Home / Recensioni / Festival / TUNE INTO THE FUTURE di Eric Schockmel

TUNE INTO THE FUTURE di Eric Schockmel

Quest’anno nella sezione Mondofuturo del Trieste Science+Fiction Festival ci sono solamente due documentari. Il documentario che abbiamo scelto di visionare è Tune into the Future, un film diretto dal regista lussemburghese Eric Schockmel dedicato alla vita di Hugo Gernsback.
Hugo Gernsback è considerato il padre della fantascienza moderna. Pioniere della radio e della musica elettronica, inventore della televisione, visionario editore, ha influenzato indirettamente migliaia di giovani menti portandoli a creare molti elementi della nostra odierna cultura pop.
Il documentario è un grande viaggio nella storia della tecnologia, della fantascienza e dell’editoria del novecento. La storia di un sognatore, di un visionario che ha saputo guardare oltre i limiti dello spazio tempo prevedendo l’avvento di Skype, televisioni interattive, droni, incontri online, miniere spaziali, social network, silent disco, e Jetpack.
Immagini di archivio, proveniente da album privati e da archivi multimediali si alternano a interviste odierne e ad animazioni che ricordano lo stile pop di Roy Lichtenstein.

La scelta di utilizzare un’animazione simile alla grafica dei fumetti anni sessanta richiama la sua rivista Sciencefiction trasformata poi nella fortunata Amazing Stories, dove la prima storia di Buck Rogers compare nello stesso numero di The Skylark of Space, da cui gli infanti lettori Jerry Siegel e Joe Shuster prendono ispirazione per creare il super eroe più famoso al mondo. Superman.
Il regista ci mostra solamente nel finale, attraverso dei filmati di archivio, la vita privata di Hugo, mostrandoci la rigidità emotiva con la quale viveva il rapporto con la sua famiglia. Una vita spesa non solo alla ricerca tecnologica, ma anche alla ricerca della partner ideale con cui creare una famiglia. Non è un caso che sia stato sposato più volte. Il blocco sessuale, infatti, diventa occasione per l’inventore di creare una rivista scientifica per promuovere informazioni riguardanti il sesso. Nasce così Sexology, un faro per le deviazioni sessuali dell’individuo.
L’editoria attraversa l’intero arco della sua vita. Il suo primo romanzo, rimasto inedito fino a oggi, parla proprio di un bambino sempre ne guai che riesce a uscirne grazie alla tecnologia.
Il rapporto tra tecnologia ed editoria subisce una svolta nel 1913 quando inserisce una casella di posta alla sua rivista collegando migliaia di radio amatori e appassionati di tecnologia permettendogli di comunicare attraverso codici
personalizzati. Proprio come dei moderni nickname virtuali.
Il suo obiettivo è sempre stato educare il pubblico con ogni mezzo possibile, e per questo, dopo la sua morte, il corpo viene donato alla scienza, in modo che ancora una volta il mondo possa apprendere nuovamente qualcosa.
Giulio Golfieri [RATS]


TUNE INTO THE FUTURE

Regia: Eric Schockmel
Con: Michio Kaku, Joe Halderman, Steve Silberman, Madeline Ashby
Uscita in sala in Italia: /
Sceneggiatura: Eric Schockmel
Produzione: Samsa Film
Distribuzione: /
Anno: 2020
Durata: 72’

InGenere Cinema

x

Check Also

ESTERNO NOTTE di Marco Bellocchio

Quando ci si occupa di audiovisivo c’è una domanda con cui, volente ...