Home / Recensioni / Memorie dall'Invisibile / SE IL MONDO INTORNO CREPA di Stefano Jacurti e Emiliano Ferrera

SE IL MONDO INTORNO CREPA di Stefano Jacurti e Emiliano Ferrera

LocandinaFra i tanti pistoleri che popolano il west, non ci era ancora capitato di imbatterci in una poeta pistolero che recita versi di morte, prima di ogni sua esecuzione. Il cowbot in questione è Black Burt, protagonista del mediometraggio Se il mondo intorno crepa. Dopo Inferno bianco, Emiliano Ferrera e Stefano Jacurti tornano a dirigere un western, Genere tanto amato ma purtroppo fuori dalle nostre logiche produttive da troppi anni.

Si tratta del terzo film western diretto dalla coppia [e scritto da Jacurti, del quale vi abbiamo parlato qui, in occasione dell’uscita del suo libro Bastardi per stirpe, 2012, edito da I libri di Emil].

Abbiamo avuto il piacere di vederlo in anteprima al Nuovo Cinema Aquila, il 9 maggio. All’evento ha partecipato gran parte del cast tecnico e artistico del film, intervenuti al termine della proiezione per svelare curiosità del film e/o descrivere la loro esperienza sul set.

Tra cattivi ci si intende, e se c’è sintonia, allora, è bene mettersi in società.

Foto 1Lo sanno bene Black Burt [Stefano Jacurti] e il bandito Butcher Joe [Simone Pieroni], detto il macellaio proprio per la ferocia con cui si avventa sulle sue vittime. Gli accordi sembrano portare frutti, ma bisognerà fidarsi ciecamente l’uno dell’altro. Intanto, nel west, pistoleri e donne procaci riempiono le locande e si divertono, complice qualche bicchiere di troppo.

Tutt’altro stato d’animo mostra invece Sheila [Emanuela Ponzano], una prostituta cieca che tutti disprezzano e che, emarginata, rincorre inutilmente il sogno di essere desiderata, lei che è ancora giovane e bella ma che per il suo handicap viene vista come un essere incompleto.

Proprio la donna si dimostrerà il personaggio più saggio di questo film, quello che percepisce il dramma di una società nella quale tutti sono pronti a vendicarsi dell’altro attraverso delitti o crimini. Sheila cerca l’amore, e non importa se si tratti di un rapporto occasionale, lei ha bisogno di sentirsi amata, e ciò le basta.

Se il mondo intorno crepa foto 2Anche Ferrera si cimenta nel ruolo di attore, nei panni dello sceriffo Bill Carson, personaggio solitario e schivo, la cui riservatezza si contrappone alla vivacità degli abitanti del villaggio, ma che si rispecchia nella saggezza che, in qualche modo si può ritrovare proprio in Back Burt. Carson è spalleggiato da due sceriffi di contea, interpretati dal regista Giovanni Bufalini e da Marco Bellocchi.

Se il mondo intorno crepa è un mediometraggio che si veste di un ritmo dinamico, di una sceneggiatura semplice ma sostanzialmente efficace. È un omaggio riuscito al Genere western, e l’operazione portata a segno da Ferrera e Jacurti consiste in una riproposizione di vecchi stilemi con riferimenti e tematiche attuali, con l’immigrazione e l’emarginazione.

Particolare attenzione è stata poi prestata alla caratterizzazione dei personaggi, ognuno con una personalità ben distinta.

Foto 3Buona l’interpretazione generale di tutti gli attori. Ad aprire le danze, sono Antonella Salvucci, Willy Stella, e il frizzante gruppo country: Western Spirit.

È innegabile quanto, nel film, sia importante l’apporto musicale, che davvero contribuisce a dare completezza al tutto. Il merito va al musicista e autore di musiche Klaus Veri. Sarebbe imperdonabile, poi, non sottolineare la bellezza dei paesaggi abruzzesi, dove è stato girato il film, e l’intenso brano, nostalgico e avveniristico, che chiude il film, cantato da Fabrizio Sartini, qui nel ruolo di Bobby West [ottimo il lavoro al sound di Riccardo Gaggioli].

[foto di Antonella De Cesare]

Gilda Signoretti

SE IL MONDO INTORNO CREPA

3.5 Teschi

Regia: Stefano Jacurti, Emiliano Ferrera

Con: Stefano Jacurti, Simone Pieroni, Emanuela Ponzano, Emiliano Ferrera, Giovanni Bufalini,  Marco Bellocchi, Fabrizio Sartini, Claudio Vitturini, Antonio Rocco, Gabriel Ciarelli, Piero Sponze, Simone Destrero, Sebastiano Vento, Nicola Tagliaferri, Valeria Di Giorgio, Graziana Bellofiore, Alberto Di Giorgio, Antonella Salvucci, Willy Stella

Sceneggiatura: Stefano Jacurti

Produzione: Stefano Jacurti

Distribuzione: /

Anno: 2014

Durata: 34′

Gilda Signoretti

x

Check Also

SCOMPARTIMENTO N.6 di Juho Kuosmanen

Presentato in concorso al 74° Festival di Cannes, dove ha vinto il ...