogeneità dei personaggi, che risultano tutti protagonisti, seppur nella seconda parte è Mad Max a prevalere.

Max e Furiosa sono i maggiori punti di forza del film, caparbi e cinici, antieroi per eccellenza, in un soggetto che ha poco da raccontare, a parole, ma che intrattiene, e molto. Negli extra del DVD, le scene eliminate del film.

Gilda Signoretti

MAD MAX:FURY ROAD

Voto film:

4 Teschi

Voto DVD:

3.5disc copy.

Regia: George Miller

Con: Tom Hardy, Chalize Theron, Nicholas Hoult, Hugh Keays-Byrne

Formato: 16:9  2.40:1

Audio: Inglese, italiano, Tedesco 5.1

Distribuzione: Warner Bros. [www.warnervideo.com]

Extra: Scene eliminate

Durata: 120′

Gilda Signoretti

x

Check Also

BRIAN E CHARLES di Jim Archer

Presentato per la prima volta al Sundance Film Festival 2022 e in ...