Home / Recensioni / Home Video / PHILOMENA in Home Video

PHILOMENA in Home Video

Copertina PhilomenaDopo l’accoglienza ricevuta, e meritatamente, in Italia, Philomena, l’ultima fatica di Stephen Frears [di cui avevamo parlato qui], arriva finalmente in home video, distribuito da CG Home Video.

 1952. Irlanda. Philomena Lee [Sophie Kennedy Clark] è una ragazza di sedici anni che, incinta, viene affidata dai suoi genitori ad un convento di suore a Roscrea, dove “sconterà” il suo peccato. Si, perché per la sua famiglia, e per le suore, Philomena è colpevole in quanto ha consumato un rapporto sessuale fuori dal matrimonio. A dirigere il convento di suore la perfida suor Hildegarde [Barbara Jefford], che avrà un ruolo fondamentale nel corso della vita di Philomena.

La giovane scoprirà presto di vivere in un vero e proprio inferno, e per la prima volta nella sua vita capirà cosa sia la cattiveria. Ne avrà occasione subito, particolarmente durante il parto, quando, mentre stava rischiando la vita, le suore si rifiutarono di somministrarle antidolorifici, convinte che le sofferenze del parto le fossero state inflitte dal Signore come punizione per il suo peccato.

Philomena foto 1Sopravvissuta al parto, Philomena si ritrova a lavorare nel convento, in lavanderia, come vuole il regolamento delle consorelle, per quattro anni dal parto, dopodiché le ragazze torneranno alla loro famiglie, ma senza i loro figli: questi ultimi vere e proprie vittime di un mercato illegale d’adozione. Anthony, questo il nome che Philomena ha dato a suo figlio, sarà infatti venduto ad una famiglia americana.

2002. Il giornalista Martin Sixsmith [Steve Coogan], dopo aver perso il lavoro di PR presso il governo britannico [a capo del quale vi è il Primo Ministro Tony Blair], lavora ora per la BBC, e sta riflettendo sul tema del suo prossimo libro, che vorrebbe dedicare ad un periodo della storia russa, di cui è appassionato.

Una sera, però, incontra ad una festa la figlia di Philomena, che, venuta a conoscenza del passato di sua madre, e delle intenzioni del giornalista di rimettersi a scrivere, gli propone di incontrare Philomena [interpretata da Judi Dench], in quanto convinta che la storia di sua madre si adatti benissimo ad un romanzo. Martin è profondamente turbato e commosso dal racconto di Philomena, e così le propone di andare alla ricerca di Anthony. Judi e Martin partono per l’America, e quello che scopriranno sarà sconvolgente…

Philomena foto 2Philomena è un film drammatico, che ha la particolarità però di rivestirsi, paradossalmente, di senso di humour. È frequente, infatti, ridere o sorridere per i dialoghi, in perfetto stile british, tra Philomena e Martin, due persone diverse eppure in totale sintonia.  Philomena è un ottimo film, nel quale ogni elemento, dalla sceneggiatura alla regia, dalla fotografia alla recitazione, è degno di lode. Innegabile il trasporto emotivo che un film con una storia così sofferta come nello  spettatore, dovuto non solo ai patimenti e alle ingiustizie di questa nobile donna, Philomena, appunto, ma anche alla tragicità di un finale che la stessa Philomena vive sì con dolore, ma soprattutto con quella fermezza che le permette di non cedere neanche di fronte alla perdita di un figlio. Philomena voleva soltanto rivedere Anthony, ma il destino le ha nuovamente provocato dolore. E, purtroppo, l’ultimo ricordo che Philomena avrà di suo figlio, risale proprio a quel terribile giorno in cui glielo hanno portato via, mentre lui, a bordo di un’automobile che si allontanava dal convento, a cavalcioni sul sedile, la guardava piangendo…

Da sottolineare l’esclusività dei contenuti extra, a partire dalla Conferenza stampa, tenuta il 6 febbraio a Roma, della vera Philomena Lee, una donna straordinaria, energica e solare. Una donna nei confronti della quale la vita è stata crudele. Eppure Philomena, nonostante le cattiverie subite dalle suore del convento di Roscrea, non ha perso la sua fede, e anzi è riuscita a perdonare le suore e la sua famiglia.

Philomena foto 3La dolcezza di questa donna e la serenità che trasmette sono tangibili, eppure è difficile pensare che una donna vittima di tanti soprusi e sofferenze non abbia perso la fede, e neanche quella serenità interiore che la contraddistingue. Philomena ha avuto modo di raccontare nei dettagli la sua vicenda, arrivando anche a raccontare il suo incontro con Papa Francesco e a descrivere, con sofferenza, la negazione del diritto all’identità da parte delle suore.  Infatti Philomena in convento era chiamata Marcela. Purtroppo, come lei stessa ha dichiarato, proprio per questo motivo, è stato impossibile poter rincontrare le ragazze ospiti del convento, a distanza di anni. Proprio Philomena è l’ideatrice del progetto Philomena Project [http://thephilomenaproject.org/goals.php], nato con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla vicenda, denunciare altri casi di adozioni illegali, e permettere alle mamme alle quali sono stati sottratti i figli, di poterli rincontrare. Se nei primi anni in convento, Philomena, una volta in convento, era ossessionata dai sensi di colpa, si sentiva umiliata e credeva che fosse giusto, tutto sommato, sentirsi così. Solo il tempo, la maturità, e l’impossibilità di tenere dentro di sé un dolore così grande, l’hanno spinta non solo ad avere più autostima, ma anche a rivelare per la prima volta ai suoi figli la sua storia.

Segue la sezione Making of, con le interviste a Judi Dech, a Steve Cogan, allo sceneggiatore del film, Jeff Pope, e al regista, e la sezione Interviste, che contiene le interviste singole a Frears, Dench, Coogan, al giornalista Martin Sixsmith, e a Philomena Lee, che parla insieme con sua figlia Jane. Per concludere, il Trailer.

Ne approfittiamo per segnalarvi l’intenso romanzo, da cui è tratto il film, scritto da Martin Sixsmith: The lost child of Philomena Lee [qui], edito in Italia da edizioni Piemme con il titolo Philomena – Una storia vera.

Gilda Signoretti

PHILOMENA

Voto film

3.5 Teschi

Voto DVD

4 Teschi

Regia: Stephen Frears

Con: Sophie Kennedy Clark, Judi Dench, Steve Coogan

Durata: 93′

Formato: 1.85:1  16/9

Audio: Italiano-Inglese Dolby Digital 5.1

Distribuzione: CG Home Video [www.cghv.it]

Extra: Trailer, Making of, Interviste, Conferenza stampa di Philomena Lee

Gilda Signoretti

x

Check Also

ROOM di James Thierrée

L’acrobata, attore, regista, musicista, ballerino James Thierrée torna a incantare il pubblico ...