Home / Recensioni / Animazione / BIG HERO 6 di Don Hall e Chris Williams

BIG HERO 6 di Don Hall e Chris Williams

Big Hero locandinaDopo il successo di Frozen, uscito lo scorso Natale [qui la nostra recensione], Walt Disney continua ad emozionare con un film molto diverso dal suo fiabesco predecessore.

Il 18 dicembre, distribuito da The Walt Disney Company Italia, arriva in sala Big Hero 6, anche in 3D, un film d’animazione al passo con i tempi, in cui tecnologia, l’informatica e soprattutto la robotica la fanno da padroni. Per questo Natale, non una storia classica e romantica, ma un’avventura moderna e movimentata che ha per protagonisti principali un ragazzino con una forte personalità e un robot ciccione, affiancati da tre giovani futuri supereroi dal cuore buono.

Hiro e suo fratello maggiore, Tadashi, sono rimasti orfani di entrambi i genitori e vivono con la zia Cass, di professione pasticcera, una donna frizzante e solare che non fa mancare loro niente, e li accudisce come se fossero figli suoi.

La passione di entrambi i fratelli sono i robot: Hiro partecipa alle gare clandestine con un piccolo ma ingegnoso robottino smontabile, mentre Tadashi da tempo sta provando a costruirne uno che non sia uguale a tutti gli altri robot, che abbia un’umanità mai riscontrata fino ad ora in un altro esemplare.

Big Hero foto 2Tra i sogni di Hiro c’è quello di iscriversi all’Università di Robotica a San Fransokyo, e perciò si dedica con trasporto alla creazione di modellini e ad uno studio approfondito, sperando così di entrare. Un giorno, però, un incendio esplode all’interno dell’Istituto proprio durante un’importante incontro con le aspiranti matricole. Di quello che succederà dopo preferiamo tacere.

Possiamo però dirvi che Hiro si troverà coinvolto in una missione molto pericolosa, nella quale sarà aiutato da Baymax, il robot bianco e corpulento costruito da suo fratello, e da quattro amici molto speciali: Go Go Tomago, Wasabi No-Ginger, Honey Lemon e Fred.

Big Hero 6 è un film pieno di umorismo e certamente emozionante. Ancora una volta, insomma, Walt Disney Pictures conferma di essere la numero 1 nel campo dell’animazione. La magia di questo film sta nella particolare abilità con la quale si legano azione, comicità, emozione, commozione, divertimento e coinvolgimento del pubblico.

Baymax foto 1Big Hero 6 è prima di tutto un film sull’amicizia e sulla solidarietà, due valori fondanti per Hiro, che scoprirà di poter trovare un cuore caldo all’interno del corpo gonfiabile del robot Baymax.

Tecnicamente Big Hero 6 è eccellente. Da notare il grande uso di colori, particolari anche le location, che disegnano un ambiente credibile, in cui la città appare caotica e talvolta minacciosa, nella quale si ergono edifici alti, affiancati gli uni agli altri. L’unico ambiente realmente familiare è la casa della zia Cass, con la pasticceria al piano inferiore, colorata da tonalità luminose e calde.

Per la prima volta nel ruolo di doppiatore, l’attore e conduttore televisivo Flavio Insinna, che presta la voce a Baymax, e che venerdì 5 dicembre ha tenuto un incontro con la stampa presso l’Hotel Exedra a Roma – che trovate qui, insieme con la comica Virginia Raffaele, che dà voce a zia Cass, e con il rapper Moreno, che canta il brano “Supereoi in San Fransokyo”.

BIG HERO 6Non è sbagliato trovare delle assonanze tra Baymax e Doraemon, entrambi impegnati a prendersi cura dei propri assistiti, con il compito di regalare loro equilibrio interiore e serenità. Ed è innegabile la somiglianza fisica con Po di Kung Fu Panda. Forse la sceneggiatura, scritta da Robert L. Baird [Cars-Motori ruggenti, Monster University, Monster & Co.] e Daniel Gerson [Monster & Co., Monster University] , non sarà originale, ma funziona bene e non conosce stasi.

Se dunque scegliete di recarvi al cinema per vedere Big Hero 6,  non potrete che uscire dalla sala divertiti ma anche commossi. C’è un abbraccio, nel film, dal quale sarà difficile non essere trasportati.

The Walt Disney Company Italia sostiene l’organizzazione no profit MediCinema, in un progetto molto ambizioso, che prevede una sala cinematografica negli ospedali a scopo terapeutico. La prima sala cinematografica digitale sarà allestita presso il Policlinico Agostino di Gemelli di Roma, e sarà fruibile da tutti i pazienti dei vari reparti.

Gilda Signoretti

BIG HERO 6

3.5 Teschi

Regia: Don Hall, Chris Williams

Con: Flavio Insinna, Virginia Raffaele

Uscita in sala in Italia: giovedì 18 dicembre 2014

Sceneggiatura: Robert L. Baird, Daniel Gerson

Produzione: Marvel Studios, Walt Disney Animation Studios, Walt Disney Pictures

Distribuzione: The Walt Disney Company Italia

Anno: 2014

Durata: 102′

 

Gilda Signoretti

x

Check Also

“Roma amor Mio” allo Spazio ArteAtrio

In un periodo in cui, molto faticosamente, cerchiamo di far tornare tutto ...