Home / Recensioni / Animazione / MINIONS di Kyle Balda e Pierre Coffin

MINIONS di Kyle Balda e Pierre Coffin

Minions 1La fine dell’estate, quest’anno si appresta ad essere più divertente e pimpante del solito: il 27 agosto, infatti, arriverà nelle sale italiane Minions, per la gioia dei più piccoli ma anche degli adulti, distribuito da Universal Pictures. Sì, perché il successo di questi piccoli e ridicoli esserini gialli, apparsi per la prima volta sullo schermo nel 2010, è proprio quello di essere riusciti, grazie alla loro simpatica e buffa immagine, a catturare trasversalmente tutto il pubblico. Dopo Cattivissimo me e Cattivissimo me 2, Pierre Coffin torna a dirigere i Minions in un film tutto dedicato a loro, insieme con Kyle Balda [non più con Chris Renaud, che con Coffin aveva firmato i due Cattivissimo me].

Assolutamente imperdibile questo Minions, che vi strapperà grasse risate, in particolare nella prima parte, dedicata alla nascita e all’evoluzione di questa assurda specie sin da quando, da organismi gialli unicellulari, assunsero gradualmente l’aspetto che hanno ora, evolvendosi come l’uomo, ma con una particolarità in più: fin dalla nascita del mondo i Minions sono alla ricerca di un malvagio capo, senza il quale entrano in una profonda crisi depressiva.

Minions 2Nei secoli dei secoli le nostre piccole creature gialle hanno avuto diversi boss: dai dinosauri ai primi uomini primitivi, dall’imperatore egiziano a Napoleone Bonaparte e via dicendo. La caduta di Napoleone, però, ha di conseguenza rappresentato l’interruzione della vita gioiosa dei Minions, che si sono trovati senza un capo e, quindi, totalmente avvinti dalla depressione. Ma tre esemplari combattivi e tenaci, Kevin, Stuart e Bob, ancora pieni di energie, decidono di incamminarsi alla ricerca di un nuovo malvagio da servire e riverire.

Dall’Antartide, dove erano avvolti in giacconi pesanti e cappucci, i tre giungono prima a New York e poi a Londra: qui incontrano Scarlet [Luciana Littizzetto], donna eccentrica e abilissima ladra, che, sposata con quello che definisce “un gran fustacchione”, Herb [Fabio Fazio] approfitta dell’ingenuità dei tre per impossessarsi della corona della regina Elisabetta, con il sogno di spodestarla e regnare sul Regno Unito. Riusciranno i nostri piccoli e scombinati eroi a trovare finalmente il loro capo?

Minions 4A fare da narratore al film il divulgatore scientifico e conduttore, Alberto Angela, che si presta benissimo al ruolo.

Il divertimento, dunque, è assicurato. La prima parte è certamente più esilarante della seconda, che invece ricalca un po’ gli stilemi dei due Cattivissimo me. Sarebbe stato probabilmente più spassoso dedicare l’intero film all’evoluzione dei Minions, passando da un capo all’altro, di era in era, con la stessa sbadataggine di sempre. Ad ogni modo, questo Minions non potrà non piacervi, merito anche della sceneggiatura firmata da Bryan Lynch [che aveva firmato il soggetto di un altro film d’animazione molto apprezzato: Il gatto con gli stivali].

In ultimo: non abbandonate la sala durante i titoli di coda, perché potreste pentirvene.

Gilda Signoretti

MINIONS

4 Teschi

Regia: Kyle Balda, Pierre Coffin

Uscita in sala in Italia: giovedì 27 agosto 2015

Sceneggiatura: Bryan Lynch

Produzione: Illumination Entertainment

Distribuzione: Universal Pictures

Anno: 2015

Durata: 91′

Gilda Signoretti

x

Check Also

ANACONDA di Louis Llosa

Ci sono film che, seppur senza pretese né grandi aspettative, riescono a ...